Martedì 26 Marzo 2019 ore 05:20
TURPILOQUI
Bestemmia: quando l'espressione ingiuriosa è concessa dalla legge Italia
L'oltraggio alla Madonna e ai Santi non è sanzionabile. Mentre è punita con multa l'imprecazione a Dio

Ha fatto il giro del web il video dove si intravede Carlo Ancelotti, tecnico del Napoli, bestemmiare durante la gara contro la Sampdoria. Nessuna sanzione civile o sportiva per il tecnico, sì perché il regolamento calcistico, così come la giurisdizione statale, vieta la bestemmia ma solo se rivolta contro la "Divinità". A ben vedere la Federazione gioco calcio prevede la squalifica se si bestemmia in campo contro Dio e Allah, ritenendo lecito scaricare i propri nervi contro la Madonna e perché no contro ogni Santo. E poco importa se ci si lascia leggere il labiale da alcuni migliaia di spettatori. 

Fino al '99 la bestemmia in Italia era prevista come reato, dopodiché è stata depenalizzata e viene considerata solo un illecito amministrativo. Inoltre, l'oltraggio verso la Madonna e i santi non è sanzionabile, in quanto si tratterebbe di meri "oggetti" di culto.

La mancanza del divieto ha reso "normale" formulare certe imprecazioni, non ci si meraviglia se il tizio al supermercato impreca mentre cerca di decifrare la lista della spesa, oppure se il vicino di ombrellone decide di prendersela con la Santissima Immacolata perché gli è andata della sabbia sul telo da mare. La bestemmia non è più materia penale, per cui si può rischiare al massimo di incappare in una multa da pochi centinaia di euro, nella rara ipotesi in cui un ausiliare del traffico possa udire l'imprecazione rivolta a Dio (e sempre ammesso che l'ausiliare in questione sia dotato di una certa levatura morale). D'altronde non siamo fatti di ferro e per gestire talune crisi di nervi diventa lecito persino dimenticare educazione, buon senso e rispetto del culto altrui. 

Foto catturata da video imprecazione 

LEGGI ANCHE:

Serie D, Coppa Italia:La Vis Artena si prepara ad affrontare la Flaminia

Vaccini: Marcia indietro. A scuola con autocertificazioni


ARTICOLI CORRELATI
Fa discutere l'iniziativa di due artisti argentini che hanno realizzato una particolare versione della bambola
La beatitudine degli umili
"Il 31 ottobre mascherate i vostri figli da santi". Appuntamento nella chiesa di San Michele Arcangelo al Borgo
I PIU' LETTI IN COSTUME I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
Una location insolita, il quartier generale di Andrea e Giacomo Cappella per la fascia di Miss Kia Lazio 2015
2
In tre giorni a Fiuggi si sono sfidati un centinaio di ragazzi tra i più belli d'Italia FOTO
3
Alice Sabatini dopo aver vinto Miss Kia Lazio 2015 ha vinto anche la finale regionale di Miss Lazio 2015
4
In abiti Celli Alta Moda hanno sfilato le finaliste Alice Sabatini, Francesca Serra e Eleonora Mazzarini
5
Miss Italia 2015 Regione capolista il Lazio con tre rappresentanti: Alice Sabatini, Amanda Munini e Livia Pizzi
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
5
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Il Quotidiano del Lazio è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]