Domenica 16 Dicembre 2018 ore 21:46
VIOLENZA SULLE DONNE
Terracina, 30enne perseguita con violenza e minaccia di morte la ex
Le continue minacce di morte sono state ben presto estese dallo “stalker” anche agli stretti congiunti della vittima

Gli Agenti della Squadra Anticrimine del Commissariato di Terracina, dopo una complessa attività investigativa, hanno dato esecuzione alla misura cautelare personale nei confronti di un terracinese di 30 anni che prevede il divieto di avvicinamento alla parte offesa ed ai suoi prossimi congiunti, in quanto resosi responsabile del reato di atti persecutori (stalking).

La vittima 25enne, anch’essa del luogo, aveva avuto una relazione sentimentale con lo stalker, interrottasi la scorsa estate. Da quel momento l’uomo ha iniziato ad inviare alla sua ex copiosi messaggi tra i quali alcuni dal contenuto inquietante.

Egli dapprima ha cominciato a riversare la sua ira nei confronti della ragazza addebitandole il “fallimento” della loro relazione. Successivamente, ha palesato un odio profondo quanto immotivato augurando alla sua ex, con cadenza quotidiana, ogni sorta di male.

 Le continue minacce di morte sono state ben presto estese dallo “stalker”  anche agli stretti congiunti della vittima, generando in un intero nucleo familiare e nel nuovo compagno un costante e perdurante stato di ansia e di apprensione per la loro incolumità.

L’uomo metteva in atto condotte persecutorie che si concretizzavano con pedinamenti e gesti ingiuriosi, fino a presentarsi, anche in stato di ebbrezza, presso l’abitazione della sua ex fidanzata, chiedendole brevi colloqui, che sfociavano poi in atti di violenza .

I numerosi episodi persecutori avevano costretto la ragazza a cambiare radicalmente le proprie abitudini di vita.

 In uno dei tanti episodi verificatisi, la giovane, mentre si trovava con degli amici in un locale pubblico ed in quel momento gremito, vedeva il suo ex irrompere all’interno. Questi, determinato ad infliggere sofferenza fisica e psicologica alla sua ex fidanzata, la schiaffeggiava violentemente al punto da farla urtare sulla struttura del locale.

A questo punto la giovane vittima, supportata anche dai familiari, decideva di rivolgersi alla Polizia di Stato che approntava un’attività investigativa tesa alla prevenzione di ulteriori condotte criminose nonché mirata alla ricostruzione degli episodi denunciati.

L’attività investigativa che veniva condotta anche acquisendo testimonianze è stata supportata dall’acquisizione di elementi tecnici ed ha portato alla richiesta di misura cautelare, formulata dal Sostituto Procuratore Dott. Gregorio Capasso, che il G.I.P. del Tribunale di Latina Dott. Giuseppe Cario disponeva nei confronti dell’indagato per i gravi indizi di colpevolezza e le esigenze cautelari.

Allo stesso è fatto divieto di avvicinarsi all’abitazione e ai luoghi frequentati dalla vittima e dai prossimi congiunti con l’obbligo di mantenere una distanza minima di 500 mt ovunque si trovino e con il divieto di comunicare con qualsiasi mezzo.


ARTICOLI CORRELATI
A un 40enne di Primavalle era stata tolta la potestà genitoriale. La ex minacciata più volte e costretta a barricarsi
Un 33enne è stato arrestato per aver aggredito e tentato di denudare in strada la sua vecchia fiamma
Ha aggredito la donna alla presenza di una bambina minorenne, nata dalla loro storia
I PIU' LETTI IN CRONACA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
5
Tre casi registrati tra Montesacro e il quartiere africano. Fatti che passano in secondo piano rispetto alle altre storie di cronaca nera
1
Uno muore per caso e se ne fa un simbolo “di quella ‘meglio gioventù’, curiosa, aperta, solidale e europeista”
2
Tutti amavamo Felice Pulici, per quell'aria un po' così che aveva lui, da gentiluomo, innamorato di Roma e della Lazio
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
4
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
5
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Il Quotidiano del Lazio è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]
EDitt | Web Agency