Giovedì 19 Luglio 2018 ore 19:38
FRONTI AVVERSI
Lo scontro Saviano-Salvini è lo specchio dei tempi della nostra società
Il dialogo e l'intelligenza restano le sole armi che possono davvero avere effetto. Gli opposti non si incontreranno mai

Lo scontro frontale Saviano-Salvini è lo specchio dei tempi della nostra società, tempi difficili. I due, di per sé all'opposto su tutto, si equivalgono sul modo di portare avanti la propria politica, il proprio modo di pensare: in modo diretto e a volte spettacolare. Con una chiosa finale che poi evidenzieremo. Saviano è da anni un protagonista sulle scene italiane, e produce un giornalismo di coraggio contro malcostume, camorre, malavita organizzata. I suoi lavori sono ormai famosi in tutto il mondo, libri e serie televisive come Gomorra sono state tradotte e premiate ovunque. La scorta che gli è stata assegnata non ha matrice politica, lo segue, non lo accompagna a fare shopping ed è una garanzia alla sua incolumità. A nessuno piace ricevere minacce di morte. Saviano va spesso ospite in una certa televisione, quella che oggi ad alcuni non piace più. Da qui nasce il caso.

Ad un Ministro degli Interni dinamico ed esplosivo come Salvini (vedremo fino a quanto efficiente) tutto ciò non piace. Salvini non lo manda a dire: anzi, dinanzi a chi lo stuzzica in pubblico sulla questione Saviano, Salvini risponde con parole di sfida e sarcasmo. Come giudicare altrimenti i suoi saluti e baci a Saviano, se non con lo scherno? Ma la sfida in risposta a chi e che cosa esattamente. Il pericolo che io vedo è uno, quello dello sfascio morale del nostro Paese, perennemente in bilico tra tendenze più che serie prese di posizioni, e sempre sotto l'occhio del ciclone: l'Italia sul palco come una star tra paparazzi.

Salvini ha fatto sue alcune logiche e concrete paure quotidiane del nostro popolo. Quel popolo che frequenta le metropolitane di Roma per andare a lavorare e si vede assalito da bande di ragazzini rom, come quello dei signori veneti sigillati nelle loro villette con la pistola sul comodino contro le scorribande dei ladri notturni. Salvini sa fare il suo mestiere e ne trae vantaggio. Spesso dice ciò che pensa, senza se, né ma e senza filtri o veli: il suo messaggio arriva direttissimo, come gli effetti di una scena di efferata violenza descritta nei minimi particolari da Saviano in Gomorra.

Ma non dimentichiamo: mentre Saviano fa cronaca e spettacolo e talvolta parla anche alla testa della gente, davanti a una scena di Gomorra possiamo cambiare canale; Salvini invece fa politica, qui lo "spettacolo" deve cambiare per forza, Salvini ha davanti al popolo tutto, responsabilità maggiori. Non solo quelle del pistolero difensore dell'ordine e dei diritti della gente, ma anche quelle di un propugnatore di calma ed equilibrio. Le affermazioni di un Ministro della Repubblica non devono riempire pagine di romanzi né sceneggiature. I tempi sono difficili e per alcuni, a capirsi si fa prima a sparare. Ma il dialogo e l'intelligenza restano le sole armi che possono davvero avere effetto. Gli opposti non si incontreranno mai, ma almeno possono virare nella stessa direzione.

 

Leggi anche:

Salvini: "Ragazze e ragazzi, in bocca al lupo per la maturità!"

Tweet terribile contro Meloni: “Se sei fascista devi penzolare”


ARTICOLI CORRELATI
La prima serie è stata replicata ieri sera per la prima volta in chiaro su Rai 3 dopo un'introduzione di Roberto Saviano
Gomorra la serie, prodotta da Sky e Cattleya che la critica ha definito come la migliore mai realizzata in Italia
Una prefazione di Roberto Saviano, una canzone di Marco Ligabue con il rapper di Lucariello
I PIU' LETTI IN OPINIONI I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
"Purtroppo, anche persone colte come Sgarbi, dimostrano di essere ignoranti a proposito della figura infermieristica"
2
Lo spettacolo offerto dai Pooh ieri sera resterà nella memoria di chi l'ha visto come il concerto italiano più grande mai organizzato negli ultimi anni
3
ANALFABETI DIGITALI La vita vista da Google map
Non si vive di solo Facebook, Twitter o Instagram. Esistono molti mondi diversamente social in Rete, e uno dei più interessanti è Google maps
4
A Tonnarella ci si può svegliare con calma, concedersi una granita al cioccolato con panna e brioche. Addio aranci, limoni e mandarini
5
Sapete qual è il problema? Che alle Province hanno lasciato la proprietà ma hanno ridotto al lumicino risorse umane e finanziarie
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
4
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
5
"Purtroppo, anche persone colte come Sgarbi, dimostrano di essere ignoranti a proposito della figura infermieristica"
Il Quotidiano del Lazio è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]
EDitt | Web Agency