Domenica 16 Dicembre 2018 ore 21:47
BLITZ
Mafia, maxi arresto per dodici uomini di Messina Denaro
Tra gli arrestati, anche Vito Nicastri, accusato di aver finanziato la latitanza del padrino di Cosa Nostra

I dodici uomini arrestati dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Trapani e dagli uomini della Dia (Direzione Investigativa Antimafia) sono accusati di associazione mafiosa, estorsione, favoreggiamento e fittizia intestazione di beni.

Sono stati individuati i capi dei due clan e scoperti gregari ed estorsori delle cosche. Secondo quanto riportato da "Il Messaggero", tra gli arrestati è presente anche Vito Nicastri, noto anche come "il re dell'eolico".

Il "Signore del vento", come lo aveva definito il "Financial Times" è finito in carcere con l'accusa di aver finanziato la latitanza di Matteo Messina Denaro, il padrino di Cosa Nostra imprendibile dal 1993. 

La Dia qualche anno fa aveva confiscato all'uomo beni per 1,3 miliardi di euro: questo era il valore delle 43 società di capitali utilizzate per gestire gli affari nel settore eolico.

Le dodici ordinanze di custodia cautelare sono state emesse dal Gip di Palermo su richiesta della Dda (Direzione distrettuale antimafia). Ciò che ha dato vita all'operazione è stata un'inchiesta avviata nel 2014 che aveva come bersaglio esponenti delle famiglie di Vita e Salemi, considerati favoreggiatori di Messina Denaro. 

Le indagini sono state coordinate dal procuratore di Palermo, Francesco Lo Voi, e da Paolo Guido. 

Mafia, morto allʼospedale di Parma il boss di Cosa nostra Totò Riina

Valmontone, Gianluca Volpe: “Questa città, adesso, è non amministrata"

Pomezia, arrestate tre maestre per maltrattamenti su bambini

 


ARTICOLI CORRELATI
I roghi al ristorante "La Bettola" all'Infernetto e "Peppino a Mare" a Ostia sarebbero entrambi di natura dolosa
Esposito su Facebook: "Il reggente del clan Spada di Ostia è un fan di Alessandro Di Battista"
La vicenda di Walter Politano. Le polemiche e la spiegazione del Campidoglio: "Ricollocazione era atto dovuto"
I PIU' LETTI IN CRONACA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
5
Tre casi registrati tra Montesacro e il quartiere africano. Fatti che passano in secondo piano rispetto alle altre storie di cronaca nera
1
Uno muore per caso e se ne fa un simbolo “di quella ‘meglio gioventù’, curiosa, aperta, solidale e europeista”
2
Tutti amavamo Felice Pulici, per quell'aria un po' così che aveva lui, da gentiluomo, innamorato di Roma e della Lazio
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
4
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
5
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Il Quotidiano del Lazio è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]
EDitt | Web Agency