Martedì 19 Marzo 2019 ore 18:22
NUOVO TENTATIVO DELLE ONG
Aquarius2, nuova bandiera e altra partita con Salvini
La nave ONG con nuovo nome e nuova bandiera salva 11 persone ma si rifiuta di trasbordarle su pattugliatore libico

Ritorniamo a parlare di navi, salvataggi, ONG e porti chiusi oltre che, naturalmente di un chiaro braccio di ferro tra alcune ONG e il ministro dell'Interno Salvini. Un nuovo recupero di persone in acque libiche, infatti, è stato effettuato dalla nave  Aquarius 2; nuovo nome, nuova bandiera panamense, stessa nave che, a poche miglia dalla costa, si è rifiutata di collaborare con la guardia costiera di Tripoli e ora naviga senza meta nel Mediterraneo.

sulla notizia è intervenuto il ministro dell’Interno Matteo Salvini il quale ha affermato:"certamente non avrà spazio nei porti italiani".

La notizia del soccorso è venuta da Medici senza frontiere e da Sos Mediterranee che sono le due ong che gestiscono la Aquarius 2 e che hanno affermato di aver cercato un porto nel quale sbarcare le persone salvate, dopo aver rifiutato di riportarli nel Paese nordafricano e dopo aver  contattato le autorità italiane, maltesi e tunisine.

E' sempre Sos Mediterranee ad affermare che le autorità italiane hanno passato l'ìnformazione alla Marina libica, che prontamente ha chiesto all'Aquarius 2 di trasferire i migranti su un loro pattugliatore.

Nemmeno tale alternativa è stata positivamente recepita dalla Aquarius2 che si è rifiutata opponendo la motivazione che non essendo la Libia riconosciuta come un porto sicuro non si potevano legalmente trasbordare delle persone che sarebbero state rimandate indietro.

Continua, pertanto, una sorta di gioco degli scacchi, basta ricordare quanto accaduto con la Aquarius e con la Diciotti, che vede come scacchiera il Mediterraneo e come pezzi le ONG, Salvini, le navi e le persone soccorse che, sempre più, appaiono essere strumenti di una partita politico-ideologica.


ARTICOLI CORRELATI
La Francia per il rispetto di diritti e solidarietà ma chiude il porto di Marsiglia e per 58 migranti chiede aiuto ad altre nazioni. Ma non era semplice accoglierli tutti in Italia?
Dopo il ritiro della bandiera da parte di Gibilterra e Panama alla nave Aquarius, poi divenuta Aquarius2, sono iniziate le polemiche
Un banale litigio si è trasformato in una scazzottata
I PIU' LETTI IN CRONACA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
4
Tre casi registrati tra Montesacro e il quartiere africano. Fatti che passano in secondo piano rispetto alle altre storie di cronaca nera
5
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
1
L'uomo sapendo di dover finire in carcere per un anno e mezzo si era allontanato dalla propria abitazione facendo perdere le proprie tracce
2
Nicola Orazi, noto imprenditore della zona, è caduto in un dirupo ed ha battuto la testa
3
Etichettatura personalizzata e spedizioni in tutta Italia
4
"Il nostro sistema nega ancora qualsiasi soggettività all'animale e punisce debolmente, con pene inefficaci i reati compiuti a danno degli animali"
5
Sono arrabbiati i papà separati che già devono sudare sette camicie per vedere rispettati i propri diritti
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
5
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Il Quotidiano del Lazio è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]