Giovedì 23 Novembre 2017 ore 14:18
SPAREGGI RUSSIA 2018
Svezia-Italia: dentro o fuori, gli Azzurri si giocano il Mondiale
L’Italia di Gian Piero Ventura stasera scende in campo per sfidare la Svezia nell’andata dello spareggio per un posto ai Mondiali

I campionati maggiori si fermano per dar spazio all’ultimo atto delle qualificazioni ai Mondiali in Russia del 2018. In questi giorni, difatti, si disputeranno gli spareggi in cui le nazionali si giocheranno gli ultimi posti disponibili per il Mondiale.  Tra le Nazionali europee che scenderanno in campo c’è anche l’Italia, arrivata seconda nel girone G, che dovrà sfidare la Svezia anch’essa arrivata seconda nel raggruppamento A. I playoff prevedono gare di andata e ritorno che si disputeranno rispettivamente stasera a Stoccolma e lunedì a San Siro.

Immaginare un Mondiale senza Italia, un Mondiale senza maxischermi in piazza, cori per le strade e bandiere tricolore appese ai balconi delle case italiane è quasi impossibile. Nella storia della competizione più importante esistente, in 20 edizioni disputate, è accaduto solo una volta, ovvero nel Mondiale 1958 giocatosi, guarda caso, proprio in terra svedese. Escludendo la prima edizione della kermesse, Uruguay 1930, a cui l’Italia non prese parte per sua stessa volontà. Nel gennaio del 1956, iniziarono le eliminatorie per il Mondiale in Svezia e la Nazionale guidata da una commissione tecnica formata da Schiavio, Marmo, Pasquale e Tentorio non riuscì a vincere il girone 8 composto dagli Azzurri, dal Portogallo e dall’Irlanda del Nord, perdendo, nonostante il favore dei pronostici, a Belfast 2-1 la partita decisiva per la qualificazione contro gli irlandesi, in cui bastava anche un pareggio. Da quel momento l’Italia ha sempre preso parte ai Mondiali, ma adesso per staccare un pass per Russia 2018 c’è ancora uno scoglio da superare, la Svezia di Jan Andersson. L’Italia che ha preso parte alle qualificazioni non ha disputato di certo un brutto girone: 23 punti con 7 vittorie, 2 pareggi e una sconfitta, di cui un pari e l’unico KO sono arrivati contro la Spagna che ha dominato il raggruppamento con ben 28 punti su 30. Con una nazionale simile nel girone, forse, fare di meglio era impossibile. Adesso, però, bisogna resettare tutto e giocare questi 180 minuti da “dentro o fuori” al meglio per battere la Svezia e prendersi un posto in Russia, perché un Mondiale senza Italia non può esistere.


ARTICOLI CORRELATI
La Nazionale italiana esce sconfitta dall’andata contro la Svezia, adesso a San Siro serve una vittoria con almeno due gol di scarto

L’Italia, dopo 50 anni dall’unica e ultima volta, non si qualifica ai Mondiali pareggiando 0-0 contro la Svezia

La Federazione ha esonerato Gian Piero Ventura e adesso ragiona sul nuovo allenatore a cui affidare la Nazionale

I PIU' LETTI IN SPORT I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
La Roma batte il Pescara in trasferta per 1-4 e guadagna punti sul Napoli, adesso a meno quattro in classifica
2
Seconda sconfitta di fila per la Lazio che dopo il KO contro la Fiorentina cade in casa contro l’Inter per 1-3 e rischia di perdere il quarto posto in classifica
3
Stasera torna il Derby del Cuore. Attori, cantanti e calciatori di Roma e Lazio si sfidano per solidarietà
4
Il giocatore era rientrato dal Pescara, che ha acquistato la metà di Caprari
5
Confermata la IAAF Gold Label per la quarantesima edizione della RomaOstia
1
Carlo Tavecchio ha presentato al Consiglio federale le sue dimissioni da presidente, chiedendo un ultimo estremo gesto di responsabilità: un passo indietro di tutti i consiglieri
2
La Roma manca l’occasione di qualificarsi agli ottavi di Champions League perdendo 0-2 in casa dell’Atletico Madrid
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
4
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
5
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
Il Quotidiano del Lazio è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]
EDitt | Web Agency