Sabato 20 Aprile 2019 ore 00:45
SOSPETTI
Incendio Rifiuti Rocca Cencia, Raggi: "Cosa c'è dietro l'incendio?"
Sono ancora in corso attività di raffreddamento e bonifica. Allertata anche Arpa Lazio

L'incendio, ieri sera, in uno dei capannoni di stivaggio rifiuti a Rocca Cencia, un impianto di circa 2000 mq, ha impegnato più squadre di Vigili del Fuoco del Comando di Roma. Secondo le testimonianze di alcuni dipendenti Ama presenti sul posto, il fuoco avrebbe cominciato a divampare dopo le 19 quando l'impianto non è operativo. Intorno alle 19,40 sono arrivati i soccorsi dei pompieri. Sul posto ieri oltre ai soccorsi anche l'assessore regionale ai Rifiuti, Massimiliano Valeriani e il sindaco di Roma Virginia Raggi. La Raggi, ospite di una trasmissione televisiva su La7 ha parlato di possibile dolo, accusando chi ha grandi interessi nel business dei rifiuti: "Dietro l'incendio del Tmb Salario mi sembra che la magistratura abbia detto che ci sia un atto doloso su cui probabilmente sta indagando. Adesso ce n'è un altro. Parliamo anche dei 600 cassonetti bruciati da quando ci siamo insediati, per un danno di circa 500mila euro. Noi stiamo provando a cambiare il sistema di gestione dei rifiuti. Cosa c'è dietro a questi fatti, magari lo scoprirà la magistratura. I rifiuti rendono tanto, allora quando si parla di riduzione di rifiuti, di riciclo spinto, un determinato sistema che ha prosperato per oltre 60 anni a Roma e in Italia, quel sistema non ci sta". Le fiamme sono state domate in tarda serata e i mezzi che avrebbero dovuto portare i rifiuti a Rocca Cencia sono stati destinati verso gli impianti di Malagrotta. Sono ancora in corso attività di raffreddamento e bonifica. Allertata anche Arpa Lazio.

Leggi anche:

Zagarolo, treno merci deraglia: paralizzata la linea Roma-Cassino

Maltempo Lazio, torna l'inverno: da martedì bora gelida e raffiche vento


ARTICOLI CORRELATI
Sulla linea 055 in via di Rocca Cencia, un uomo ha estratto la pistola: il conducente "colpevole" di non averlo fatto scendere in un punto vietato
"Il Sindaco Marino non può fingere di non vederci, vogliamo legalità in questo territorio martoriato da abusi e veleni"
E' bruciato ieri l'ex capannone della Snia in zona Castellaccio tra Anagni e Colleferro
I PIU' LETTI IN CRONACA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
4
Tre casi registrati tra Montesacro e il quartiere africano. Fatti che passano in secondo piano rispetto alle altre storie di cronaca nera
5
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
1
Scontro mortale nella galleria di Sant’Antonio al Monte nella canna verso Ascoli
2
Ceccariglia, poliziotto in pensione, era molto conosciuto in paese per la sua passione per le auto e le corse
3
I Carabinieri della Compagnia di Tivoli stanno dando esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari
4
Il sisma rilevato dall'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia
5
Un capriccio e un pianto avrebbero fatto scattare qualcosa nella giovane mamma del bimbo che ha trasformato la 28enne in assassina
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
5
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Il Quotidiano del Lazio è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]