Domenica 17 Novembre 2019 ore 06:27
L'ANALISI DELL'ESPERTO
Siria: "I Raid sono dimostrativi e alla fine siamo tutti felici"
"Gli Stati Uniti hanno mantenuto la parola e bombardato. Sono stati accontentati i falchi a Washington e gli alleati all'estero"

"L'attacco è stato solo dimostrativo, tra Stati Uniti e Russia è stato raggiunto un compromesso e ora sono tutti felici": Sono le parole di Aleksej Khlebnikov, esperto di Medio Oriente del Rossijskij Sovet po Mezhdunarodnym Delam, l'istituto moscovita noto anche con l'acronimo inglese Riac. All'agenzia DIRE risponde al telefono dal suo ufficio di Ulica Bolshaja Jakimanka, a due passi dalla Galleria Tret'jakov, la più grande collezione d'arte russa al mondo. Nel suo passato da ricercatore ci sono però anni in Minnesota e lo studio dei meccanismi politici degli Stati Uniti.

Scusi, ma Vladimir Putin non ha denunciato "un'aggressione" e minacciato "conseguenze"? "Bisogna considerare il contesto. Ci sarebbero state conseguenze se personale o obiettivi militari russi fossero stati colpiti o danneggiati. Questo però non è accaduto e allora sono tutti felici. Gli Stati Uniti hanno mantenuto la parola e bombardato. Sono stati accontentati i falchi a Washington e gli alleati all'estero. Le forze siriane hanno intercettato missili, non hanno subito vittime e i danni alle infrastrutture sono stati solo minori. Il governo di Damasco sopravvive. Pure la Russia ha salvato la faccia. Installazioni e personale sono usciti indenni ed è stata dimostrata l'efficienza dei sistemi di difesa terra-aria. Tra Stati Uniti e Russia è stato trovato un compromesso accettabile. Per questo non dovremmo aspettarci alcuna escalation militare, né alcuno scontro diretto tra Russia e Stati Uniti. La verità è che lo scopo del raid era puramente dimostrativo. Gli Stati Uniti volevano far vedere che sono pronti a utilizzare la potenza militare, mantenendo la parola".

Quali sono le prospettive dei rapporti tra Washington e Mosca con l'amministrazione Trump? "La crisi ha dimostrato che Russia e Stati Uniti mantengono canali di comunicazione abbastanza efficaci, che alla fine hanno permesso di trovare una soluzione di compromesso. Nonostante la retorica utilizzata da entrambe le parti, Washington e Mosca hanno la possibilità di continuare a parlarsi tra loro in modo produttivo in ambiti cruciali. A ostacolare il miglioramento dei rapporti bilaterali sono però fattori interni negli Stati Uniti".

Quale sarà nel prossimo futuro la strategia della Russia in Siria? "L'obiettivo principale di Mosca è risolvere il conflitto il prima possibile. La guerra sta diventando molto pericolosa e costosa. Mosca cercherà di esercitare più pressione sul presidente Bashar Assad perché persegua un progetto politico e accetti compromessi. Ottenere questo risultato però non sarà affatto semplice perché sul terreno l'esercito di Damasco sta vincendo. Come dire: per un compromesso mancano incentivi". (Vig/ Dire) 


ARTICOLI CORRELATI
Dopo gli scontri a Campo de' Fiori, il raid dei tifosi olandesi a piazza di Spagna: gli incivili deturpano Roma
Era stato il candidato di CasaPound alle elezioni comunali di Viterbo. Il raid sarebbe una "spedizione punitiva" per una lite avvenuta alla Garbatella
La palude di Washington che il presidente americano Donald Trump vorrebbe bonificare. Auguri
I PIU' LETTI IN CRONACA
GIORNO SETTIMANA MESE
1
Nella tarda mattinata di sabato 9 Novembre sono stati chiamati i soccorsi per un incidente a un operatore della discarica di rifiuti
Data di pubblicazione: 2019-11-09 12:31:31
2
Il toccante messaggio d'addio che il figlio dell'operaio morto nella discarica in seguito ad un incidente con un automezzo, affida al suo profilo Facebook
Data di pubblicazione: 2019-11-10 20:39:48
3
L'epicentro a sud est di Balsorano in provincia dell'Aquila. Traffico ferroviario sulla linea Roma- Cassino sospeso per accertamenti. Scuole chiuse nel frusinate
Data di pubblicazione: 2019-11-07 18:43:15
4
Programmata una manifestazione per Giovedì 7 Novembre alle 18 al teatro "Le Sedie" di Labaro per far sentire la voce dei Comuni interessati e di tutti i passeggeri
Data di pubblicazione: 2019-11-03 22:06:09
5
A causa delle avverse condizioni meteo, sono stati molti gli interventi della Protezione Civile nella zona dei Castelli Romani. Interessati dalla tromba d'aria anche Velletri, Albano e Lanuvio
Data di pubblicazione: 2019-11-12 21:15:38
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]