Domenica 19 Gennaio 2020 ore 19:50
SOPRAVVISSUTI
27 gennaio, il silenzio di Auschwitz e il giorno della memoria
Memoria che traspare ancora oggi terribilmente vivida e violenta, nelle dettagliate testimonianze dei sopravvissuti alla Shoah

Un baluardo a difesa della memoria. È così che mi sento, il 27 gennaio di ogni anno, da quando ho visitato i campi di concentramento e sterminio di Auschwitz-Birkenau. Memoria che traspare ancora oggi terribilmente vivida e violenta, nelle dettagliate testimonianze dei sopravvissuti alla Shoah… e, soprattutto, nei loro occhi. Memoria di cui si può sentire ancora il terribile odore, in quell’assordante quiete che oggi ristagna nei ‘campi’ e che è annunciata da quel muto: “Grido di disperazione e ammonimento all’umanità sia per sempre questo luogo“… incarcerato in una lapide all’entrata. Il silenzio di Auschwitz/Birkenau è qualcosa di gelido, di più freddo della neve e del vento che ti pugnalano a ripetizione la faccia, quando lo attraversi in inverno. E’ una lama vecchia, sporca, arrugginita e poco affilata che ad ogni dettaglio affonda nelle tue certezze e nelle tue emozioni. Penetrandole, macchiandole, lacerandole. Per sempre.

Quello di Auschwitz/Birkenau è un silenzio che ti avvolge, che ti sconvolge, che ti riempie l’anima di stupore, di vuoto, di pietà, di un’estrema tristezza. E che, come una eco ovattata, quasi impercettibile, ti sussurra ad ogni passo: "Perché?". Non lo capirò mai… come tutti. Ma io ho sentito quel freddo, ho ascoltato quel silenzio. Io ho visto. Io so. E non dimenticherò. Perché ciò che è accaduto all’uomo laggiù, non dovrà mai più avere luogo. Un baluardo a difesa della memoria. È così che mi sento, il 27 gennaio di ogni anno, da quando ho visitato quei campi di concentramento e sterminio. Perché, come diceva Primo Levi: "Auschwitz è fuori di noi, ma è intorno a noi, è nell'aria. La peste si è spenta, ma l'infezione serpeggia: sarebbe sciocco negarlo".

Foto di Alessio Biondino

Lo hanno trovato morto il piccolo Julen, in un pozzo, come Alfredino

Reddito di cittadinanza ai clochard, anche i senzatetto potranno averlo


ARTICOLI CORRELATI
Lo ha dichiarato il vicesindaco di Valmontone, Eleonora Mattia
Insieme agli studenti per "Il giorno della memoria"
I PIU' LETTI IN CRONACA
GIORNO SETTIMANA MESE
1
In alcune aree, tra cui l'Europa occidentale, è impossibile inviare contenuti multimediali quali video e messaggi vocali
Data di pubblicazione: 2020-01-19 19:04:08
1
In alcune aree, tra cui l'Europa occidentale, è impossibile inviare contenuti multimediali quali video e messaggi vocali
Data di pubblicazione: 2020-01-19 19:04:08
1
Il presidente del gruppo Goia: "Abbiamo creduto nel governo giallo-verde, ora siamo di nuovo spremuti come limoni"
Data di pubblicazione: 2020-01-10 12:30:56
2
I soccorsi sanitari hanno constatato lo schiacciamento degli arti inferiori, disponendo il trasporto attraverso l'eliambulanza al Policlinico Agostino Gemelli di Roma FOTO
Data di pubblicazione: 2020-01-11 19:27:55
3
Poco prima delle 6:00 un’abitazione in via Fontanelle è andata a fuoco, sembrerebbe a causa di un cortocircuito
Data di pubblicazione: 2020-01-01 13:04:10
4
Incidente stradale sulla Strada Statale 4, in cui sono rimaste coinvolte due autovetture
Data di pubblicazione: 2020-01-05 16:03:59
5
I Monti Prenestini sono molto ricchi di biodiversità. Oltre al ritorno del cervo, anche la presenza del gatto selvatico, dato quasi per estinto, è un segnale molto importante
Data di pubblicazione: 2020-01-12 17:50:49
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA
4
DOMENICA 17 - PALAZZO DORIA PAMPHILJ
5
IL SINDACO SANNA: "COLLEFERRO DIFFERENZIA AL 70%, ROMA AL 46%"
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]