Lunedì 20 Maggio 2019 ore 05:32
"SALVINI NEO NAZIONALISTA FASCISTOIDE E XENOFOBO"
Sui migranti l'Italia non è stata lasciata sola, a dirlo i Verdi Europei
Per la copresidente dei Verdi Europei, Monica Frassoni, Salvini e compagnia vogliono smantellare l'UE insieme a Orban


Monica Frassoni bresciana, nata in Messico, vive a Bruxelles con un compagno belga e parla 5 lingue, presidente dei verdi europei, parla di neo nazionalismo fascistoide e xenofobo riferendosi a Salvini che accomuna a Orban anche nel loro disegno di distruzione dell'UE. In tal senso vanno le affermazioni della Frassoni che afferma  "Salvini e i suoi amici sono riusciti a far passare l’idea che noi dobbiamo vivere in una società monocolore e uniforme che non dobbiamo aver nessun interesse a conoscere gli altri" cercando di giustificare e motivare le sue affermazioni e le sue tesi.

La Frassoni respinge l'assunto circolante che l'Italia sia stata lasciata sola e a suo vanatggio invoca l'alto numero delle richieste di asilo proposte in Germania, oltre alle ingenti somme di denaro europeo che è stato erogato dall'UE all'Italia; secondo il presidente dei Verdi Europei il vero problema è che in Italia le leggi creano illegalità, come ad esempio la Bossi-Fini e il discorso sulla pericolosità dei migranti non è altro che retorica anzi, aggiunge di più affermando che il numero di reati commessi dai migranti è causato dalle circolari del ministero dell'Interno che permettono di cadere nell'illegalità più facilmente.

Ci va ancora più duro nei confronti di Salvini quando si parla di Europa Unita attribuendo al ministro dell'Interno la responsabilità di aver creato una idea sbagliata di Europa Unita utilizzando due elementi, quella che lei definisce una pericolosa alleanza di nazionalisti che punta a smantellare l’Europa e che vede alleati Salvini e Orban e un secondo elemento rappresentato da una percezione negativa dell’Europa basata in modo preponderante sulle fake news.

Probabilmente la Frassoni ha ragione nell'affermare che tutto il nostro sentire è basato su fake news, evidentemente il popolo italiano è costituito da visionari e allucinati oltre che da creduloni che abboccano alla prima stupidaggine che viene proposta; probabilmente sono fake le notizie di quotidiani e forze dell'ordine in merito al numero e alla tipologia di reati commessi da immigrati che oggi non sappiamo se definirli clandestini oppure no; probabilmente ha ancora ragione la Frassoni quando afferma, con lungimiranza e sapiente discernimento, che le circolari del ministero dell'Interno inducono i migranti a delinquere o rendono delittuosi comportamenti altrimenti normali. Se pensiamo, infatti, alla circostanza che i principali reati di cui si macchiano sono quelli di aggressione o di natura sessuale come quelli di violenza nei confronti delle donne allora ancora una volta dobbiamo dare ragione alla Frassoni quando definisce, coloro che iniziano a nutrire seri dubbi sull'UE, appartenenti ad una diffusissima sottocultura antieuropea.

Forse è vero, siamo tutti appartenenti ad una sottocultura che, certamente, non è l'eletta cultura di coloro i quali immediatamente etichettano chi non rientra, con il proprio pensiero, nella visione globale ed illuminata degli europeisti e, nel caso specifico, dei Verdi Europei; non possiamo che ringraziare Monica Frassoni per la lezione di civiltà che ha dato a noi italiani del terzo mondo, arretrati e sottoacculturati.


ARTICOLI CORRELATI
Speriamo che il nostro appello sia accolto da chi potrà attribuire al museo il valore e l'importanza che merita
Provvedimento contro i giovani militanti del Fronte della gioventù che avevano interrotto i lavori dell'Assemblea
Macabra intimidazione al Pd. Un manichino impiccato al cancello della sezione di Roma Nord a Ponte Milvio
I PIU' LETTI IN POLITICA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
2
"Purtroppo, anche persone colte come Sgarbi, dimostrano di essere ignoranti a proposito della figura infermieristica"
3
Chiuse le indagini: la Raggi potrebbe rispondere di falso per la nomina di Renato Marra e di abuso d'ufficio per quella di Romeo
4
I controlli dei dipendenti pubblici assenti per malattia da settembre saranno svolti dell'INPS e non più dalle Asl e i medici potranno bussare alla porta dei malati più di una volta al giorno
5
"Era il polmone verde della città di Roma, con un'amministrazione comunale che si dimentica di organizzare la manutenzione, il controllo e la prevenzione"
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
5
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Il Quotidiano del Lazio è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]