Martedì 23 Luglio 2019 ore 04:46
ALLARME ROSSO
Sicurezza a Pomezia (S.Palomba), il sindaco Fucci chiama l'esercito
Chiedere al Prefetto, senza incomodare l'esercito, un controllo reale degli ospiti richiedenti asilo e alloggiati all'Hotel C3

Anche a Pomezia il Primo cittadino, per non sentirsi da meno rispetto ai grandi Presidenti alza il livello di sicurezza a Defcon 2 (allarme rosso) e lancia il suo comunicato alla nazione in modo che i cittadini si preparino e che serva da monito per intimorire il nemico. Sembrerebbe quasi una barzelletta se non fosse uscita dalla sua bocca l'urgente richiesta dell'esercito al Prefetto... Ma torniamo con i piedi per terra, basterebbe meno, ma molto meno, a ridurre i fenomeni di illegalità presenti nel territorio anche se sembra negli ultimi anni la situazione sia peggiorata nel quartiere di Santa Palomba. Iniziare a collaborare con i Comitati di quartiere sarebbe già un passo avanti, comitati da sempre in prima linea e vicini alla popolazione e per questo i primi ad avere il vero polso della situazione e che da anni chiedono un distaccamento permanente della Polizia Locale, per vigilare costantemente su tutto il quartiere.

Più presenza delle forze dell'ordine nella zona della stazione, e una videosorveglianza attiva sempre nella zona stazione  e zone limitrofe per il controllo dei flussi di persone, per individuare manomissioni e presenze indebite, variazioni di luce e presenza di fumi e magari chiedere al Prefetto, senza incomodare l'esercito, un controllo reale degli ospiti richiedenti asilo e alloggiati all'Hotel C3. Per esempio da parte dei responsabili della struttura effettuare il controllo dei documenti nei confronti degli alloggiati, perché da quello che vedono i residenti, l'Hotel C3 è diventato un villaggio vacanze con un continuo via vai di gente e valigie. Bastava parlare con alcuni residenti per capire cosa fare, e basta meno ma molto meno, o il primo cittadino non è interessato a Santa Palomba?

Pomezia, prostituzione: ordinanza che ha solo anticipato la pausa pranzo

Pomezia-Ardea: più di 2.500 firme per dire sì al vincolo ecoturistico


ARTICOLI CORRELATI
Da un po' il degrado ha raggiunto un altro livello: iniziano a interagire tra loro i richiedenti asilo e il giro della prostituzione
Operazione del commissariato di Marino, denunciate anche 3 persone. Rinvenuti utensili elettrici rubati
Tragedia a Vetralla: deceduto Antonio Caltagirone. Forse la causa è da ricercare nella separazione dalla moglie
I PIU' LETTI IN CRONACA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
4
Tre casi registrati tra Montesacro e il quartiere africano. Fatti che passano in secondo piano rispetto alle altre storie di cronaca nera
5
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
1
Nonostante i divieti e i servizi offerti dagli stabilimenti balneari, resiste il pranzo al sacco in spiaggia...
2
Quattro sono risultate rubate negli ultimi mesi a Roma e una a San Felice Circeo, mentre le altre 8 sono risultate coinvolte in falsi sinistri stradali
3
I due avevano rapinato anche un'area di servizio a Terni. Ora si trovano nel carcere di Vazia
4
Uno degli indagati è stato arrestato, si tratta di un ragazzo romeno di 25 anni, degli altri due gli inquirenti stanno ancora seguendo le tracce
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
5
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]