Acquapendente Arlena di Castro Bagnoregio Barbarano Romano Bassano in Teverina Bassano Romano
Blera Bolsena Bomarzo Calcata Canepina Canino
Capodimonte Capranica Caprarola Carbognano Castel Sant'Elia Castiglione in Teverina
Celleno Cellere Civita Castellana Civitella d'Agliano Corchiano Fabrica di Roma
Faleria Farnese Gallese Gradoli Graffignano Grotte di Castro
Ischia di Castro Latera Lubriano Marta Montalto di Castro Monte Romano
Montefiascone Monterosi Nepi Onano Oriolo Romano Orte
Piansano Proceno Ronciglione San Lorenzo Nuovo Soriano nel Cimino Sutri
Tarquinia Tessennano Tuscania Valentano Vallerano Vasanello
Vejano Vetralla Vignanello Villa San Giovanni in Tuscia Viterbo Vitorchiano
Giovedì 19 Settembre 2019 ore 08:19
Latte, Coldiretti: "Acconto 0,72 centesimi al litro è insoddisfacente"
"L'obiettivo è di un euro per il prezzo del latte pagato ai pastori da parte degli industriali"

"L'acconto iniziale di 72 centesimi al litro è motivo di insoddisfazione perchè si trova sotto i costi variabili medi di produzione certificati dal recente studio Ismea elaborato per far luce sulla crisi del settore". Così la Coldiretti nel sottolineare che è "anche necessario che sulla bozza di accordo sul prezzo del latte ovino in Sardegna venga inserita anche una clausola che garantisca di raggiungere l'obiettivo di un euro per il prezzo del latte pagato ai pastori da parte degli industriali che sono i diretti beneficiari delle consistenti misure di sostegno per 49 milioni di euro messe in campo da Governo e Regione. Va riconosciuto l'impegno del Governo e della Regione Sardegna che per questa operazione hanno messo sul piatto per il ritiro di 67.000 quintali di forme di formaggio in eccedenza sul mercato. Importante nella bozza dell'accordo è la volontà di inserire la presenza dei pastori nell'amministrazione del Consorzio di Tutela, con l'attuale gestione che si è dimostrata inadeguata nello svolgere i compiti di valorizzazione, e la nomina di un Prefetto per verificare eventuali errori e violazioni ma anche per controllare la legalità delle operazioni di ritiro del pecorino da destinare agli indigenti con le risorse pubbliche. Da evidenziare è anche l'impegno per il passaggio delle quote di produzione ai pastori e il monitoraggio del rispetto dei livelli produttivi di produzione il cui superamento è stata la causa principale della crisi", conclude la Coldiretti. (Agenzia Dire)

LEGGI ANCHE:

Salvini e il Caso Diciotti: oggi al voto il popolo dei 5 stelle

Fiuggi, maltratta la moglie per anni: condannato a 4 anni di reclusione


ARTICOLI CORRELATI
"Non è che poi chiedano molto, solo che il prezzo raggiunga almeno l’euro al litro", dichiarano i pastori
Richiesta l'interpretazione della norma in materia di produzione casearia
I Nas hanno sequestrato in tutto il Paese quattro tonnellate di prodotti alimentari
I PIU' LETTI IN POLITICA
GIORNO SETTIMANA MESE
1
E' un seminario formativo rivolto a 40 amministratori del Lazio che si svolgerà a Ventotene dal 27 al 29 settembre 2019
Data di pubblicazione: 2019-09-11 17:42:36
2
In Italia funziona così: quando un governo lo vogliono tutti, non c'è modo di formarlo. E quando nessuno lo vuole, si trova il sistema di mettere tutti d'accordo
Data di pubblicazione: 2019-09-03 22:25:00
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]