Lunedì 18 Novembre 2019 ore 04:05
INTANTO SI APRE IL TOTO BANDIERA
Aquarius, dopo la revoca delle bandiere le polemiche
Dopo il ritiro della bandiera da parte di Gibilterra e Panama alla nave Aquarius, poi divenuta Aquarius2, sono iniziate le polemiche

Dopo il ritiro della bandiera da parte di Gibilterra e Panama alla nave Aquarius, poi divenuta Aquarius2, sono iniziate le polemiche e le accuse al governo italiano; secondo le ONG che gestiscono la nave, infatti, Panama avrebbe subito pressioni dal governo italiano. Intanto la nave Aquarius non potrà continuare a navigare fino a che non troverà un altro paese disposto a iscriverla nei propri registri navali dotandola della bandiera del proprio Paese.

Queste accuse proferite da Sos Mediterranee e Medici senza frontiere sono state prontamente smentite dal ministro dell'Interno Salvini il quale ha sostenuto che "nessun Paese al mondo vuole prendersi la responsabilità di essere identificato con una nave che intralcia le operazioni di soccorso in maree  rifiuta il coordinamento con la guardia costiera libica"; Salvini inoltre ha affermato che la Aquarius è una nave che "pretende di distribuire dei clandestini in Europa e carica decine di persone pur essendo oceanografica." In effetti il continuo botta e risposta tra le ONG interessate e il ministro dell'Interno si chiude con una espressione di quest'ultimo il quale, con accento provocatorio, così si è espresso: "Mentre Panama toglieva la bandiera alla nave Ong Aquarius 2, che torna così ad essere una 'nave fantasma', la Guardia costiera libica salvava e riportava in Libia piu' di 200 immigrati".

Dopo questi momenti concitati per le ONG e di grande soddisfazione per il ministro si apre il toto bandiera con la scommessa di quale sarà la prossima nazionalità di cui si rivestirà la Aquarius; attendiamo sviluppi in merito.


ARTICOLI CORRELATI
La nave ONG con nuovo nome e nuova bandiera salva 11 persone ma si rifiuta di trasbordarle su pattugliatore libico
La Francia per il rispetto di diritti e solidarietà ma chiude il porto di Marsiglia e per 58 migranti chiede aiuto ad altre nazioni. Ma non era semplice accoglierli tutti in Italia?
Un banale litigio si è trasformato in una scazzottata
I PIU' LETTI IN CRONACA
GIORNO SETTIMANA MESE
1
Le conseguenze ricadono quotidianamente sui cittadini e i pendolari che usufruiscono del servizio
Data di pubblicazione: 2019-11-17 12:24:29
2
Devastazione e danneggiamenti ovunque nel Lazio
Data di pubblicazione: 2019-11-17 15:34:17
3
Ogni anno in Italia scompare un paese di 4000 persone, tante sono le vittime delle strade italiane
Data di pubblicazione: 2019-11-17 14:10:28
1
Nella tarda mattinata di sabato 9 Novembre sono stati chiamati i soccorsi per un incidente a un operatore della discarica di rifiuti
Data di pubblicazione: 2019-11-09 12:31:31
2
Il toccante messaggio d'addio che il figlio dell'operaio morto nella discarica in seguito ad un incidente con un automezzo, affida al suo profilo Facebook
Data di pubblicazione: 2019-11-10 20:39:48
3
L'epicentro a sud est di Balsorano in provincia dell'Aquila. Traffico ferroviario sulla linea Roma- Cassino sospeso per accertamenti. Scuole chiuse nel frusinate
Data di pubblicazione: 2019-11-07 18:43:15
4
Programmata una manifestazione per Giovedì 7 Novembre alle 18 al teatro "Le Sedie" di Labaro per far sentire la voce dei Comuni interessati e di tutti i passeggeri
Data di pubblicazione: 2019-11-03 22:06:09
5
A causa delle avverse condizioni meteo, sono stati molti gli interventi della Protezione Civile nella zona dei Castelli Romani. Interessati dalla tromba d'aria anche Velletri, Albano e Lanuvio
Data di pubblicazione: 2019-11-12 21:15:38
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]