Martedì 17 Settembre 2019 ore 02:19
La IAGR dà i numeri sulla regolamentazione sul gioco d’azzardo
Durante la conferenza di Copenaghen sono stati individuati i trend più importanti a livello globale, coinvolgendo 37 giurisdizioni in 6 diversi continenti

Lo scorso 17 settembre si è tenuta la Conferenza di Copenaghen, in cui, tra le altre cose, è stata presentata un’indagine molto interessante intitolata “La regolamentazione del gioco d’azzardo nel 2017” a cura dell’International Association of Gaming Regulators. Una ricerca così voluminosa non era mai stata condotta: si tratta di una vera e propria prima volta per quanto riguarda la tematica della regolamentazione del gioco d’azzardo.

Sono stati individuati i trend più importanti a livello globale, coinvolgendo 37 giurisdizioni in 6 diversi continenti. I più importanti sono risultati essere quelli concernenti la tutela dei consumatori e l’integrità del mercato; tra le questioni più impellenti ci sono la protezione di coloro che usufruiscono del servizio (89%), la lotta ai problemi di salute che derivano dal mondo del gioco (84%) e alle regole che riguardano il gioco (84%).

Nell’ambito del gioco terrestre, tra i giochi regolamentati dominano le lotterie, al 97%, seguite dal bingo (94%), casinò (91%), slot machine (85%) e scommesse sportive (82%). Per quanto riguarda l’online, invece, abbiamo le scommesse con la percentuale più alta, al 73%, seguite dalle lotterie al 67% e poi dai giochi da casinò (53%) e dal bingo (35%).

È stato anche annunciato che il lavoro della IAGR continuerà anche l’anno prossimo. In questi giorni, infatti, inizierà la nuova ricerca che continuerà fino ad ottobre, e all’inizio del 2019 verranno presentati i nuovi risultati. Questi ultimi verranno diffusi ai membri dell’associazione, tra cui, però, non c’è l’Italia.

La survey si è, inoltre, occupata anche di quelle che saranno le tematiche del futuro, in ordine di priorità. A comandare la classifica sono gli eSports, a cui fanno seguito social games e skins betting. È stata prestata particolare attenzione anche alle attività come le loot-box che non hanno vincite in denaro, ma sono comunque dinamiche correlabili all’azzardo. L’ultima grande novità potrebbe riguardare l’introduzione dei social games nelle moderne slot machine online gratis, nello specifico molti sviluppatori stanno sviluppando dei titoli con caratteristiche simili a livello di gameplay di molti giochi che hanno riscontrato un notevole successo, sia nella rete che a livello mobile.

La IAGR ha comunicato altresì che nel 59% dei casi non ci sono regolamentazioni nei confronti degli investitori provenienti dall’estero, focalizzandosi soprattutto su casinò e betting. Nell’84% dei casi, le giurisdizioni si occupano e adoperano un imponente lavoro per risolvere le questioni relative al GAP (Gioco D’Azzardo Patologico) e alla risoluzione di problemi che correlano l’azzardo con la criminalità, che si divide in riciclaggio di denaro (35%), gioco illegale (30%) oppure semplicemente frodi e truffe (30%). La soluzione più adoperata è quella di una sanzione (35%), ma è possibile, in parte minore, anche l’intervento sui giocatori fraudolenti (15%) oppure sul blocco dei pagamenti o anche blocco degli accessi ai siti web, entrambi al 10%.


ARTICOLI CORRELATI
Denunciata dai Carabinieri una 50enne del posto
di Mariagloria Fontana
La campagna di prevenzione contro le dipendenze da comportamenti a rischio
I PIU' LETTI IN ECONOMIA
GIORNO SETTIMANA MESE
1
L'istituto bancario passa all'incasso e affida a Christie’s la vendita di migliaia di pezzi, fra cui capolavori dei grandi maestri del Rinascimento
Data di pubblicazione: 2019-09-07 17:31:58
2
Se rimarranno reddito di cittadinanza e quota cento, è bene che qualcuno spieghi dove si andranno a trovare le risorse necessarie. La domanda è semplice
Data di pubblicazione: 2019-09-09 16:59:00
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]