Giovedì 21 Marzo 2019 ore 21:26
INDAGINE IN CORSO
Ardea, neonato trovato morto: la mamma 21enne è tornata dalla Francia
Una ragazza di 21 anni si è presentata nella caserma dei Carabinieri riferendo di essere la mamma del piccolo e di essere rientrata al più presto possibile

Il cadavere di un neonato è stato trovato all’interno di un appartamento in via Ancona ad Ardea. Sul posto sono giunti  i Carabinieri, che stanno lavorando per rintracciare i genitori del piccolo. Secondo indiscrezioni sembrerebbe che la famiglia del neonato avrebbe lasciato l’Italia per dirigersi in Francia. Secondo altre testimonianze, invece, i genitori sarebbero ancora in Italia. Secondo altri ancora il padre del piccolo si sarebbe trasferito in un altro appartamento. Le indagini dei Carabinieri proseguono con il massimo riserbo e in attesa del Magistrato e del medico legale.

AGGIORNAMENTO: Novità riguardo la triste vicenda del neonato trovato morto venerdì scorso all'interno di un appartamento del complesso immobiliare in via Ancora ad Ardea. Una ragazza di 21 anni si è presentata nella caserma dei Carabinieri alle 13:00 di ieri, domenica 17 marzo 2019, riferendo di essere la mamma del piccolo e di essere rientrata al più presto possibile, dopo aver appreso della morte del figlio. La 21enne sembrava essere in Francia dalla madre per motivi familiari e sembrerebbe aver confermato l'affidamento volontario del piccolo alla 63enne che vive nello stesso complesso immobiliare. Le dichiarazioni della giovane donna sono ora al vaglio dei Carabinieri della compagnia di Anzio; nel frattempo la Procura della Repubblica di Velletri ha aperto un fascicolo d'inchiesta: al momento, l'indagine non vede indagati e non è stata formulata alcuna ipotesi di reato.

LEGGI ANCHE:

Angosciante gesto intimidatorio a Latina. Bomba in auto per commerciante

Roma, bus Atac a fuoco nella notte a piazzale Clodio. Danneggiate auto


ARTICOLI CORRELATI
Scontro tra una Fiat Croma e una Fiat Doblò: tra i passeggeri coinvolti anche un neonato ma stanno tutti bene
E' un atto dovuto dopo la denuncia sporta dai genitori di Edoardo, una coppia di Soriano nel Cimino
Avrebbe tirato troppo il suo corpicino durante la fase di espulsione e la testolina è rimasta nel ventre materno
I PIU' LETTI IN CRONACA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
4
Tre casi registrati tra Montesacro e il quartiere africano. Fatti che passano in secondo piano rispetto alle altre storie di cronaca nera
5
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
1
L'operazione è partita dalla finanza di Desenzano del Garda, in provincia di Brescia
2
L'uomo sapendo di dover finire in carcere per un anno e mezzo si era allontanato dalla propria abitazione facendo perdere le proprie tracce
3
De Vito arrestato per corruzione: avrebbe percepito mazzette dal costruttore Luca Parnasi
4
Nicola Orazi, noto imprenditore della zona, è caduto in un dirupo ed ha battuto la testa
5
Un imprenditore di Latina e un suo “socio” di Anzio sono stati arrestati ieri
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
5
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Il Quotidiano del Lazio è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]