Martedì 26 Marzo 2019 ore 07:48
PATRIMONIO DELL'UMANITA'
La pizza napoletana, patrimonio dell'Unesco, trionfo per Napoli e Italia
L’arte dei pizzaiuoli napoletani inclusa tra i beni culturali immateriali da proteggere. Diventano 7 i tesori italiani nella Lista del patrimonio culturale dell'Unesco

La pizza napoletana patrimonio culturale dell’umanità. E’ arrivato nella notte il verdetto della commissione Unesco che riunita in Corea del Sud doveva decidere se includere l’arte dei pizzaioli napoletani tra i beni culturali immateriali da proteggere. E così ha fatto. Il primo a dare l’annuncio è stato il ministro dell’Agricoltura Maurizio Martina, che scrive un tweet prima delle 4, seguito a distanza di un’ora dal ministro Dario Franceschini.

Con l’arte napoletana di fare la pizza diventano sette i tesori italiani riconosciuti nella Lista rappresentativa del patrimonio culturale immateriale dell’Unesco. Per l’Italia ci sono anche anche l’Opera dei pupi (iscritta nel 2008), il Canto a tenore (2008), la Dieta mediterranea (2010) l’Arte del violino a Cremona (2012), le macchine a spalla per la processione (2013) e la vite ad alberello di Pantelleria (2014).

Ieri a Napoli il ministro Franceschini ha fatto festa ai pizzaiuoli e assaggiato diverse specialità. Un morso e poi due e tre: c’è la bianca con strutto, basilico, pecorino e pepe, quella pomodoro, alici, aglio, origano e olio, poi pomodoro, mozzarella, basilico, olio e pecorino e anche il calzone fritto.

Sono le ricette preparate nel 1889 da Raffaele Esposito della pizzeria Brandi per la regina Margherita di Savoia che voleva mangiare il cibo del popolo. Scelse mozzarella e pomodoro, che da allora in suo onore prese il nome di Margherita. Tra un brindisi a suon di spicchi, un selfie con i pizzaiuoli e un’infornata di pizza (Franceschini ha preso la pala carica e l’ha infornata), Franceschini aveva detto: “Speriamo che questo riconoscimento arrivi e restituisca a Napoli e all’Italia il merito di aver inventato la pizza. Non tutti nel mondo sanno che è italiana, l’ingresso nell’Unesco aiuterebbe a ristabilire la verità”. Il sogno si è avverato.


ARTICOLI CORRELATI
E' accaduto a Ximhungwe in Mpumalanga, in Sud Africa. La donna era già sposata con un uomo di 66 anni
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Prime ipotesi sulla data del trasporto della macchina di Santa Rosa a patrimonio immateriale Unesco
I PIU' LETTI IN CULTURA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
2
Ci scrive uno degli alunni della V elementare nella quale insegnava il maestro Alberto Manzi
3
"Il più grande sepolcro circolare dell'età antica, grazie al finanziamento di 6 milioni di euro arrivato dalla fondazione Tim tornerà al suo splendore"
4
LA PREZIOSA OPERA DI BRONZO "MITO MEDITERRANEO" Roma assegnato il premio Capitale Fair Play Italia 2017 a Sergio Pirozzi
“Mito Mediterraneo” realizzata dalla Scultrice Alba Gonzales, sono stati: Sergio Pirozzi, Sindaco di Amatrice, Capitale Fair Play Italia 2017
5
Potrebbe trattarsi addirittura di un antico albergo dell'età imperiale
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
5
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Il Quotidiano del Lazio è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]