Mercoledì 22 Maggio 2019 ore 17:30
ULTRAS
Daspo di cinque anni per un tifoso dell'U.S. Ladispoli
Il provvedimento è stato emanato dopo l'osservazione dei comportamenti dell'uomo durante alcune partite

Sabato, un ultras della'U.S. Ladispoli, squadra militante in serie D, si è visto notificare un DASPO, emanato dal Questore di Roma Guido Marino, per la durata di 5 anni. Il provvedimento è stato predisposto dalla Divisione della Polizia Anticrimine ed è stato definito al termine dell'osservazione dei comportamenti tenuti dall’uomo, 50enne e residente a Roma, durante diversi incontri calcistici.


L'uomo fu denunciato durante il match tra Ladispoli e Sassari
 

In particolare, durante la partita Ladispoli-Sassari del 6 ottobre scorso, giocata presso lo Stadio Angelo Sale di Ladispoli, il tifoso ha introdotto all’interno dell’impianto sportivo dei fumogeni e ha pronunciato frasi offensive ed ingiuriose nei confronti del personale di Polizia in servizio all’interno dello stadio, assumendo un comportamento provocatorio nei confronti delle Forze dell’Ordine. In quell'occasione l'uomo era stato denunciato in stato libertà dagli agenti del Commissariato di Polizia di Civitavecchia.


Il tifoso dell'U.S. Ladispoli era già stato colpito da un DASPO

Considerati i fatti accaduti in quella circostanza e i numerosi precedenti di Polizia dell’uomo, che già in passato era stato colpito da DASPO, nei suoi confronti è stato emanato il "Divieto di accedere all’interno degli Stadi e di tutti gli impianti sportivi del territorio Nazionale". Inoltre, il 50enne avrà l'obbligo di presentarsi presso l’Ufficio di Polizia competente mezz’ora dopo l’inizio del primo tempo di ogni incontro che la squadra dell’U.S. Ladispoli disputerà sia in casa che fuori per la durata di 5 anni.


Leggi anche:

Anagni–Ladispoli 1–1. Un punto che accontenta entrambe le squadre 

Il prossimo 17 luglio Jovanotti sarà in concerto a Ladispoli


ARTICOLI CORRELATI
A svelare l'episodio il quotidiano locale Cronache di Napoli. Il tifoso anche insultato: "Sei uno sporco romano"
Organizzata in una località segreta una riunione di tifosi uniti dall'antipatia per la Vecchia Signora
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
I PIU' LETTI IN CRONACA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
4
Tre casi registrati tra Montesacro e il quartiere africano. Fatti che passano in secondo piano rispetto alle altre storie di cronaca nera
5
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
1
Sequestrati 243 chili di droga
2
I dissidi tra padre e figlia erano frequenti. E' da capire se la giovane donna abbia agito per difendersi da un'aggressione del padre
3
Il padre ha buttato giù la porta, e ha visto il corpo a terra della figlia che non dava segni di vita; inutili i tentativi disperati di rianimarla
4
L'accusa per la 19enne Debora è stata derubricata in eccesso colposo di legittima difesa

5
Da segnalare che all'interno della stazione ferroviaria di Frosinone manca un sistema di videosorveglianza
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
5
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Il Quotidiano del Lazio è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]