Giovedì 19 Luglio 2018 ore 19:37
LA LINGUA INGLESE E IL LAVORO
L'importanza di certificare la lingua inglese
Un’azienda che riceve curricula di persone con simili requisiti tecnici, si soffermerà quindi molto sul fattore Inglese

Perché prendere un certificato se si parla già bene la Lingua Inglese? Molti pensano che sia quasi una perdita di tempo frequentare un corso di Inglese specifico per la preparazione di un esame internazionale e il rilascio della relativa certificazione, contando sul fatto che sia comunque sufficiente avere una buona comprensione della lingua ed esprimersi in modo corretto per cogliere buone opportunità professionali.

In realtà avere un buon livello non basta più; nel mondo del lavoro attuale la lingua Inglese viene data quasi per scontata ed è diventata quasi obbligatoria per ogni settore.

Prima le persone che parlavano l’Inglese erano molte di meno e spesso bastava inserire in un curriculum tra i requisiti, la conoscenza della Lingua, per essere chiamati per svolgere un colloquio in Inglese e testarne le capacità, e questo bastava.

Ora però la concorrenza è aumentata: le persone che parlano bene Inglese sono sempre di più ed hanno anche Livelli più elevati quindi le aziende svolgono sempre più una preselezione.

Ormai i curricula vengono ricevuti tutti online e spesso vi sono proprio degli addetti che si occupano della selezione del personale visionando con attenzione le centinaia di C.V. che arrivano, vista la grande richiesta di lavoro nel mondo di oggi.

Il certificato di Lingua Inglese è una vera garanzia: non parliamo di semplici attestati, che vengono rilasciati da qualsiasi scuola, ma di un vero e proprio Certificato Ufficiale nonché Diploma di Lingua Inglese svolto da commissioni Internazionali apposite che valutano tutte le competenze dell’Inglese con la massima rigidità: ecco perché viene considerato attendibile al 100%.

Un’azienda che riceve curricula di persone con simili requisiti tecnici, si soffermerà quindi molto sul fattore Inglese. Il certificato di Lingua Inglese di un livello B2 è una sicurezza per l’Azienda, che nel momento in cui contatta il candidato ha la garanzia che il Livello specificato sia veritiero. Occhio però alle date! Spesso un certificato troppo datato non è considerato attendibile in quanto la conoscenza della Lingua non rimane mai invariata ma si modifica nel tempo; è possibile quindi che se il Diploma è stato preso molti anni prima l’Azienda ne terrà conto in maniera negativa. Il Livello minimo consigliato del Certificato è il B2, accettato quasi ovunque in Italia, ma se si punta a cercare un lavoro all’Estero il livello si alza fino al C1.

Esistono vari tipi di certificazioni e tra le più importanti troviamo: Cambridge, Ielts, Toefl; con questi Diplomi rapportati ad un livello B2-C1, il lavoro è assicurato.

Inoltre, pur con una buona conoscenza della Lingua Inglese, non è consigliato sottovalutare la difficoltà dell’Esame: è sempre utile svolgere una preparazione mirata con Testi Ufficiali aggiornati e Docenti Esperti e Madrelingua che aiutino nelle simulazioni dell’Esame soffermandosi sulle difficoltà maggiori che si riscontrano.

Un corso di Preparazione alle Certificazioni con Insegnanti Qualificati garantisce il Risultato dell’Esame.


ARTICOLI CORRELATI
Il buon inglese della Raggi ci riporta immediatamente alla fantastica intervista di un suo predecessore, il sindaco Francesco Rutelli
"Kids&Us" offre corsi di inglese per ragazzi, a partire dal primo anno di vita
Tutti questi esercizi uniti a un ottimo corso di Inglese renderanno lo studio della Lingua più dinamico e i risultati saranno molto più veloci
I PIU' LETTI IN RUBRICHE I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
Centoquindici i fuochi d'artificio sparati sul mare per salutare il doppio compleanno dei festeggiati
2
Nella canzone il rocker attacca i legali che "alzano il calice al cielo sentendosi Dio" per il ritardo delle sentenze
3
Luttuosi, snob e cattivi
4
Se la cartella allegata alla Pec è in formato ‘pdf’, la notifica non può ritenersi valida
5
Il magnate uzbeko Alisher Usmanov, amante dell'arte, ha un patrimonio stimato intorno ai 14 miliardi di euro
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
4
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
5
"Purtroppo, anche persone colte come Sgarbi, dimostrano di essere ignoranti a proposito della figura infermieristica"
Il Quotidiano del Lazio è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]
EDitt | Web Agency