Acquafondata Acuto Alatri Alvito Amaseno Anagni
Aquino Arce Arnara Arpino Atina Ausonia
Belmonte Castello Boville Ernica Broccostella Campoli Appennino Casalattico Casalvieri
Cassino Castelliri Castelnuovo Parano Castro dei Volsci Castrocielo Ceccano
Ceprano Cervaro Colfelice Colle San Magno Collepardo Coreno Ausonio
Esperia Falvaterra Ferentino Filettino Fiuggi Fontana Liri
Fontechiari Frosinone Fumone Gallinaro Giuliano di Roma Guarcino
Isola del Liri Monte San Giovanni Campano Morolo Paliano Pastena Patrica
Pescosolido Picinisco Pico Piedimonte San Germano Piglio Pignataro Interamna
Pofi Pontecorvo Posta Fibreno Ripi Rocca d'Arce Roccasecca
San Biagio Saracinisco San Donato Val di Comino San Giorgio a Liri San Giovanni Incarico San Vittore del Lazio Sant'Ambrogio sul Garigliano
Sant'Andrea del Garigliano Sant'Apollinare Sant'Elia Fiumerapido Santopadre Serrone Settefrati
Sgurgola Sora Strangolagalli Supino Terelle Torre Cajetani
Torrice Trevi nel Lazio Trivigliano Vallecorsa Vallemaio Vallerotonda
Veroli Vicalvi Vico nel Lazio Villa Latina Villa Santa Lucia Villa Santo Stefano
Viticuso
Giovedì 17 Ottobre 2019 ore 21:04
SERIE A
Delusione Lazio. La Juventus ribalta il risultato con Cancelo e CR7
Sfuma la vitttoria biancoceleste nel finale con il rigore di Cristiano Ronaldo

Da una parte un grande rammarico dall’altra la consapevolezza di aver combattuto alla pari se non di più contro la Juventus. Da un lato la rabbia per aver penso una partita in pochi minuti dall’altro l’orgoglio di aver messo seriamente in difficoltà la squadra di Allegri. Una partita pressoché domina quella degli uomini di Simone Inzaghi che per 70 minuti pressano, aggrediscono i bianconeri nella propria mediana e che soprattutto esprimono un gioco di qualità, attraverso un ritmo altissimo, creando diverse occasioni.

Il primo tempo è solo ed esclusivamente a “marchio” Lazio. Di fronte a 65.000 spettatori è il club biancoceleste a dominare la prima frazione. Si parte subito con un destro dalla distanza di Correa che Szczesny respinge. Pochi minuti e il portiere polacco si ripete su Luis Alberto. Lazio che preme. Grande occasione per Parolo al 38’ che scocca un tiro a botta sicura da dentro l’area ma ancora una volta Szcesny è prodigioso con una parata a mano aperta che salva il risultato. “El Tucu” Correa ispirato serve Ciro Immobile che salta con un bel pallonetto il portiere bianconero ma sulla linea salva Rugani spazzando via il pallone.

Si chiude la prima frazione e il secondo tempo si apre con il meritato vantaggio biancoceleste. Al 59’ Luis Alberto da calcio d’angolo trova la deviazione sfortunata di Emre Can: è l’autogol che vale il vantaggio Lazio. Sulle ali dell’entusiasmo Ciro Immobile a la palla del match ball, ancora Correa serve un assist al bacio per il numero 17 che però davanti al portiere in uscita apre troppo il piatto e spara largo.

Il calcio è strano, il calcio è spietato

Allegri manda dentro Federico Bernardeschi e Cancelo che ribaltano completamente la gara. Al 74’ Bernardeschi punta e salta Bastos sulla sinistra, cross al centro dell’area per Dybala che calcia di prima intenzione trovando la respinta corta di Strakosha, sul pallone vagante arriva Cancelo che trova la rete con un tiro chirurgico all’angolino. La Juventus al primo affondo pareggia.

Minuto 88’ e il risultato è rovesciato. Azione ancora una volta di Federico Bernardeschi che cerca in area Cancelo trattenuto in area da Lulic: Guida fischia il calcio di rigore. Sul dischetto Cristiano Ronaldo che non sbaglia e fa impazzire i tanti tifosi bianconeri accorsi all’Olimpico. Ultima occasione dal limite su punizione di Milinkovic Savic che però manda alto sopra la traversa.

Si chiude così un match emozionante e incredibile. La Lazio perde una grande occasione dopo aver espresso un ottimo calcio per lunga parte del match. Prossimo impegno per i ragazzi di Inzaghi Giovedì  a San Siro contro l’Inter per i Quarti di Finale di Coppa Italia.

IL TABELLINO: LAZIO-JUVENTUS 1-2
Lazio (3-5-2): Strakosha; Bastos (45' st Neto), Wallace, Radu; Parolo, Luis Alberto (36' st Berisha), Leiva, Milinkovic, Lulic; Correa, Immobile (38' st Caicedo). A disp.: Proto, Guerrieri, Durmisi, Silva, Cataldi, Badelj, Murgia. All.: S. Inzaghi 6
Juventus (4-3-3): Szczesny; De Sciglio, Bonucci (41' Chiellini), Rugani, Alex Sandro; Emre Can (15' st Bernardeschi), Matuidi, Bentancur; Douglas Costa (25' st Cancelo), Dybala, Ronaldo. A disp.: Perin, Pinsoglio, Spinazzola, Fagioli, Kean. All. Allegri 
Arbitro: Guida
Marcatori: 14' st aut. Emre Can (L), 29' st Cancelo (J), 43' st rig. Ronaldo (J)
Ammoniti: Emre Can (J), Leiva (L), Matuidi (J), De Sciglio (J), Rugani (J), Chiellini (J), Milinkovic-Savic (L)

Multe cancellate a Roma, indagato il patron della Lazio Claudio Lotito


ARTICOLI CORRELATI
Termina la gara all'Olimpico. La Juventus vince per 2-0, grazie ad un' autorete di Gentiletti e un gran gol di Dybala; Crisi biancoceleste
La Roma batte per 3-1 la Juventus nel posticipo della 36^ giornata
La favola che vi raccontiamo oggi è questa: "C’era una volta la Serie A". Una storia che ha inizio negli anni Novanta...
I PIU' LETTI IN SPORT
GIORNO SETTIMANA MESE
1
Nazionale: i convocati di Mancini per Grecia e Liechtenstein
Data di pubblicazione: 2019-10-07 11:26:45
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]