Mercoledì 22 Maggio 2019 ore 06:41
ABUSI SULLA EX FIDANZATA
Paliano, romeno condannato a 4 anni di carcere per violenza sessuale
I fatti risalgono allo scorso anno. Il tribunale ha anche inflitto all'uomo, residente a Serrone, l'interdizione dai pubblici uffici per cinque anni. La difesa presenterà ricorso in appello

Un uomo di 31 anni di origini romene è stato condanna a quattro anni di carcere per violenza sessuale. I fatti risalgono allo scorso anno, quando l'ex fidanzata 38enne denunciò di essere stata vittima di un'aggressione sessuale a Paliano. 


Violenza sessuale in casa e all'interno di un furgone

Dopo aver trascorro una serata con la donna, il 31enne la convinse a seguirlo a casa. Secondo l'accusa, lì si sarebbero cominciate a consumare le violenze, poi proseguite in un furgone dove l'uomo le avrebbe legato le gambe per poi abusarla a più riprese. La donna, che chiese aiuto al suo nuovo compagno, si recò in ospedale a farsi visitare e presentò una denuncia nei confronti dell'uomo, residente a Serrone, poi arrestato dai Carabinieri. 


La condanna a quattro anni di reclusione

In sede processuale il pm Monica Montemerani ha avanzato la richiesta di condanna a quattro anno nei confronti dell'uomo. La difesa, rappresentata dall'avvocato Gabriella Sugamele, ha sostenuto che non ci fosse traccia della violenza subita, che non sarebbe stata riscontrata dai medici. Il tribunale ha inflitto al romeno la pena di quattro anni di reclusione e l'interdizione dai pubblici uffici per cinque anni. La difesa ha annunciato che farà ricorso in appello.


Violenza sulle donne, Bonaccorsi: dati allarmanti

Proprio pochi giorni fa sul tema della violenza di genere l'assessora regionale Lorenza Bonaccorsi ha snocciolato alcuni numeri: "I dati Istat sono allarmanti: il 31, 5% delle donne tra i 16 e i 70 anni ha subito nel corso della propria vita una qualche forma di violenza fisica o sessuale, ma solo il 3,4% delle donne vittime di violenza si è rivolta a un centro antiviolenza".

 

Leggi anche:

Femminicidi: nell'allarme sicurezza, "Prima gli italiani". Leggi i dati

San Lorenzo, presi 2 senegalesi, avrebbero violentato e ucciso Desirée


ARTICOLI CORRELATI
I coniugi sarebbero entrambi sordomuti: l'uomo ha tentato il suicidio ed è ora piantonato
E' bruciato ieri l'ex capannone della Snia in zona Castellaccio tra Anagni e Colleferro
L'iniziativa è stata sottoscritta dal sindaco di Anagni e condivisa da altri comuni dell'area nord del frusinate
I PIU' LETTI IN CRONACA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
4
Tre casi registrati tra Montesacro e il quartiere africano. Fatti che passano in secondo piano rispetto alle altre storie di cronaca nera
5
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
1
Sequestrati 243 chili di droga
2
I dissidi tra padre e figlia erano frequenti. E' da capire se la giovane donna abbia agito per difendersi da un'aggressione del padre
3
Il padre ha buttato giù la porta, e ha visto il corpo a terra della figlia che non dava segni di vita; inutili i tentativi disperati di rianimarla
4
L'accusa per la 19enne Debora è stata derubricata in eccesso colposo di legittima difesa

5
Da segnalare che all'interno della stazione ferroviaria di Frosinone manca un sistema di videosorveglianza
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
5
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Il Quotidiano del Lazio è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]