Giovedì 23 Novembre 2017 ore 14:16
OMICIDIO PREMEDITATO
Anzio, accecato dalla gelosia ammazza amico della ex. 2 arresti
In due sottoposti a fermo dalla Polizia di Stato per omicidio premeditato

Omicidio, rapina, atti persecutori e lesioni personali gravissime, questi i reati di cui dovrà rispondere E.S.A., marocchino di 32 anni, che già annovera numerosi precedenti di polizia. E’ accaduto nella notte tra il 6 e 7 novembre scorso. Quando gli agenti della Polizia di Stato del commissariato di Anzio, diretto da Adele Picariello, sono arrivati in ospedale, ove era stato trasportato un uomo in fin di vita, hanno accertato che, questi era stato trovato su una panchina in località Tor San Lorenzo. A trovarlo in quelle condizioni, gli stessi familiari che, erano stati allertati da alcune telefonate da parte di uno straniero il quale affermava di aver appena “massacrato di botte” il loro congiunto, indicando anche il luogo. Il motivo di tale aggressione, sarebbe stata, la presunta “storia” tra la vittima e la sua ex compagna, italiana.

In realtà lo straniero, come poi accertato dai poliziotti, aveva avuto una relazione con la donna per alcuni  mesi, fin quando lei, non sopportando più le continue percosse, aveva  deciso di interrompere il rapporto. Da allora, però, la situazione era degenerata, tanto da costringere la stessa a sporgere varie denunce contro l’ex. Poi, quando quest’ultimo è venuto a conoscenza di una frequentazione con un altro uomo, aveva iniziato a molestarla. Le successive indagini da parte degli investigatori, sono proseguite senza sosta, con l’escussione di tutti i testimoni della vicenda, compresa l’ex fidanzata dell’ aggressore. Questa ha raccontato, di aver ricevuto numerosi messaggi vocali nelle ore precedenti al fatto, sia  da parte dell’ex che di un altro straniero.

Da detti messaggi è emerso, senza ombra di dubbio, che l’efferata azione criminosa era frutto dell’opera di due persone che, in accordo tra loro, avevano premeditato prima ed eseguito poi, l’atto criminale che si è concluso con il ferimento prima e poi con la morte della vittima, dopo qualche giorno. Il primo a essere individuato è stato proprio l’ex della donna, E.S.A., marocchino di 32 anni, che è stato sottoposto a fermo di polizia il giorno stesso. La successiva visione delle immagini riprese dalle telecamere dell’ospedale, da dove si vede chiaramente la presenza dei due stranieri responsabili dell’omicidio, l’escussione di alcuni testimoni che avevano notato i due camminare insieme, entrambi con i vestiti sporchi di sangue, hanno permesso agli investigatori di identificare anche il complice. Si tratta di S.S., bosniaco di 37 anni, con numerosi precedenti. Sottoposto a fermo di polizia,  dovrà rispondere di concorso in omicidio premeditato, aggravato dai futili motivi e rapina aggravata.


ARTICOLI CORRELATI
E'accaduto a Tor Bella Monaca: un 50enne era stato lasciato da 6 anni ma non si era ancora rassegnato. Ferito un 44enne intervenuto a difendere la donna
Un 35enne residente a Cisterna si è recato a Terracina per aggredire il compagno della ex moglie a Terracina. Dopo il pestaggio i Carabinieri lo hanno arrestato
Un egiziano con diverse denunce per stalking ha perso la testa quando ha visto la ex con un uomo in un locale: la vittima dell'aggressione ricoverato
I PIU' LETTI IN CRONACA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
5
Tre casi registrati tra Montesacro e il quartiere africano. Fatti che passano in secondo piano rispetto alle altre storie di cronaca nera
1
Oggi, lunedì 20 novembre, i funerali alla presenza dei vertici dei Carabinieri che lo hanno ricordato con commozione nella Virgo Fidelis Abruzzo e Molise
2
Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco della sede di Gaeta, con l’ausilio dell’autobotte, l’intervento è terminato alle 6:00
3
Ognuno fa il suo gioco e l’unico valore è il successo, il sesso, la pista del denaro...
4
Tutto è così incredibilmente interessante e magico
5
Squadra Mobile arresta fuggitivo riconducibile al clan Lo Russo
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
4
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
5
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
Il Quotidiano del Lazio è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]
EDitt | Web Agency