Mercoledì 20 Marzo 2019 ore 20:17
BATTERE L'INDIFFERENZA
"Amore è rispetto": Rete contro la violenza di genere e il bullismo
Lo slogan è: il silenzio e l'indifferenza uccidono più della violenza

AMORE E’ RISPETTO - Rete contro la violenza di genere, è un gruppo di uomini e donne che hanno deciso di unire gli sforzi per combattere, l’ormai annoso problema della violenza sulle donne ed il bullismo con ogni tipo di azione che può andare da convegni, spettacoli a tema, iniziative culturali di vario tipo; tutto ciò che , insomma, possa sensibilizzare e far riflettere l’opinione pubblica su questo tema. Un’azione che vada oltre l’elencazione dei numeri di femminicidi, la spettacolarizzazione dei media che poi, spenta l’eco dei sensazionalismi non ha riscontro in azioni efficaci che portino a un vero cambio di mentalità e ad un nuovo sentire.

L’Associazione è nata ufficialmente il 25 Maggio 2017, dagli sforzi convinti di un gruppo di volontari residenti tra Canale Monterano, Oriolo, Bassano Romano e Roma, decisi a contrastare i fenomeni del bullismo e della violenza sulle donne.

Troppo spesso sentiamo parlare di disgrazie annunciate, troppo spesso si cerca di intervenire su situazioni ormai al limite ed è per questo che il nostro slogan è: il silenzio e l'indifferenza uccidono più della violenza stessa.

Nel confronto è emerso che portare l’Educazione al Rispetto di Genere nelle scuole sia l’investimento a lungo termine più “ripagante” per raggiungere l’obiettivo della PARITA’ e del RISPETTO. Questi temi devono poi, naturalmente, essere ampliati e portati a confronti con i genitori, gli educatori sportivi e religiosi, facendo sì che l’educazione al rispetto permei ogni attività formativa di bambini e ragazzi.

Come sempre accade nel volontariato, ci siamo uniti spontaneamente per supplire ad un’assenza delle istituzioni in quello che invece riteniamo sia un punto nodale per il futuro del nostro Paese, perché lavorare sulla formazione al RISPETTO ed alla NON-VIOLENZA con le generazioni più giovani garantisce per domani dei cittadini responsabili e consapevoli.

Abbiamo all’interno del nostro gruppo tre professionisti che si occupano dello sviluppo e della realizzazione di questi progetti. Il fenomeno che trattiamo è talmente vasto, talmente forte, talmente crudele e talmente infido che anche lavorare in rete è fondamentale. E’ utile scambiarsi informazioni, confrontare documentazioni e discutere, ed ogni persona, ogni associazione e le istituzioni (ospedali, ASL, scuole, carabinieri, polizia ecc ecc) sempre nel massimo rispetto della privacy, devono mettere a disposizione le proprie esperienze nell’ottica di poter ricevere dalle esperienze altrui. La nostra associazione è naturalmente aperta a nuove adesioni e ad ogni forma di contributo nella lotta di contrasto al bullismo ed all’eliminazione della violenza sulle donne, vi aspettiamo.

"Amore è rispetto": Rete contro la violenza di genere

Piazza Caduti di Nassyria - Canale Monterano (Roma)

amore.rispetto@gmail.com

334 9305540


ARTICOLI CORRELATI
Una persona all'interno dell'appartamento risulta gravemente ferita
Un ragazzo di 31 anni di Roma residente a Manziana ha preso il fucile del fratello agricoltore e ora è in gravi condizioni. Alla base del gesto pare ci sia la depressione
I fatti in mattinata in via Lazio: un 27enne ha perso il controllo della sua auto, schiantandosi contro un mezzo pesate
I PIU' LETTI IN OPINIONI I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
"Purtroppo, anche persone colte come Sgarbi, dimostrano di essere ignoranti a proposito della figura infermieristica"
2
Lo spettacolo offerto dai Pooh ieri sera resterà nella memoria di chi l'ha visto come il concerto italiano più grande mai organizzato negli ultimi anni
3
ANALFABETI DIGITALI La vita vista da Google map
Non si vive di solo Facebook, Twitter o Instagram. Esistono molti mondi diversamente social in Rete, e uno dei più interessanti è Google maps
4
A Tonnarella ci si può svegliare con calma, concedersi una granita al cioccolato con panna e brioche. Addio aranci, limoni e mandarini
5
Sapete qual è il problema? Che alle Province hanno lasciato la proprietà ma hanno ridotto al lumicino risorse umane e finanziarie
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
5
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Il Quotidiano del Lazio è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]