Sabato 23 Giugno 2018 ore 17:32
ANCORA VIOLENZE
Pomezia, arrestate tre maestre per maltrattamenti su bambini
Le insegnanti agli arresti domiciliari. Riprese dalle telecamere mentre insultavano e strattonavano gli alunni

Questa mattina tre maestre della scuola dell'infanzia statale Trilussa sono state arrestate dai Carabinieri della Compagnia di Pomezia, su ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Velletri

La corrispondente Procura della Repubblica ha disposto gli arresti domiciliari per le tre insegnanti, accusate di aver sottoposto i bambini, tra i tre e i cinque anni, a reiterati atti di violenza: i piccoli alunni venivano insultati e umiliati davanti a tutta la classe.

L'indagine è stata condotta dai Carabinieri della stazione di Pomezia con l'ausilio di attività tecniche di intercettazione ambientale e telecamere installate nell'edificio scolastico. Le maestre sono state riprese mentre insultavano e strattonavano i bambini più vivaci, tirandoli per le braccia e per i capelli. Altri ancora venivano costretti a stare in ginocchio o seduti su una sedia in un angolo della classe, isolati dagli altri compagni.  Le insegnanti minacciavano inoltre i bambini, dicendogli che i genitori non sarebbero più tornati a prenderli e che li avrebbero lasciati lì a scuola.  Alcuni di loro, non direttamente coinvolti nei maltrattamenti, hanno riscontrato stati di ansia, rabbia e paura.

Quattro giovani mamme, che avevano notato nei loro figli comportamenti strani e violenti, tra i quali il rifiuto di andare a scuola, hanno deciso di denunciare quanto stava accadendo, dando così il via all'indagine. 

Le maestre sono state sottoposte a procedimento penale per il reato di maltrattamenti in considerazione dei metodi educativi utlizzati, lesivi della sfera psico-fisica degli alunni. Le arrestate sono state poste agli arresti domiciliari e saranno interrogate nei prossimi giorni dal Gip.  

Monterosi, arrestata maestra per maltrattamenti ai bambini

Viterbo. Arrestato 47enne per maltrattamenti a moglie e figlie minorenni

Buche a Roma, scatta l'allarme: "Pronti a chiudere alcune strade" 


ARTICOLI CORRELATI
A Roma nella scuola materna "San Romano" a Portonaccio
Operazione "Iuppiter" compiuta dalla Polizia: una 75enne e una 57enne maltrattavano bambini tra i 3 e i 6 anni
Tre persone intrappolate nell'acqua, automobili sommerse nel sottopasso al km 30 della via Pontina, località Pomezia
I PIU' LETTI IN CRONACA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
5
Tre casi registrati tra Montesacro e il quartiere africano. Fatti che passano in secondo piano rispetto alle altre storie di cronaca nera
1
Raggiunto il bivio stradale, nell'indecisione l'uomo è finito contro lo spartitraffico ribaltandosi con la macchina
2
La vittima, un uomo di 33 anni è stata trovata morta all'interno di un appartamento in via della Tota 141
3
Il 53enne è stato colpito con un coltello da cucina e ha presentato profonde ferite alla regione ascellare sinistra
4
E' stato trasportato in ospedale il conducente del furgone su cui è finita la donna che si è lanciata dal cavalcavia sulla Cassia bis
5
L'incendio ha interessato un capannone adibito a produzione di derrate alimentari, confezionamento cibi per la ristorazione industriale
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
4
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
5
"Purtroppo, anche persone colte come Sgarbi, dimostrano di essere ignoranti a proposito della figura infermieristica"
Il Quotidiano del Lazio è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]
EDitt | Web Agency