Martedì 20 Agosto 2019 ore 05:02
Roma, caso Desirée: Da esame Dna torna accusa omicidio 46enne nigeriano
Il nigeriano Chima Alinno viene incastrato dalle dichiarazioni di alcune persone e dalle tracce del suo Dna

La Procura di Roma si avvia verso la chiusura delle indagini sulla morte della 16enne di Cisterna di Latina, Desiree Mariottini, avvenuta nella notte tra il 18 e il 19 ottobre in via dei Lucani, nel quartiere San Lorenzo a Roma. Dagli esiti delle analisi scaturiscono nuove accuse per le persone già coinvolte nella vicenda e attualmente in carcere. In particolare, è stata emessa una nuova ordinanza di custodia cautelare verso il 46enne nigeriano, Chima Alinno, per omicidio volontario e cessione di droga a Desiree.

Lo scorso 13 novembre il Tribunale del riesame aveva fatto cadere l'accusa di omicidio per l'uomo che però ora viene incastrato dalle dichiarazioni di alcune persone e dalle tracce del suo dna su un flacone di metadone e su una cannuccia utilizzata anche da Desiree per fumare crack, nella notte in cui morì per overdose. Sempre verifiche sul dna hanno confermato le accuse di violenza sessuale, cessione di droga e omicidio per Mamadou Gara e Yousif Salia.

Loro tracce biologiche, compatibili con le violenze sessuali, sono state trovate sul corpo e sotto le unghie di Desiree, oltre che sulla coperta e sul materasso dove era sdraiata. Per gli inquirenti, Alinno, Gara e Salia avrebbero somministrato volutamente a Desiree una dose letale di psicofarmaci e droghe, oltre ad averla violentata. Salia e Brian Minthe, già in carcere per violenza sessuale sulla ragazza, sono accusati anche di spaccio di droga perché durante le indagini sono stati riconosciuti come pusher abituali in via dei Lucani. (Mtr/ Dire) 


ARTICOLI CORRELATI
La 16enne di Cisterna di Latina è stata trovata cadavere all'alba dello scorso 19 ottobre in un palazzo abbandonato nel quartiere romano di S. Lorenzo
Uno striscione con la scritta "Giustizia per Desirée" e la canzone di Jovanotti "Per te" per l'ultimo saluto alla ragazza
Kalashnikov, fucili e altre armi sequestrate a Raffaele Mazza, membro di una famiglia calabrese residente al Quartaccio
I PIU' LETTI IN CRONACA
GIORNO SETTIMANA MESE
1
Dopo una rissa ruba un'auto e in velocità attraversa l'isola pedonale sfiorando i clienti dei bar, ruba un coltello e ferisce 4 vigili
Data di pubblicazione: 2019-08-18 03:24:59
2
Ora si attende l'arrivo dei GOS, Gruppi Operativi Speciali
Data di pubblicazione: 2019-08-19 12:09:09
1
Nelle prime ore del mattino tragico incidente in via Giulianello
Data di pubblicazione: 2019-08-11 11:55:27
2
Dal 2009 ad oggi il Dottor Garrotto ha eseguito circa 3.000 interventi di chirurgia metabolica
Data di pubblicazione: 2019-08-07 17:09:29
3
"L'incidente, considerato l'elevato numero di frammenti precipitati al suolo, avrebbe potuto avere conseguenze gravissime per gli abitanti"
Data di pubblicazione: 2019-08-11 21:35:23
4
Le attività di controllo per tutelare i consumatori si sono svolte in tre supermercati della zona
Data di pubblicazione: 2019-08-05 11:15:54
5
La polemica è di Massimo Fini, noto per il suo atteggiamento anarchico e le critiche feroci all'Occidente
Data di pubblicazione: 2019-08-02 17:32:36
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]