Lunedì 22 Luglio 2019 ore 00:01
PROCESSO PER 8 CARABINIERI
Cucchi. Depistaggio, Procura chiede rinvio a giudizio per 8 Carabinieri
I reati contestati vanno dal falso alla calunnia fino all'omessa denuncia e al favoreggiamento

La Procura di Roma ha chiesto il rinvio a giudizio per gli 8 carabinieri accusati di depistaggio nell'inchiesta sulla morte del geometra romano Stefano Cucchi. A rischiare il processo, tra gli altri, il generale Alessandro Casarsa, all'epoca comandante del Gruppo Roma, e l'ex capo del Nucleo Operativo di via in Selci, il colonnello Lorenzo Sabatino.

I reati contestati vanno dal falso alla calunnia fino all'omessa denuncia e al favoreggiamento. Chiesto il processo anche per il colonnello Francesco Cavallo, il maresciallo Massimiliano Colombo Labriola, il maggiore Luciano Soligo e il capitano Tiziano Testarmata. Nel mirino della Procura e del pm Giovanni Musarò ci sono le note di servizio falsificate sulle condizioni di salute di Cucchi.

Secondo l'accusa a organizzare il tutto sarebbe stato il generale Casarsa che "rapportandosi con Soligo - si legge nel capo d'imputazione - chiedeva che il contenuto della prima annotazione fosse modificato nella parte relativa alle condizioni di salute di Cucchi".

Un falso da cui, secondo i pm, deriverebbero a cascata tuti gli altri. Il colonnello Cavallo, sottolinea l'accusa, "rapportandosi direttamente sia con Casarsa sia con Soligo chiedeva a quest'ultimo che il contenuto di quella prima annotazione fosse modificato".

E Soligo, "veicolando una disposizione proveniente dal Gruppo Roma ordinava a Di Sano, anche per il tramite di Colombo Labriola, di redigere una seconda annotazione di servizio, con data falsa del 26 ottobre 2009 nella quale si attestava falsamente che 'Cucchi riferiva di essere dolorante alle ossa sia per la temperatura fredda/umida che per la rigidità della tavola del letto ove comunque aveva dormito per poco tempo, dolenzia accusata per la sua accentuata magrezza' omettendo ogni riferimento alle difficoltà di deambulare accusate da Cucchi". (Rel/ Dire)


ARTICOLI CORRELATI
Chiuse le indagini: la Raggi potrebbe rispondere di falso per la nomina di Renato Marra e di abuso d'ufficio per quella di Romeo
Tutti condannati gli 8 imputati della Fase 1. Il precedente Ferraro-Sammarone fa tremare il marito della Mussolini
"Spesso il Dott. Mariani mi ha segnalato le carenze dei sistemi di sicurezza puntualmente da lui comunicate al Ministero della Giustizia"
I PIU' LETTI IN CRONACA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
4
Tre casi registrati tra Montesacro e il quartiere africano. Fatti che passano in secondo piano rispetto alle altre storie di cronaca nera
5
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
1
Nonostante i divieti e i servizi offerti dagli stabilimenti balneari, resiste il pranzo al sacco in spiaggia...
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
5
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]