Giovedì 13 Dicembre 2018 ore 12:19
DOPO LA TRAGEDIA
Esplosione Salaria a Borgo Quinzio, le parole di Matteo Salvini
Il ministro dell'Interno affida ai social network il pensiero per le vittime dell'incendio avvenuto in provincia di Rieti

"Un pensiero commosso alle famiglie che stanno soffrendo e un grazie, per l’ennesima volta, agli eroici soccorritori". Lo scrive su Twitter il vicepremier Matteo Salvini in riferimento alle esplosioni avvenute nel pomeriggio a Borgo Quinzio, all'altezza del km 39 della via Salaria, provocando due morti e diciassette feriti.


Le parole di Matteo Salvini sull'esplosione a Borgo Quinzio

Il ministro dell'Interno affida il suo pensiero anche a Facebook: "Esplosione a Rieti: almeno dieci feriti e due morti, tra cui un Vigile del Fuoco. Altri sette Vigili del Fuoco sono ricoverati con ustioni di vario tipo. Un pensiero commosso alle famiglie che stanno soffrendo e un grazie, per l’ennesima volta, agli eroici soccorritori. Da ministro faccio e farò di tutto per tutelare le donne e gli uomini che lavorano per la sicurezza degli Italiani, aumentando il personale e migliorando le condizioni lavorative". 


Esplosione su via Salaria, le parole del questore di Rieti

Intanto parla il questore di Rieti Antonio Mannoni: "Posso confermare che il bilancio della tragedia è pesante. L'esplosione è partita da un'autocisterna che stava scaricando gpl nell'area di servizio. C'è stato un primo incendio e mentre i vigili del fuoco e il 118 stavano operando è avvenuta una violentissima esplosione". "Al momento - ha aggiunto Mannoni - i vigili del fuoco stanno mettendo in sicurezza l'area e la cisterna, raffreddandola. Le vittime sono un pompiere e un civile che si trovava nei pressi del distributore ed è stato investito dall'esplosione".

 

Leggi anche:

Esplosione Salaria a Borgo Quinzio, due morti e dodici feriti

Salvini, Spataro e il tweet che mette a rischio il blitz della polizia


ARTICOLI CORRELATI
I feriti sarebbero 12. Via Salaria chiusa nel tratto interessato dall'incendio
Diciassette feriti, tre gravi. A provocare lo scoppio sarebbe stata un'autocisterna in fiamme
Lo schianto è avvenuto al km 40, fra Borgo Quinzio e Borgo Santa Maria. La vittima è un centauro 37enne
I PIU' LETTI IN CRONACA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
5
Tre casi registrati tra Montesacro e il quartiere africano. Fatti che passano in secondo piano rispetto alle altre storie di cronaca nera
1
La persona in difficoltà, data per dispersa, era uscita su un'imbarcazione
2
Dietro al mondo del trap e agli incidenti, come quello nella discoteca di Corinaldo, solo il vuoto dei valori e il gioco del profitto

3
Presidiata la città e il confine con la Germania, il killer è riuscito a evitare 2 blitz della Polizia
4
Il sindaco Antonio Cicchetti: "Stefano Colasanti ha avuto il coraggio di rischiare la propria vita per salvarne altre”
5
Pochi sanno che da 15 anni a questa parte Laura raccoglie fondi per aiutare i bambini, i malati, gli indigenti del Kenya
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
4
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
5
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Il Quotidiano del Lazio è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]
EDitt | Web Agency