Mercoledì 22 Maggio 2019 ore 03:58
ARMI FACILI
USA, trova pistola sul sedile e a soli 3 anni spara alla madre incinta
L’arma, una calibro 9mm, era stata lasciata incustodita dal papà, sceso dall’auto per fare shopping. La madre è ora in ospedale. Il padre è stato arrestato. I bambini affidati ai servizi sociali

Un fatto terribile raccontato dalla NBC e verificatosi a Merrillville, in Indiana: una bimba di soli 3 anni ha sparato a sua madre, incinta, mentre erano in auto. Come è potuto accadere? La dinamica dei fatti è stata ricostruita dalla polizia e dai testimoni oculari giunti in soccorso della donna: la signora Shanique Thomas, di 21 anni, era seduta in auto con i due figli di 1 e di 3 anni in attesa che il compagno (Menzo Brazier, 21 anni anche lui) finisse di fare spese in un negozio.

Prima di scendere dall’auto è stato proprio Menzo a lasciare la sua pistola 9mm incustodita sul sedile, a pochi centimetri dalla sua bambina di 3 anni. Che poco dopo l’ha afferrata, ha iniziato a giocarci fino a che non è partito il colpo che ha attraversato il sedile e ferito gravemente sua madre (incinta!) alle spalle.

I dipendenti del negozio, attirati dalle urla della donna, hanno subito chiamato aiuto e allontanato i figli della coppia, in attesa dell'arrivo dei soccorsi: Il primo pensiero è stato portare via i bambini da lì. Li abbiamo presi e portati nel negozio nel tentativo di tranquillizzarli più che potevamo. La bimba era sporca di sangue, mi guardava, mi accarezzava il collo e si aggrappava a me, le ho detto che era tutto ok” ha raccontato una testimone alla NBC.

La donna ricoverata d'urgenza al Loyola Hospital è ora in condizioni critiche ma stabili, mentre non si conoscono ancora le condizioni del feto. Il suo compagno è stato invece arrestato per aver messo in pericolo dei minori, che sono stati temporaneamente affidati ai servizi sociali dell'Indiana. Come ampiamente prevedibile, la bambina che ha sparato Non aveva idea di quello che ha fatto, era molto spaventata” ha commentato il sergente detective James Bogner, a cui sono state affidate le indagini. Il caso, l'ennesimo, non può non riaprire l’infinito dibattito sulla diffusione delle armi negli USA.


ARTICOLI CORRELATI
L’omicidio del giornalista svela un complicato scacchiere che potrebbe far saltare le economie di mezzo mondo
A Genazzano mamma arrestata. Figlio denunciato a piede libero
Il primo di una serie di appuntamenti che vedranno interagire nel museo espressioni artistiche di diverse culture, anche distanti nel tempo e nello spazio. Biglietto ingresso 1 euro
I PIU' LETTI IN CRONACA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
4
Tre casi registrati tra Montesacro e il quartiere africano. Fatti che passano in secondo piano rispetto alle altre storie di cronaca nera
5
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
1
Sequestrati 243 chili di droga
2
I dissidi tra padre e figlia erano frequenti. E' da capire se la giovane donna abbia agito per difendersi da un'aggressione del padre
3
Il padre ha buttato giù la porta, e ha visto il corpo a terra della figlia che non dava segni di vita; inutili i tentativi disperati di rianimarla
4
L'accusa per la 19enne Debora è stata derubricata in eccesso colposo di legittima difesa

5
Da segnalare che all'interno della stazione ferroviaria di Frosinone manca un sistema di videosorveglianza
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
5
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Il Quotidiano del Lazio è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]