Giovedì 13 Dicembre 2018 ore 11:40
METODO DI BELLA
Metodo Di Bella: il mondo ne riconosce il valore ma non cita la fonte
Il Relativismo ha inquinato anche la verità scientifica

L’oligarchia criminale e paranoica che controlla la nostra società mediante un’ossessiva retorica demagogica di mistificazione, falsificazione e disinformazione, ha degradato la Verità, da Valore assoluto, oggettivo, immutabile, a categoria soggettiva, relativa, mutevole. Anche i paradigmi della  ricerca scientifica e della pratica medica sono ormai inquinati  da questa aberrante concezione tipica dell’eclissi della civiltà e dell’oscuramento dei valori morali che viviamo. L'agenzia semi-ufficiale russa Sputnik (edizione in italiano) ha pubblicato giorni fa un articolo su uno studio di scienziati russi relativo all'efficacia di melatonina e retinoidi nella terapia dei tumori, ovviamente senza citare il Prof Di Bella, riportando il servizio stampa del centro di ricerca del Laboratorio di Resistenza Cellulare che ha condotto lo studio.

Olga Krestinina, autrice dello studio e direttrice dell'Istituto di Teoria e Biofisica Sperimentale RAS a Pushino ha dichiarato: "...Abbiamo studiato come la combinazione di melatonina e le concentrazioni ridotte di acido retinoico influenzino lo sviluppo di cellule tumorali leucemiche acute umane, la cui combinazione ha portato a una diminuzione del 70% del numero di cellule tumorali e al 64% della divisione cellulare". La pubblicazione per esteso in inglese è reperibile sulla banca dati scientifici biomedica al seguente link:                                           https://www.researchgate.net/publication/327803698_Melatonin_Can_Strengthen_the_Effect_of_Retinoic_Acid_in_HL-60_Cells
Può essere utile, sul tema degli studi sull’Acido Retinoico e Melatonina in funzione antitumorale, ricordare che alla sezione “Pubblicazioni Scientifiche” del sito della nostra Fondazione sono, ormai da più di un decennio, reperibili decine di pubblicazione sulle basi scientifiche e riscontri clinici del  Metodo antitumorale formulato del Prof. Luigi Di Bella, oltre a relazioni e comunicazioni a congressi nazionali e mondiali che hanno anticipato di decenni le pubblicazioni della Prof.ssa Olga Krestinina.

A partire dal 1969, al Congresso Nazionale di Fisiologia di Alghero, il Prof Luigi Di Bella presentò comunicazioni sulla Melatonina, e la relazione di Alghero fu pubblicata agli atti del congresso. Nel 1978 comunicò sull’interazione antitumorale di Melatonina e Ac. retinoico con gli altri componenti del Suo Metodo , al “ First Colloquium of the European Pineal Study Group Amsterdam Netherland ; 20-24 nov. 1978 ”-. Lo studio fu pubblicato l’anno seguente dalla rivista Prog. Brain Res. col titolo “Perspectives in pineal functions”.1979;52:475-8. Di Bella L, Rossi MT, Scalera G. Come si documenta, il Prof Luigi di Bella ha anticipato di quaranta anni acquisizioni scientifiche presentate oggi come innovative e originali scoperte. Questo dato di fatto è facilmente verificabile e documentato dalle pubblicazioni riportate nel sito Metodo Di Bella, che sono anche recensite e reperibili sulle maggiori banche dati biomediche: www.pubmed.gov e  https://www.researchgate.net/

E’ possibile verificare l’attività scientifica della Fondazione Di Bella accedendo direttamente alla pagina di una delle più prestigiose ed utilizzate banche-dati scientifiche. Migliaia di pazienti hanno applicato da oltre 30 anni il MDB e i riscontri clinici sono stati pubblicati sulle maggiori banche dati internazionali biomediche in decine di studi che documentano i meccanismi d’azione biochimici e molecolari con cui il MDB ha conseguito un notevole progresso in oncologia.

Facendo una ricerca su  www.pubmed.gov   e digitando “Garattini e ATRA” (acronimo dell’acido tutto trans retinoico ) si evidenziano parecchi studi dell’Istituto Mario Negri, diretto dallo stesso prof. Garattini, sugli effetti antitumorali dell’Ac Retinoico, e pubblicati dal figlio del medesimo Prof. Garattini. Ma quando hanno concluso la sperimentazione ministeriale del MDB nel 1998, l’ac Retinoico fu dichiarato inefficace, non funzionava, e il Metodo Di Bella fu dichiarato pubblicamente inefficace. L’illustre Prof Garattini non ha mai perso occasione di diffamare pubblicamente il prof. Di Bella e disprezzare la sua attività scientifica. Oggi, tra le tante aberrazioni del nostro tempo, siamo giunti ad un nuovo capitolo della ricerca biomedica, per cui la validità, credibilità, scientificità di un’acquisizione scientifica non è più un dato oggettivo, assoluto, anche se sperimentalmente documentato verificato e verificabile, ma relativo, soggettivo, mutevole, vincolato, validato dall’autore.

Se pubblica il Prof Luigi Di Bella interamente a sue spese, con 40 anni di anticipo rispetto ai luminari della ricerca, alle immacolate, disinteressate vestali della comunità scientifica, è invece un ciarlatano, un imbonitore, un cantastorie, come afferma anche l’”illustre” Prof. Burioni nel capitolo “dedicato” al prof. Di Bella, nel suo recente libro. Se invece i luminari, i lampadari, i santoni di regime, pubblicano con finanziamenti pubblici e/o privati, gli stessi, identici dati, le stesse acquisizioni scientifiche anticipate dal Prof Di Bella, le loro sono invece  prestigiose, innovative, originali scoperte scientifiche e spettacolari progressi clinici, così come annunciati dalle agenzie di stampa e magnificati dai canali mainstream dei circoli di potere.

*Dott. Giuseppe Di Bella, figlio del Prof. Luigi Di Bella e promotore della Terapia anticancro Metodo Di Bella

 

Leggi anche:

Metodo Di Bella: pregiudizi da sfatare nella prevenzione dei tumori

Fondazione Di Bella per migliorare la prognosi del tumore alla mammella

Metodo Di Bella, le testimonianze di 5 pazienti in lotta con il tumore

 


ARTICOLI CORRELATI
Il ruolo cancerogeno svolto da fattori ambientali è sempre più rilevante
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
Il caso clinico: Un bimbo presenta alla nascita una neoformazione di 6 cm all’arto inferiore destro, asportata dopo soli 12 giorni di vita
I PIU' LETTI IN SALUTE E BENESSERE I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
La remissione completa e stabile di tumori della mammella e della prostata senza intervento chirurgico, chemio o radio
2
Il caso clinico: Un bimbo presenta alla nascita una neoformazione di 6 cm all’arto inferiore destro, asportata dopo soli 12 giorni di vita
3
In 3 mesi con la cura Di Bella una riduzione della massa tumorale di oltre il 50%, dato certificato e firmato da un oncologo che consiglia il proseguimento del MDB
4
Il ruolo cancerogeno svolto da fattori ambientali è sempre più rilevante
5
In Italia non esistevano società in grado di offrire alle famiglie servizi di assistenza domiciliare integrata
1
Cgil, Cisl e Uil unite nella protesta contro le condizioni di lavoro e gli stipendi, inferiori a quelli del settore pubblico
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
4
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
5
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Il Quotidiano del Lazio è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]
EDitt | Web Agency