Giovedì 23 Novembre 2017 ore 14:16
CONFESSIONI
Valery Vita, porno attrice: "Ecco come ho iniziato. Siffredi è violento"
"La blasfemia tira sempre di più. Sono fidanzata con il porno fachiro d'Italia, facciamo sesso su un letto di chiodi"

Valery Vita ha raccontato come è diventata una attrice porno: "Gli scandali sessuali nel mondo dello spettacolo e del cinema? Secondo me un po' ci stanno marciando sopra, se ci sono cose successe molto tempo fa non ha senso tirarle fuori oggi. Il fatto che si denuncino cose con anni di ritardo mi insospettisce. Se una accetta un baratto, vuol dire che è consapevole di quello che sta facendo e le va bene così. Io sono diventata una porno attrice per caso. Ho iniziato con foto di nudo erotico, da lì mi è stato proposto di fare un film. Ho provato e ho cominciato. Avevo iniziato col nudo erotico perché facevo la fotomodella e visto che non pagavano tantissimo mi hanno proposto di fare delle foto di nudo e mi è piaciuto, perché l'impegno era scarso e i risultati erano soddisfacenti. Inizialmente c'era un po' di imbarazzo, ma a poco a poco l'imbarazzo svanisce e si diventa sempre più spigliati".

Valery ha una casa di produzione: "Ho iniziato un annetto fa e ho deciso di mettere in piedi una casa di produzione perché volevo girare per me stessa. Realizzare in prima persona storie, progetti e poi metterle in piedi. Nel mondo del porno c'è il boom dell'amatoriale, che a me non piace. Il settore è sceso tantissimo negli ultimi anni, si trova molta roba gratis, è molto più difficile vendere. Per questo dobbiamo spostare l'attenzione su dei feticci particolari che si trovano difficilmente gratis e che le persone comprano volentieri. Come la blasfemia".

Valery è stata multata qualche giorno fa a Bologna perché stava girando un film in strada vestita da suora: "Abbiamo preso tre multe da 5000 euro. Un totale di 15.000 euro, faremo ricorso".  

Valery ha dei limiti: "Non dico a tutto sì, si parla col regista e si cerca di capire cosa vuole. Ognuna di noi ha dei limiti, anche perché ormai vanno di moda cose sempre più strane". 

Il lavoro dell'attrice porno è duro: "Dall'esterno sembra tutto bello, ma c'è un grande lavoro dietro e anche per gli uomini è complicato girare scene, non solo per le donne. Si è sotto osservazione, si ha tanto stress addosso, bisogna seguire le direttive della regia, non è facile come molti pensano".

Valery è fidanzata con il porno-fachiro d'Italia: "Lui fa film hard però negli spettacoli oltre a fare la parte erotica fa la parte del fachiro. Nei nostri spettacoli interpreta dei personaggi in cui c'è il fuoco. Sputa il fuoco, si tocca col fuoco, facciamo sesso su un letto di chiodi, facciamo delle cose un po' particolari". 

Su Rocco Siffredi: "Non ci ho mai lavorato, ma non mi ispira molto, mi sembra un po' troppo violento". 

L'attrice porno Valery Vita è intervenuta stamattina ai microfoni di ECG su Radio Cusano Campus, l'emittente dell'Università degli Studi Niccolò Cusano.


ARTICOLI CORRELATI
Come ha iniziato, quanto guadagna, chi sono i suoi clienti (molti calciatori) e come funziona. Molte italiane ormai lavorano per i cinesi
Trasmettere un reality in dieci puntate sulla vita quotidiana del porno attore Rocco Siffredi è un'idea geniale
I PIU' LETTI IN INTERVISTE I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
"Sono venuta a lavorare a Roma per pagare le cure di mio figlio. La vita in strada è un incubo, ma presto ne verrò fuori"
2
A "Un Giorno Speciale" su Radio Radio vivace scambio di vedute sulla caccia. Tozzi: "I cacciatori sono dei poveracci"
3
L’abitante delle zone colpite dal sisma ha portato alla luce cose impensabili, inimmaginabili
4
Al Quotidiano del Lazio il giornalista racconta la sua triste esperienza, descritta nel libro "Ho ucciso il Cane Nero"
5
Quattro chiacchiere con la nuova Miss Bella d'Italia che ci ha confessato quali sono i suoi sogni
1
Giuliana Di Pillo ha vinto il ballottaggio nel Municipio X di Roma. La candidata del Movimento 5 Stelle ha infatti ottenuto 33.116 voti
2
Sull'Italia che non va ai Mondiali: "Non me ne frega niente. Anzi sono anche un po' contento, così evitiamo quella rottura di coglioni delle partite"
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
4
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
5
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
Il Quotidiano del Lazio è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]
EDitt | Web Agency