Acquafondata Acuto Alatri Alvito Amaseno Anagni
Aquino Arce Arnara Arpino Atina Ausonia
Belmonte Castello Boville Ernica Broccostella Campoli Appennino Casalattico Casalvieri
Cassino Castelliri Castelnuovo Parano Castro dei Volsci Castrocielo Ceccano
Ceprano Cervaro Colfelice Colle San Magno Collepardo Coreno Ausonio
Esperia Falvaterra Ferentino Filettino Fiuggi Fontana Liri
Fontechiari Frosinone Fumone Gallinaro Giuliano di Roma Guarcino
Isola del Liri Monte San Giovanni Campano Morolo Paliano Pastena Patrica
Pescosolido Picinisco Pico Piedimonte San Germano Piglio Pignataro Interamna
Pofi Pontecorvo Posta Fibreno Ripi Rocca d'Arce Roccasecca
San Biagio Saracinisco San Donato Val di Comino San Giorgio a Liri San Giovanni Incarico San Vittore del Lazio Sant'Ambrogio sul Garigliano
Sant'Andrea del Garigliano Sant'Apollinare Sant'Elia Fiumerapido Santopadre Serrone Settefrati
Sgurgola Sora Strangolagalli Supino Terelle Torre Cajetani
Torrice Trevi nel Lazio Trivigliano Vallecorsa Vallemaio Vallerotonda
Veroli Vicalvi Vico nel Lazio Villa Latina Villa Santa Lucia Villa Santo Stefano
Viticuso
Lunedì 17 Febbraio 2020 ore 23:32
LA SVOLTA?
Delitto Arce: nuova pista verso il figlio del comandante dei Carabinieri
È questa la convinzione dei Carabinieri che indagano sulla morte della diciottenne e che hanno raccolto una monumentale informativa

Serena Mollicone è stata uccisa dal figlio dell’allora comandante dei Carabinieri di Arce? Sembra questa la convinzione dei Carabinieri che indagano sulla morte della diciottenne e che hanno esposto in una monumentale informativa consegnata al sostituto procuratore della Repubblica di Cassino, Maria Beatrice Siravo. Dopo aver ricominciato a indagare da zero e aver raccolto tutti gli elementi scientifici utili, gli investigatori sembrano ora avere le idee chiare anche su chi materialmente assassinò diciotto anni fa la studentessa e sul ruolo preciso avuto da tutti i diversi indagati in quello che è da tempo tra i principali cold case italiani. Ora la procura potrebbe essere pronta a tirare le somme della nuova inchiesta e prepararsi a chiedere i rinvii a giudizio.

Oggi i Carabinieri, nell’informativa conclusiva appena consegnata al sostituto Siravo, hanno sostenuto che a uccidere Serena Mollicone sarebbe stato il figlio dell'ex comandante della stazione di Arce, specificando anche il ruolo avuto dagli altri indagati. Un tassello fondamentale, sembra l’ultimo, per chiudere il cerchio sull’inchiesta. Utile anche a chiarire uno dei passaggi sinora rimasti più oscuri, quello del trasporto del corpo esanime della diciottenne dalla caserma al boschetto di Anitrella. E non si esclude che le indagini possano concludersi ufficialmente anche con un numero maggiore di indagati. (Fonte Repubblica)

LEGGI ANCHE:

Delitto Arce, parla Carmelo Lavorino, consulente della famiglia Mottola

 

Manuel Bortuzzo: "Adesso comincia l'allenamento". Il VIDEO del ragazzo

Traffico illecito di rifiuti, 13 arresti tra Roma e Cisterna di Latina


ARTICOLI CORRELATI
"Serena andò in caserma per denunciare lo spaccio di droga che veniva perpetrato dal figlio dell'ex maresciallo Mottola. In quel periodo, inoltre, Arce era in una situazione mafiosa"
La figlia del brigadiere deceduto non crede al suo suicidio e si prepara a lottare anche da sola per la verità
Test del DNA e comparazione impronte digitali scagionano i 9 indagati, estranei ai fatti
I PIU' LETTI IN CRONACA
GIORNO SETTIMANA MESE
1
La donna in stato interessante che ha occupato l'abitazione potrebbe essere stata aiutata da almeno un uomo
Data di pubblicazione: 2020-02-13 10:40:54
2
Un episodio raccontato nel corso della conferenza stampa promossa dalla direttrice dell’Accademia di Belle Arti di Frosinone
Data di pubblicazione: 2020-02-03 18:56:14
3
Mareggiate sulle coste e raffiche di vento, la Protezione Civile alza la soglia di attenzione per le prossime 36 ore
Data di pubblicazione: 2020-02-04 09:04:03
4
L'ESASPERAZIONE DELLE FAMIGLIE CON DISABILI GRAVI Disabilità. Assistenza domiciliare ridotta, famiglie contro la Regione Lazio
La Regione Lazio vuole limitare l'assistenza a nove ore giornaliere, le famiglie in rivolta
Data di pubblicazione: 2020-02-03 11:21:19
5
Denunciato per procurato allarme un professore di cassino che aveva diffuso la notizia
Data di pubblicazione: 2020-02-04 15:57:48
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]