Martedì 23 Luglio 2019 ore 21:45
NO A TAGLIO FONDI
Lazio. Capriccioli: Regione contro chiusura Radio Radicale
E' stata approvata la mozione in Consiglio Regionale presentata da Di Biase che impegna la Giunta a farsi parte attiva per evitare il taglio dei fondi a Radio Radicale

"La mozione presentata da Michela Di Biase e approvata oggi in Consiglio, che impegna la Giunta a farsi parte attiva per evitare il taglio dei fondi a Radio Radicale, e la relativa chiusura di quell'esperienza unica, è un segnale molto importante: Radio Radicale è sempre stata, e deve continuare a essere, una finestra per i cittadini su un mondo altrimenti inaccessibile". Lo afferma in una nota Alessandro Capriccioli, capogruppo di +Europa Radicali presso il Consiglio regionale del Lazio.

"Ringrazio la collega Di Biase che si è fatta promotrice dell'iniziativa e tutti i capigruppo della maggioranza che l'hanno sottoscritta insieme a me. Sono convinto che un'esperienza come quella di Radio Radicale, che nasce da una disobbedienza civile dei parlamentari radicali che hanno iniziato a trasmettere senza autorizzazione le sedute del Parlamento per farle arrivare nelle case dei cittadini, non possa essere replicata né riprodotta con metodi diversi da quello utilizzato finora.

Allinearsi alla logica degli spazi pubblicitari- sottolinea Capriccioli- significherebbe uno snaturamento totale di quell'esperienza, con un danno incalcolabile per i cittadini. Il servizio che Radio Radicale ha reso in questi anni è andato nella direzione dell'interesse pubblico molto più di quanto abbia fatto la Rai, fucina di interessi privati e da sempre soggetta agli umori politici del momento.

Difendere questo patrimonio storico del Paese, e far sì che possa continuare a raccontare in modo imparziale e oggettivo i suoi cambiamenti politici e sociali, è un compito che oggi la Regione Lazio si è assunta e che ci auguriamo possa contribuire a un'inversione di marcia da parte del Governo". (Com/Mgn/ Dire) 


ARTICOLI CORRELATI
"La radio che sta 'dentro, ma fuori dal palazzo' e che ha contribuito a formare generazioni di cittadini informati"
Una forma di "disobbedienza civile per porre l'urgenza del superamento del monopolio di Atac che nega ai romani il diritto a trasporti pubblici efficienti"
"Dallo scoppio di Mafia Capitale, di accoglienza non si parla più e nessuno vuole assumersi la responsabilità di mettere mano a un sistema che ha in carico oltre 3000 persone"
I PIU' LETTI IN POLITICA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
2
"Purtroppo, anche persone colte come Sgarbi, dimostrano di essere ignoranti a proposito della figura infermieristica"
3
Chiuse le indagini: la Raggi potrebbe rispondere di falso per la nomina di Renato Marra e di abuso d'ufficio per quella di Romeo
4
I controlli dei dipendenti pubblici assenti per malattia da settembre saranno svolti dell'INPS e non più dalle Asl e i medici potranno bussare alla porta dei malati più di una volta al giorno
5
"Era il polmone verde della città di Roma, con un'amministrazione comunale che si dimentica di organizzare la manutenzione, il controllo e la prevenzione"
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
5
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]