Martedì 10 Dicembre 2019 ore 17:18
BADANTE OMICIDA
Monterotondo, Arrestata badante, soffocò anziana con busta di plastica
44enne di origini polacche, domiciliata da tempo a Monterotondo, è la responsabile dell'omicidio di una 86enne di Cersosimo (Pz), compiuto nel 2013

I Carabinieri della Stazione di Monterotondo (Rm) hanno dato esecuzione ad un ordine di carcerazione emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Lagonegro (PZ) nei confronti di una 44enne di origini polacche, domiciliata da tempo a Monterotondo.

La donna fu arrestata nel 2015 a Monterotondo poiché ritenuta, in concorso con un connazionale, responsabile dell’omicidio dell’86enne Angela Valicenti, una pensionata di Cersosimo (PZ) parzialmente disabile di cui, per un periodo di tempo, prestò servizio come badante, compiuto il 9 giugno 2013.

Dopo l’arresto e un periodo di tempo trascorso nel carcere di Rebibbia, la 44enne era stata sottoposta alla misura cautelare degli arresti domiciliari nella sua abitazione di Monterotondo.

Secondo quanto accertato dagli inquirenti, la cittadina polacca, che all’epoca dei fatti aveva allacciato una relazione sentimentale con il figlio della pensionata conosciuto a Roma, avrebbe soffocato la vittima, con la complicità del connazionale, utilizzando una busta di plastica.

Il movente dell’omicidio è stato trovato nell’opposizione che la pensionata aveva più volte esternato nei confronti del rapporto tra la 44enne e suo figlio, il quale, proprio a causa dei problemi di salute della madre, aveva lasciato Roma, dove si era stabilito con la compagna polacca, per far ritorno nel paese natio impedendo alla coppia di poter continuare a soggiornare nella Capitale, altro motivo di astio maturato dalla badante nei confronti della vittima.

La cittadina polacca, che deve scontare la pena di 13 anni, 7 mesi e 9 giorni di reclusione, è stata portata nel carcere di Rebibbia, dove rimane a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.


ARTICOLI CORRELATI
Al Teatro Golden di Roma è andata in scena "La fine all'alba" della compagnia stabile Assai fatta da detenuti
Deceduto un giovane, ferite altre 4 persone tra cui due bambini trasportati in eliambulanza
Un 47enne e la compagna 27enne gestivano un traffico di prostitute minorenni, che venivano collocate sulla Tiburtina
I PIU' LETTI IN CRONACA
GIORNO SETTIMANA MESE
1
Operazione d'arresto da parte dei Carabinieri Nas nelle provincie di Roma, Latina e Caserta. L'intervento finalizzato a bloccare la rete di un sistema corruttivo, ha avuto successo
Data di pubblicazione: 2019-12-10 10:35:50
1
Mentre la Capitale annaspa tra i rifiuti e cade nelle buche si celebra in gran fasto l'accensione di "Spelacchio"
Data di pubblicazione: 2019-12-08 09:33:51
2
Faceva credere di versare gli assegni ricevuti a favore della Compagnia Assicuratrice, ma la nota Compagnia assicurativa era all'oscuro delle truffe che si stavano perpetrando
Data di pubblicazione: 2019-12-09 10:22:39
3
Si parte soprattutto dalle regioni del Nord con in testa Lombardia e Veneto, terza la Sicilia
Data di pubblicazione: 2019-12-09 14:06:34
4
Previsti venti in grado di strappare facilmente ramoscelli dagli alberi e rendere difficoltoso camminare controvento
Data di pubblicazione: 2019-12-09 19:47:17
5
"La sicurezza sul lavoro è un tema fondamentale, il Lazio ha un triste primato: il numero di vittime più alto rispetto alla media nazionale"
Data di pubblicazione: 2019-12-09 12:54:50
1
Dopo le piogge violente del mese di novembre, masse di terreno si staccano, danni ingenti
Data di pubblicazione: 2019-12-03 09:41:30
2
I finanzieri coordinati dalla Direzione Distrettuale Antimafia stanno eseguendo nelle province di Roma, Latina, Napoli e Bari 16 ordinanze di custodia cautelare
Data di pubblicazione: 2019-12-02 11:41:22
3
Treni vecchi e spesso guasti, ritardi costanti e stazioni fatiscenti; i pendolari dicono basta
Data di pubblicazione: 2019-12-03 10:47:43
4
Il quartiere scende in strada perché non ha bisogno di irruzioni poliziesche, ma di strutture e investimenti
Data di pubblicazione: 2019-12-05 09:05:51
5
La figlia del brigadiere deceduto non crede al suo suicidio e si prepara a lottare anche da sola per la verità
Data di pubblicazione: 2019-12-06 09:05:18
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]