Domenica 17 Novembre 2019 ore 21:59
NOTTE DEI DESIDERI
La notte di San Lorenzo, ma non è più il 10 agosto la notte delle stelle
L’11 agosto ci sarà il novilunio e la luna resterà completamente in ombra, permettendo alle stelle di brillare ancora di più in un cielo poco illuminato

Anche quest’anno è giunto il giorno dei desideri, quello in cui si mette da parte la ragione e si affida le proprie speranze a luci fortunate nel cielo. La notte di San Lorenzo, ovvero quella tra il 10 e l’11 agosto, è da tradizione il momento migliore per scollare gli occhi dal cellulare e rivolgerli in alto per ammirare uno spettacolo raro nel resto dell’anno, quello delle stelle cadenti.

In realtà quelle che osserviamo non sono vere e proprie stelle ma frammenti meteorici di polveri e roccia, chiamati Perseidi (dal nome dalla costellazione d’origine) che, arrivati nella nostra atmosfera, bruciano per attrito, lasciando la caratteristica scia visibile anche a occhio nudo.

Questi frammenti sono stati generati dalla disintegrazione di una cometa, la Swift-Tuttle, osservata per la prima volta nel 1862. Il fenomeno si verifica quando la Terra passa in prossimità dell’incrocio tra la sua orbita e quella della cometa in questione, “tuffandosi” così nella nube di polveri seminata da quest’ultima lungo il proprio percorso attorno al Sole.

Ma perché questo fenomeno astronomico è legato al giorno di San Lorenzo? Per comprendere la leggenda è necessario conoscere la storia del martirio del Santo, arso sopra una graticola. Le luci che vediamo nel cielo il 10 agosto, giorno in cui perì San Lorenzo, simboleggerebbero infatti i tizzoni ardenti che bruciarono il suo corpo.

In passato la notte del 10 agosto era la migliore per osservare le Perseidi, tuttavia nell’ultimo secolo la situazione è un po’ cambiata. I giorni precedenti e successivi al 10 agosto restano sempre quelli più propizi, ma la notte con più ‘stelle cadenti’ è diventata quella tra il 12 e il 13 agosto.

Quest’anno poi ci sarà un altro evento che permetterà di vedere ancor meglio il cielo stellato: l’11 agosto, infatti, ci sarà il novilunio e la luna resterà completamente in ombra, permettendo alle stelle di brillare ancora di più in un cielo poco illuminato.

I luoghi migliori dove assistere a questo fenomeno astronomico restano sempre quelli aperti e lontani dalle fonti luminose, possibilmente in montagna. E’ possibile anche immortalare le scie luminose in uno scatto ma per tentare l’impresa è bene disporre di una fotocamera capace di esposizioni relativamente lunghe. Le probabilità di successo dipendono da svariati fattori, come l’area di cielo inquadrata nella ripresa, la luminosità dell’obiettivo impiegato, la sensibilità ISO adottata.


ARTICOLI CORRELATI
Nella canzone il rocker attacca i legali che "alzano il calice al cielo sentendosi Dio" per il ritardo delle sentenze
Suggestiva notte di San Lorenzo nella riserva naturale del monte Soratte
Tutti invitati stasera, 10 agosto, a osservare le stelle cadenti e…non solo
I PIU' LETTI IN APPUNTAMENTI
GIORNO SETTIMANA MESE
1
Quest’anno la regia e il coordinamento artistico della Festa di Roma 2020 sono a cura di Fabrizio Arcuri, Claudia Sorace e Francesca Macrì
Data di pubblicazione: 2019-11-17 10:45:25
1
Quest’anno la regia e il coordinamento artistico della Festa di Roma 2020 sono a cura di Fabrizio Arcuri, Claudia Sorace e Francesca Macrì
Data di pubblicazione: 2019-11-17 10:45:25
1
A SPASSO NEL FINE SETTIMANA CON ANCI LAZIO Dove andare a Roma e nel Lazio nel weekend del 1, 2 e 3 Novembre
Questa fine della settimana nel Lazio e in redazione si parla di sacro, profano e prodotti fatti a mano!
Data di pubblicazione: 2019-11-01 08:22:49
2
A SPASSO NEL FINE SETTIMANA CON ANCI LAZIO Dove andare a Roma e nel Lazio nel weekend dell'8, 9 e 10 Novembre
Come scaldarsi con i piatti tipici locali della stagione e il calore delle feste che hanno luogo ogni weekend nei piccoli centri abitati dei nostri borghi
Data di pubblicazione: 2019-11-07 17:18:33
3
Nel cammino del compositore, e più ancora nella sua biografia, Idomeneo segna inoltre una tappa fondamentale
Data di pubblicazione: 2019-11-03 11:50:13
4
Così il direttore Giordano Antonelli presenta questo concerto: Il cosmopolitismo della città lagunare fluisce nelle opere di Vivaldi
Data di pubblicazione: 2019-11-08 11:26:29
5
Aprirà il suo primo concerto romano con un omaggio all’Italia, le Sonate K 443, 208, 29 e 435 di Domenico Scarlatti
Data di pubblicazione: 2019-11-09 08:56:18
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]