Martedì 19 Marzo 2019 ore 04:53
IL VIAGGIO DEL PAPA
Papa Francesco tra i musulmani, gli chiederà di accogliere i cattolici?
Papa Francesco è arrivato negli Emirati Arabi Uniti, un viaggio pastorale ma speriamo anche diplomatico

Il viaggio di Papa Francesco, che lo ha condotto ad Abu Dhabi, nel ricchissimo stato degli Emirati Arabi Uniti, apparentemente sembra rivestire un carattere pastorale. Ma certamente, riprendendo come tema dell’incontro le parole della preghiera di San Francesco, “Fa di me uno strumento della tua pace”, sembra voler continuare lo spirito che portò il frate patrono d’Italia ad incontrare il sultano Al-Malik Al-Kamil: un gesto di pace e di dialogo fra due religioni, quella musulmana e quella cattolica. Damietta, sede dell’incontro interreligioso del Francescano per un’intesa tra Oriente e Occidente, non produsse alcun risultato rispetto agli intenti del poveretto di Assisi. Speriamo che Papa Francesco, nell’incontro con il principe ereditario, lo sceicco Mohammed bin Zayed Al Nahyan, gli chieda di intervenire in aiuto dei tanti migranti (non solo di fede islamica) che, per guerre, povertà, fame, sono costretti ad abbandonare i propri Paesi di origine e dunque i propri cari, accogliendoli nella sua Terra, così come sta facendo ora, con non poche difficoltà, l’Europa. E poi ci auspichiamo che il Pontefice non accolga l’eventuale invito, che certamente riceverà, di rendersi disponibile a favorire in Italia e in Europa la nascita di nuove moschee. Ugualmente scongiuriamo che, dietro queste richieste, sostanzialmente si celi anche l’impegno, da parte degli Imàm e delle comunità islamiche sempre in Occidente, a voler accogliere loro i nuovi migranti. Ci rivolgiamo dunque al Pontefice affinché orienti al principe ereditario le istanze degli immigrati, invitandolo a dimostrare il suo impegno, e quello dell’Islam, per favorire la pace, gli aiuti umanitari per i poveri e bisognosi, perché "noi abbiamo già dato".

Ruotolo: in un Paese normale la revoca della scorta sarebbe un sollievo

Negozi chiusi la domenica e i festivi e noi rimarremo annoiati a casa


ARTICOLI CORRELATI
L'arrivo del presidente Obama a Roma e le visite a Papa Francesco, Napolitano e Renzi, disegnate da Francesco il lupo
Bergoglio, prima udienza generale: "Andiamo da chi è lontano"
Il Pontefice resta a Santa Marta
I PIU' LETTI IN CRONACA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
4
Tre casi registrati tra Montesacro e il quartiere africano. Fatti che passano in secondo piano rispetto alle altre storie di cronaca nera
5
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
1
L'uomo sapendo di dover finire in carcere per un anno e mezzo si era allontanato dalla propria abitazione facendo perdere le proprie tracce
2
Nicola Orazi, noto imprenditore della zona, è caduto in un dirupo ed ha battuto la testa
3
Etichettatura personalizzata e spedizioni in tutta Italia
4
"Il nostro sistema nega ancora qualsiasi soggettività all'animale e punisce debolmente, con pene inefficaci i reati compiuti a danno degli animali"
5
"L'ho conosciuto quando, da specializzando in pediatria, cominciò a frequentare il San Pietro Fatebenefratelli di Roma..."
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
5
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Il Quotidiano del Lazio è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]