Sabato 20 Aprile 2019 ore 00:45
INTITOLAZIONE
UFFICIALE: una cima della Semprevisa sarà intitolata a Daniele Nardi
Matteo Battisti: "Intitolare a Daniele Nardi una cima della Semprevisa rappresenta un riconoscimento per un grande uomo"

Così come vi avevamo annunciato mercoledì 13 marzo del 2019, la cima Semprevisa sarà intitolata a Daniele Nardi. L’ufficialità è arrivata nella giornata di ieri al termine dell’incontro tra il presidente della Compagnia dei Lepini Quirino Briganti e i sindaci di Sezze, Sergio Di Raimo, e Carpineto Romano, Matteo Battisti.

Fortemente voluto dalla stessa Compagnia dei Lepini, nell’ottica di unire il territorio, l’incontro ha avuto un esito assolutamente positivo e le decisioni prese sono state concordate da tutti i soggetti coinvolti. Nel dettaglio si è stabilito che una delle cime del monte più alto dei Lepini porterà il nome dell’alpinista nato a Sezze ma con origini carpinetane. I tempi per la realizzazione di questa iniziativa sono stati fissati a 6 mesi e presumibilmente nel mese di agosto si terrà la cerimonia di intitolazione, alla presenza degli amministratori locali che, ci hanno tenuto a sottolinearlo, continueranno a sostenere tutte le iniziative spontanee che in questi giorni si terranno in diverse città del territorio lepino. Soddisfazione per l’esito dell’incontro è stata espressa da Quirino Briganti, presidente della Compagnia: “Abbiamo voluto questo momento di confronto con le istituzioni per lavorare con spirito di condivisione e sempre nel rispetto della famiglia di Daniele, che sarà coinvolta in tutte le nostre iniziative. Ci piace pensare – ha concluso Briganti – che quel giorno due comunità distinte ma legate indissolubilmente al territorio possano rendere il giusto merito ad una persona che questo territorio lo ha sempre difeso e portato sulle vette del mondo”.

Altrettanto soddisfatti i due primi cittadini. Matteo Battisti ha affermato a margine della riunione: “Intitolare a Daniele Nardi una cima della Semprevisa rappresenta un riconoscimento per un grande uomo che si è affermato come atleta e sportivo e che ha inseguito un sogno fino alla fine. Daniele merita di essere ricordato anche per le sua grande umanità e come ambasciatore per la pace e per il rispetto dei diritti universali dell’uomo, con uno sguardo sempre rivolto ai diritti dell’infanzia. Dalla Semprevisa è nata la sua passione per la montagna ed è giusto che questo territorio lo ricorda intitolando questa cima a lui cosi cara”.

Sergio Di Raimo ha spiegato: “La passione, l’amore, il sogno, l'emozione e l’avventura  sono una solo una piccola porzione del suo essere. Forte il suo insegnamento umanitario ed è su questo che prendiamo un impegno come amministratori pubblici. Portare avanti, in tutte le forme possibili, il messaggio di pace e di rispetto dei diritti umani di cui Daniele era Ambasciatore nel mondo”.

LEGGI ANCHE:

Meteo Lazio, previsioni: tempo stabile sino alla fine della settimana

Maxi Truffa auto di lusso. 55enne di Latina e 52enne di Anzio in manette


ARTICOLI CORRELATI
Le persone che hanno amato Daniele Nardi vorrebbero vedere il suo nome legato alla cima dell'amata montagna
L'evento, che si è svolto sui Monti Lepini, ha mostrato ai circa 100 delegati provenienti da diverse regioni d’Italia, le risorse di questo territorio
"Un uomo che dalle montagne della nostra regione ha cominciato un'avventura che lo ha portato a scalare molte delle cime più alte del mondo"
I PIU' LETTI IN CRONACA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
4
Tre casi registrati tra Montesacro e il quartiere africano. Fatti che passano in secondo piano rispetto alle altre storie di cronaca nera
5
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
1
Scontro mortale nella galleria di Sant’Antonio al Monte nella canna verso Ascoli
2
Ceccariglia, poliziotto in pensione, era molto conosciuto in paese per la sua passione per le auto e le corse
3
I Carabinieri della Compagnia di Tivoli stanno dando esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari
4
Il sisma rilevato dall'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia
5
Un capriccio e un pianto avrebbero fatto scattare qualcosa nella giovane mamma del bimbo che ha trasformato la 28enne in assassina
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
5
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Il Quotidiano del Lazio è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]