Acquafondata Acuto Alatri Alvito Amaseno Anagni
Aquino Arce Arnara Arpino Atina Ausonia
Belmonte Castello Boville Ernica Broccostella Campoli Appennino Casalattico Casalvieri
Cassino Castelliri Castelnuovo Parano Castro dei Volsci Castrocielo Ceccano
Ceprano Cervaro Colfelice Colle San Magno Collepardo Coreno Ausonio
Esperia Falvaterra Ferentino Filettino Fiuggi Fontana Liri
Fontechiari Frosinone Fumone Gallinaro Giuliano di Roma Guarcino
Isola del Liri Monte San Giovanni Campano Morolo Paliano Pastena Patrica
Pescosolido Picinisco Pico Piedimonte San Germano Piglio Pignataro Interamna
Pofi Pontecorvo Posta Fibreno Ripi Rocca d'Arce Roccasecca
San Biagio Saracinisco San Donato Val di Comino San Giorgio a Liri San Giovanni Incarico San Vittore del Lazio Sant'Ambrogio sul Garigliano
Sant'Andrea del Garigliano Sant'Apollinare Sant'Elia Fiumerapido Santopadre Serrone Settefrati
Sgurgola Sora Strangolagalli Supino Terelle Torre Cajetani
Torrice Trevi nel Lazio Trivigliano Vallecorsa Vallemaio Vallerotonda
Veroli Vicalvi Vico nel Lazio Villa Latina Villa Santa Lucia Villa Santo Stefano
Viticuso
Giovedì 21 Marzo 2019 ore 09:19
INTERVISTA
Sanremo, Cristiano Malgioglio: "Tifo per Arisa. Il Volo? Vanno premiati”
"Patty Pravo è una icona, non so perché abbia deciso di cantare con un rapper che in realtà non la fa neanche cantare"

Cristiano Malgioglio è intervenuto ai microfoni di Rai Radio2 nel corso del format "I Lunatici".

Malgioglio ha parlato del Festival di Sanremo: "A me basta ascoltare la prima nota per dare un giudizio, forse ho imparato da Mina, molte volte quando le portavo le mie canzoni metteva il brano nel registratore, ascoltava le prime due note e dava un giudizio. Non mi è piaciuta la scenografia della prima serata, dalla seconda serata per fortuna ci sono state più luci e più colori, la parte visiva è stata più ricca. Le canzoni? Ho fatto il tifo alla grande per Arisa, la più brava di tutte in assoluto. La sua canzone è molto bella, festivaliera, se lei fosse nata in Francia sarebbe stata una star mondiale. Loredana Bertè è sempre Loredana Bertè, la sua è una canzone tipicamente sanremese, di facile presa. Il pezzo di Silvestri è un capolavoro. Lui è molto maturo e molto commovente. Un altro che non ho mai seguito ma che mi ha emozionato con la sua canzone è stato Cristicchi. Il suo pezzo è molto bello, molto elegante, e ha un titolo bellissimo, 'abbi cura di me'. Un pezzo dal grande impatto emotivo. Chi ama davvero la musica ha a cuore i veri cantautori e questi sono dei brani molto interessanti".

Ancora su questa sessantanovesima edizione del Festival di Sanremo: "La canzone di Achille Lauro non mi piace, non mi diverte. Ma magari tra i giovani andrà alla grande. Lui pare una via di mezzo tra Cattaneo, Camerini e Garko. Si muove alla stessa maniera. Si muove come i Sex Pistols, ma il suo pezzo a me non dice nulla. Questo comunque non vuol dire niente.  Bellissima Anna Tatangelo, anche se la sua canzone non arriva, ed è un peccato. Lei canta molto bene ed è molto sensuale. Paola Turci canta una canzone che non ha lo stesso spessore della canzone dell'anno scorso, che era molto interessante. Patty Pravo è una icona, non so perché abbia deciso di cantare con un rapper che in realtà non la fa neanche cantare. Poteva concorrere da sola, lo dico da suo amico, mi ha fatto tristezza. Molto interessante è Il Volo. Questi ragazzi sono gli unici ragazzi internazionali. Sono conosciuti in tutto il mondo. Hanno cantato con i più grandi. Riempiono gli stadi in Messico, in Argentina, in diverse parti del pianeta. Bisogna premiarli anche perchè qualche anno fa Sanremo l'hanno vinto, lo scorso anno sono stati ospiti come star e quest'anno tornano a concorrere. Vanno premiati. La loro è la tipica canzone italiana che farà un grande successo all'estero. Il pezzo del Volo passerà Ventimiglia".

LEGGI ANCHE:

Lazio, previsioni meteo:tempo stabile ma si intravedono i primi disturbi

Delitto Cogne, Giro (F.I.): Assurda la libertà della Franzoni


ARTICOLI CORRELATI
Questo è stato l’esempio che ha illuminato la mente di Torpedine, il manager: "Facciamo come Despacito..."
"Il viaggio in Corea l'ho rinviato. Non per paura, sia chiaro! Io non ho paura di niente e di nessuno perché sono sempre stato così nella mia vita"
I PIU' LETTI IN INTERVISTE I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
A "Un Giorno Speciale" su Radio Radio vivace scambio di vedute sulla caccia. Tozzi: "I cacciatori sono dei poveracci"
2
Al Quotidiano del Lazio il giornalista racconta la sua triste esperienza, descritta nel libro "Ho ucciso il Cane Nero"
3
Il papillon è un marchio di fabbrica, l'ironia lo ha reso celebre; Gervaso racconta la sua lotta contro la depressione
4
Abbiamo chiesto a Francesco di parlarci delle sue aspirazioni, dei suoi sogni: risposte convincenti FOTO
5
Dal 2011 Ezio Bosso convive con una malattia neurodegenerativa progressiva. Si esibisce con il suo amico pianoforte "Gran coda Steinway & Son"
1
Cristicchi, negli anni, ha iniziato un grande percorso di ricerca e riflessione
1
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
“Finalmente”, anche in Italia, l'attesissimo e controverso documentario sul Megalodon
4
Incidente al km 615 in direzione Napoli, la 37enne Nanda Morgia ha perso la vita in una terribile carambola. Strada chiusa per alcune ore
5
Fa discutere l'iniziativa di due artisti argentini che hanno realizzato una particolare versione della bambola
Il Quotidiano del Lazio è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]