Sabato 20 Luglio 2019 ore 16:15
CRONACA GAVIGNANO
Forte contestazione al vescovo Apicella
Nella messa d'insediamento di Don Alberto a Gavignano i parrocchiani urlano contro il vescovo
Stamane un centinaio di parrocchiani di San Sebastiano Martire di Valmontone si sono recati a Gavignano per la messa d'insediamento di Don Alberto Raviglia. Alcuni di loro si erano organizzati da Valmontone con un pullman per sostenere il loro parroco in questa giornata che sanciva il trasferimento ufficiale a Gavignano. Chi ci ha letto in questi mesi ha potuto seguire la controversia tra il vescovo della Diocesi di Velletri - Segni, Mons. Vincenzo Apicella e i parrocchiani valmontonesi, che non hanno mai accettato la sua decisione di trasferire, dopo 40 anni, Don Alberto ad un'altra parrocchia. Quello di oggi è stato un ulteriore segno di disapprovazione.

Presenti le Autorità, la banda e il vescovo Apicella, che al momento della lettura del decreto che ufficializzava l'insediamento a parroco di Don Alberto Raviglia a Gavignano, è stato fortemente contestato dai parrocchiani: "Vergogna" gli hanno ripetuto più volte e poi hanno lasciato la chiesa.

Prima dell'accaduto, Loredana, la sorella di Don Alberto, aveva chiesto con umiltà, visto che sia Don Alberto, legato alla sua Parrocchia e ai parrocchiani da oltre 40 anni, che l'ex parroco di Gavignano, non gradivano il trasferimento, di congelare questo "immotivato trasferimento", da un punto di vista giuridico e umano.

Il vescovo, da parte sua, ha ribadito con forza che è un trasferimento che rientra nella normalità delle cose e che un parroco non appartiene ad una singola parrocchia, ma è soggetto a trasferimenti, come lo è stato lui nella sua carriera ecclesiastica, pur se questo significa dolore e sofferenza per chi lo subisce, e alle urla ha risposto con altrettante urla e inviti a lasciare la chiesa.

Un Don Alberto Raviglia commosso e applauditissimo è stato abbracciato dall'inizio alla fine da tutti i suoi parrocchiani, vecchi e nuovi.

ARTICOLI CORRELATI
Lunedì 24 Giugno, ore 21.00, al Villaggio Rinascita di Valmontone
Grande partecipazione alla fiaccolata per don Alberto Raviglia a Valmontone
Dal 14 al 20 Aprile visiterà la Parrocchia di San Sebastiano Martire
I PIU' LETTI IN CRONACA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
4
Tre casi registrati tra Montesacro e il quartiere africano. Fatti che passano in secondo piano rispetto alle altre storie di cronaca nera
5
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
1
In mattinata si sono formate lunghe code in direzione Roma, tra Colleferro e San Cesareo. Quattro le persone rimaste ferite
2
“Miss Mamma Italiana” è il primo concorso nazionale di bellezza e simpatia
3
L'uomo che soffriva di crisi depressive, secondo quanto accertato dai militari di Torrimpietra, si sarebbe tolto la vita con un fucile
4
Al vaglio degli investigatori le immagini delle videocamere di sorveglianza per chiarire l'esatta dinamica di quanto accaduto 
5
L'uomo è stato portato all'ospedale Sant'Anna. I Carabinieri indagano sulla vicenda
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
5
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]