Giovedì 20 Giugno 2019 ore 01:49
VERONA 7 - 10 APRILE
Vinitaly 2019 e Zenato: l’anima del Lugana e il cuore della Valpolicella
Sono luoghi dal clima mite e di impareggiabile fascino che si affacciano sulla sponda veneta del Lago di Garda
Nadia Zenato

L’anima e il cuore di Zenato risiedono nelle antiche terre moreniche del Lugana e della Valpolicella, luoghi dal clima mite e di impareggiabile fascino che si affacciano sulla sponda veneta del Lago di Garda. I vigneti si estendono per 75 ettari nella tenuta Zenato di S. Cristina a San Benedetto di Lugana, vocati al Trebbiano di Lugana e nella tenuta Costalunga in Valpolicella, patria del celebre Amarone Zenato, che ospita i rinomati vitigni Corvina, Rondinella e Oseleta.

Tutto nasce nel 1960 dal padre Sergio Zenato, che con energia e ambizione, animato dal suo profondo legame con il territorio, ha sperimentato nuove tecniche di vinificazione e investito sui vitigni autoctoni, fino ad ottenere vini di qualità altissima. Oggi, la moglie Carla insieme ai figli Alberto e Nadia, con la stessa passione, tenacia e infinita dedizione, fanno crescere la grande impresa di Sergio, diffondendo l’eccellenza dei vini Zenato in oltre 60 paesi del mondo. Così, l’anima dei territori del Lugana e il cuore della Valpolicella continuano a espandere i loro confini.

Lugana: la nostra arte

Fu nel 1960 che il giovane Sergio Zenato vide l'enorme potenziale del vitigno autoctono Trebbiano di Lugana. Decise di concentrarsi su questo vitigno, in un momento in cui nessuno ci credeva, scommettendo tutto sul suo potenziale ancora inespresso. Fu così che il Lugana divenne un grande vino bianco, con quella speciale dignità che gli fece avere il riconoscimento come "DOC", un vino con denominazione di origine protetta.

Il cuore antico di Zenato si trova in Lugana: in una regione di dolci colline che, grazie alla vicinanza del Lago di Garda, gode di un clima mite e favorevole, i vigneti del Trebbiano di Lugana sono coltivati ​​su oltre 40 ettari. Qui, tra i comuni di Peschiera e Desenzano, a sud del Lago di Garda, si trova la tenuta di Zenato S. Cristina dove uve di grande valore creano etichette premiate a livello internazionale, come Lugana S.Cristina e Lugana Riserva Sergio Zenato, uno dei vini di punta di Zenato.

Valpolicella: la nostra passione

Nel territorio della Valpolicella Classica, a Sant’Ambrogio, in un susseguirsi di dolci colline alle spalle della pianura Veronese, si estendono i 35 ettari dei vigneti Zenato di Corvina, Rondinella e Oseleta. Qui nasce l’Amarone, oggi considerato nel panorama enologico internazionale il più pregiato tra i vini veronesi e uno dei più importanti vini rossi italiani. Dalla pigiatura delle uve appassite dell’Amarone su cui si "ripassa" il vino Valpolicella nasce il Ripassa Zenato. Un’importante impronta enologica lasciata da Sergio Zenato che negli anni ’90 ha riscoperto un metodo antico della Valpolicella ormai in disuso, il ripasso, creando per primo un grande vino, dal 2010 a Denominazione di Origine Controllata.

La passione e l'interesse per i vitigni autoctoni, preziosa eredità paterna, hanno dato origine anche a due vini eleganti e di carattere come il Cresasso, ottenuto da Corvina vinificata in purezza, e il Recioto, vino dolce, ottenuto dall’appassimento delle uve Corvina, Rondinella e Oseleta.

Zenato  a Vinitaly 2019

#ZenatoWinery #ZenatoExperience

#souloflugana #heartinvalpolicella

Hall 4 - Stand G1 & G2

 

Zenato, l'anima del Lugana e il cuore della Valpolicella

 

Leggi anche

Aperitivo esclusivo all'Hotel Rome Cavalieri, guidati da Umberto Giraudo

Parigi, l'Hotel Castille e L'Assaggio Ristorante per regalarvi un sogno

Matrimonio a Castello Banfi, una favola moderna al sapore di Toscana


ARTICOLI CORRELATI
Vinitaly, la più grande fiera italiana del vino, espone anche il prodotto locale viliterno, vini sperimentali della cantina CREA - ENC
Il candidato del Mpt si schiera con il Consorzio nella polemica con la Regione sull'evento Vinitaly
E' stata espressa dal sindaco Gori:"Disinteresse della Regione è inaccettabile"
I PIU' LETTI IN VIAGGI I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
Un pomeriggio indimenticabile all’Hotel Rome Cavalieri. Con alcuni capolavori veneziani del 1700 e il comò appartenuto al Re di Polonia
2
A Roma è stata presentata l’edizione limitata de La Pettegola 2018, in una reinterpretazione curata da Ale Giorgini
3
Un hotel storico a cinque stelle nel cuore della città più vivace d'Europa
4
Un percorso di circa 200 chilometri lungo la via Latina, una delle più antiche vie romane che collegava Roma a Capua
5
Lo stand espositivo della Regione Sicilia al Vinitaly, uno spazio di 3000 mq, è stato il più frequentato
1
Dopo decenni di ricerche, studi e teorie è stata definitivamente individuata la città di Blanda Julia dal professor Fabrizio Mollo dell'università di Messina, un Indiana Jones dei nostri tempi
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
5
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]