Sabato 23 Giugno 2018 ore 17:34
RICOSTRUZIONE
Amatrice, ecco la "Carta dei principi e dei valori" per la ricostruzione
La ricostruzione del Centro Storico di Amatrice terrà conto di aspetti tecnici e strutturali, urbanistici ed architettonici, ma anche paesaggistici e ambientali, sociali e culturali

La ricostruzione del Centro Storico di Amatrice terrà conto di aspetti tecnici e strutturali, urbanistici e architettonici, ma anche paesaggistici e ambientali, sociali e culturali. È questa la sfida del futuro per la Città delle cento Chiese e di Padre Giovanni Minozzi, di Cola Filotesio e degli Spaghetti all'Amatriciana. Per questo nasce, ad Amatrice, la "Carta dei principi e dei valori" presentata dal consigliere delegato alla ricostruzione Filippo Palombini nel corso dell'ultimo consiglio comunale. Il documento è stato votato all'unanimità.

Esso pone le basi per una ricostruzione sicura e rispettosa della storia del territorio e garantisce ampia partecipazione della cittadinanza al processo decisionale che porterà alla ricostruzione del borgo. Saranno rispettati gli edifici storici di pregio e i beni culturali che rappresentano i simboli identitari della storia della Comunità, salvaguardata l'identità architettonica e storica del borgo, valorizzati gli elementi che erano stati compromessi dalle edificazioni recenti e gli elementi storici precedenti che dovessero emergere dalle macerie e dagli scavi, saranno al contempo progettate e integrate tutte le possibili innovazioni. La popolazione sarà parte attiva di questo processo di ricostruzione, in ogni suo stadio, dalla progettazione alla pianificazione attuativa, al fine di giungere a una condivisione più completa possibile del futuro della Città.

"L'officina Laboratorio - dice il consigliere Paolmbini -, che sorgerà all'interno del Parco Minozzi, in una struttura donata ad Amatrice da Enrico Brignano, costituisce una metodologia di pianificazione unica nel suo genere, che individua nella costante partecipazione della popolazione un elemento fondante del processo di pianificazione. All'interno della struttura sarà collocato il plastico di Amatrice, commissionato dalla Fondazione Santarelli di concerto con il Comune di Amatrice e realizzato dall'architetto Marco Travaglini sulla base di una ricerca condotta dall'Università La Sapienza di Roma, prof. Alessandro Viscogliosi. Il plastico rappresenta il borgo com'era alla metà del Novecento: da esso partirà il progetto di pianificazione. La struttura all'interno del Parco Don Minozzi sarà il luogo fisico, completamente accessibile, in cui la popolazione, i tecnici e il mondo scientifico potranno lavorare in forma partecipativa. La sfida della ricostruzione di Amatrice esula non solo dai nostri confini territoriali e provinciali, ma anche dai confini nazionali. E’ la sfida di un borgo storico e di grande valenza culturale, identità di una comunità estremamente legata al proprio territorio che ha vissuto sulla sua pelle come in 60 secondi sia possibile che la forza della natura cancelli mille anni di storia. Non è un tentativo sterile di un recupero del passato - dice ancora Palombini -, è una sfida sul futuro della nostra civiltà. La collaborazione del mondo scientifico e delle accademie può garantire tutto questo e la carta e l'officina laboratorio nascono per convogliare tutte queste collaborazioni in un processo che vede la popolazione come protagonista".

Immagine in archivio


ARTICOLI CORRELATI
La denuncia del sindaco a Sky TG24: "Effettuato sopralluogo con la Protezione Civile, allevatori non sono cittadini di serie C"
Il sindaco di Amatrice interviene ai microfoni di Radio Roma Capitale
Sergio Pirozzi, Nicola Zingaretti, Vasco Errani e Fabio Curcio spiegano il decreto per la ricostruzione
I PIU' LETTI IN CRONACA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
5
Tre casi registrati tra Montesacro e il quartiere africano. Fatti che passano in secondo piano rispetto alle altre storie di cronaca nera
1
Raggiunto il bivio stradale, nell'indecisione l'uomo è finito contro lo spartitraffico ribaltandosi con la macchina
2
La vittima, un uomo di 33 anni è stata trovata morta all'interno di un appartamento in via della Tota 141
3
Il 53enne è stato colpito con un coltello da cucina e ha presentato profonde ferite alla regione ascellare sinistra
4
E' stato trasportato in ospedale il conducente del furgone su cui è finita la donna che si è lanciata dal cavalcavia sulla Cassia bis
5
L'incendio ha interessato un capannone adibito a produzione di derrate alimentari, confezionamento cibi per la ristorazione industriale
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
4
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
5
"Purtroppo, anche persone colte come Sgarbi, dimostrano di essere ignoranti a proposito della figura infermieristica"
Il Quotidiano del Lazio è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]
EDitt | Web Agency