Lunedì 25 Marzo 2019 ore 00:17
L'INTERVISTA
Roy il gigolò: "L'8 marzo molti mariti mi regalano alle mogli per amore"
Roy, un passato da spogliarellista prima di diventare gigolò, ha parlato di ciò che accade nella sera dell'otto marzo

Roy, gigolò italiano, è intervenuto ai microfoni di Rai Radio 2 nel corso del format "I Lunatici".

Roy, un passato da spogliarellista prima di diventare gigolò, ha parlato di ciò che accade nella sera dell'otto marzo: "Quando facevo gli spogliarelli era una grande festa, si incassavano bei soldoni. Iniziavo alle 20.00, ogni mezzora entravo in un locale diverso. C'erano le zie, le notte, erano timide, poi quando le prendevi si divertivano, io facevo un bel cerchio, prendevo sempre la nonnina, la zia, la donna simpatica, impacciata, e tentavo di coinvolgerla. Ora invece lavoro più in notturna, più in solitaria. Di solito l'8 marzo è dedicato più alle coppie o alle donne single che decidono di farsi un bel regalo nella serata. Lavoro molto con le coppie, l'uomo mi regala alla moglie, l'otto marzo capita spesso. Gli uomini regalano gigolò alle mogli come gesto d'amore, per il gusto di vederli ed eccitarsi insieme a loro. E' un gesto d'amore, in pochi lo comprendono. Ho studiato queste coppie, le frequento, con alcune divento anche amico. Posso assicurare che sono coppie che si amano vero veramente. Sono coppie in cui manca il senso del possesso".

Roy ha lanciato anche una provocazione legata al baratto: "Ho fatto una provocazione, la nostra professione purtroppo non è regolamentata. Ci attaccano perché prendiamo soldi in nero. Quindi ho pensato di ritornare al baratto. Esco con una donna e invece delle solite 500 o 1000 euro mi fa un regalo, magari tecnologico. Un televisore al plasma, un cellulare. Il baratto sotto forma di elettrodomestici o di generi alimentari. Purtroppo questo mestiere non ce lo vogliono riconoscere. Ci sono troppe lacune. Tutti pensano che chi faccia questo lavoro sia un disadattato, se lo fa una donna molti credono che abbia dei problemi, non è sempre così".  

LEGGI ANCHE;

Guidonia, 17enne suicida dopo aver subito il rimprovero dei genitori

Vaccini, i pediatri del Lazio: "No a slittamento 10 marzo per l'obbligo"


ARTICOLI CORRELATI
Al teatro Ghione la giornata di sensibilizzazione a favore della Donna con due grandissimi interpreti
Sugli addii al nubilato: "Una donna che si sarebbe sposata due giorni dopo aveva iniziato a fare sesso con me"
"Molti vengono in pausa pranzo o nel pomeriggio, mentre le mogli o le fidanzate sono da parrucchiere e si fanno belle per la serata"
I PIU' LETTI IN INTERVISTE I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
"Sono venuta a lavorare a Roma per pagare le cure di mio figlio. La vita in strada è un incubo, ma presto ne verrò fuori"
2
A "Un Giorno Speciale" su Radio Radio vivace scambio di vedute sulla caccia. Tozzi: "I cacciatori sono dei poveracci"
3
L’abitante delle zone colpite dal sisma ha portato alla luce cose impensabili, inimmaginabili
4
Al Quotidiano del Lazio il giornalista racconta la sua triste esperienza, descritta nel libro "Ho ucciso il Cane Nero"
5
Mario Tozzi: “Chi fa il rabdomante per lavoro è un imbroglione e chi si affida a un imbroglione è un cretino”
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
5
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Il Quotidiano del Lazio è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]