Venerdì 19 Aprile 2019 ore 13:21
SI VA AVANTI
Ncc, sciopero della fame, passata la prima notte: "Uniti si vince"
La notte in camper davanti al Parlamento, sono Giulio Alosi, Maurizio Modesti, Marco Palumbo, Alessandro Di Stefano e Carmelo Galati

Hanno trascorso la notte in camper davanti al Parlamento. Sono alcuni rappresentanti degli Ncc, operatori del noleggio con conducente e precisamente: Giulio Alosi, fondatore e consigliere nazionale Anitrav, Maurizio Modesti, Marco Palumbo, e due Ncc siciliani che sono arrivati dall'isola, per dare man forte alla causa della propria categoria: Alessandro Di Stefano da Palermo e Carmelo Galati da Catania. "Due coraggiosi - ci dice Giulio Aloisi - che sono preoccupati per la sorte del loro lavoro e per il futuro della famiglia e hanno fatto un lungo viaggio per sostenere la nostra lotta. Carmelo ha anche problemi di salute, ha il diabete e non potrebbe sottoporsi a stress eccessivi ma ha voluto esserci ed è con noi per lo sciopero della fame".

Roma, installati nuovi autovelox: ecco la lista

Continua Aloisi, infeddolito ma per nulla dimesso: "Ieri al Senato si è aperta la seduta ma è stata chiusa immediatamente, oggi e domani dovrebbero andare avanti fino alle 22. Possono accadere due cose: che il Decreto legge che ci riguarda, il 143, venga stralciato dal Disegno di Legge sulle Semplificazioni, perché per accelerare l'iter hanno incardinato il nostro Decreto, scritto di notte dal Ministro Toninelli insieme agli avvocati che tutelano i tassisti e lo dico perché quegli avvocati l'hanno rivendicato in audizione di aver scritto il Decreto legge, sul Disegno di Legge sulle Semplificazioni che già era partito a Dicembre scorso. Allora o viene stralciata la nostra posizione perché noi cosa c'entriamo con il Disegno di Legge sulle Semplificazioni e così avremmo più tempo per ragionare sul nostro futuro con il viceministro Rixi, oppure c'è il riscchio che passi tutto alla fiducia tra due giorni e che il Decreto rimanga così com'è e che quindi metta fine al nostro lavoro".

Ncc, noleggio con conducente: sciopero della fame davanti al Parlamento

Conclude Aloisi: "Prime 24 ore di sciopero della fame. Io i miei quattro colleghi abbiamo passato la prima notte sotto al parlamento. Operazione autorizzata dalla questura che ringraziamo. Per ora siamo ancora in grado di ragionare e quindi di resistere  per portare avanti i diritti delle nostre imprese e il futuro delle nostre famiglie. Ci dà forza e coraggio il sostegno di tutti i colleghi che ci inviano messaggi da tutta Italia e che vengono a supportarci sul posto, punto. Il coraggio di opporci a questa grande ingiustizia che vede il governo italiano schierato e e appiattito sulla lobby dei tassisti. Non capisco come si può far chiudere imprese che fino a dicembre erano legali e produttive e ora per un Decreto scritto per mano dell avvocato dei tassisti e passato al Ministro Toninelli, ci rende abusivi. Imprese che con il loro operato hanno creato occupazione e benessere per molte famiglie del settore".

Super ricchi e super poveri. La “denuncia” fuorviante di Oxfam


I PIU' LETTI IN CRONACA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
4
Tre casi registrati tra Montesacro e il quartiere africano. Fatti che passano in secondo piano rispetto alle altre storie di cronaca nera
5
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
1
Scontro mortale nella galleria di Sant’Antonio al Monte nella canna verso Ascoli
2
Ceccariglia, poliziotto in pensione, era molto conosciuto in paese per la sua passione per le auto e le corse
3
I Carabinieri della Compagnia di Tivoli stanno dando esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari
4
Il sisma rilevato dall'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia
5
Rischio di nuovo maltempo per Pasquetta. Ma gli esperti: "E' una tendenza, attendere conferme"
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
5
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Il Quotidiano del Lazio è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]