Lunedì 20 Maggio 2019 ore 06:26
LA DONNA E' STATA ARRESTATA
Piedimonte San Germano, bimbo di 2 anni morto: strangolato dalla mamma
Un capriccio e un pianto avrebbero fatto scattare qualcosa nella giovane mamma del bimbo che ha trasformato la 28enne in assassina

Bimbo di due anni morto a Piedimonte San Germano, i Carabinieri arrestano la madre per omicidio. Secondo le accuse lo ha strangolato.

L’arresto della mamma

Il piccolo è stato ucciso. Un capriccio, quello di poter tornare a casa dalla nonna, e un pianto avrebbero fatto scattare qualcosa nella giovane mamma del bimbo che ha trasformato la 28enne in assassina. Al bambino avrebbe chiuso la bocca e stretto il collo fino a soffocarlo, per poi cercare di sviare gli investigatori sostenendo che il figlio era stato investito da un’auto pirata. Al termine del lunghissimo interrogatorio a cui la giovane è stata sottoposta, i Carabinieri del comando provinciale di Frosinone e il sostituto procuratore Valentina Maisto appaiono certi di aver trovato conferma ai dubbi peggiori su quanto accaduto mercoledì pomeriggio. La 28enne, vittima da tempo di continui attacchi di panico e che viveva in condizioni di notevole difficoltà, è stata sottoposta così a fermo, con l’accusa di omicidio volontario, e rinchiusa nel carcere romano di Rebibbia.

Il caso

Intorno alle ore 16:00 di ieri, mercoledì 17 aprile, in località Volla, nelle campagne di Piedimonte San Germano, ricevute le prime richieste di intervento, gli operatori sanitari del 118 hanno a lungo cercato di rianimare il piccolo di due anni, ma purtroppo invano. La mamma aveva sostenuto che un’auto lo aveva investito e poi si era data alla fuga. Del mezzo però nessuna traccia e nessun segno di investimento sul corpo del bimbo. I Carabinieri, temendo ben presto il peggio, si sono quindi concentrati sulla 28enne, che aveva anche delle piccole ferite sul volto e sul collo delle quali non riusciva a fornire una spiegazione plausibile. Gli investigatori l’hanno interrogata, hanno compiuto delle perquisizioni e poi sono anche tornati con lei sul luogo del presunto investimento. La ragazza ha quindi cambiato versione, dicendo che accidentalmente era stata lei a investire il figlio. Ma anche quel racconto non ha retto alle domande incalzanti degli investigatori e ben presto è venuto fuori l’orrore. I Carabinieri e il sostituto procuratore Maisto si sono trovati così a scrivere la storia di una ragazza fragile, sola e alle prese con tante difficoltà, che davanti al pianto del figlio si sarebbe improvvisamente trasformata in assassina.

LEGGI ANCHE:

Castiglione in Teverina, incidente sul lavoro: grave operaio 31enne

Le Forze dell'ordine devono poter difendere se stessi e i cittadini


ARTICOLI CORRELATI
Ad accorgersi della tragedia è stato il padre, che ha visto il piccolo privo di sensi e cianotico
Lo scoop è del direttore di Chi, Alfonso Signorini, annuncia che la showgirl è in dolce attesa
Incredibile meccanismo creato da madre, figlio e da un amico di quest'ultimo. I tre stanati dai carabinieri di Anagni
I PIU' LETTI IN CRONACA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
4
Tre casi registrati tra Montesacro e il quartiere africano. Fatti che passano in secondo piano rispetto alle altre storie di cronaca nera
5
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
1
I dissidi tra padre e figlia erano frequenti. E' da capire se la giovane donna abbia agito per difendersi da un'aggressione del padre
2
Da segnalare che all'interno della stazione ferroviaria di Frosinone manca un sistema di videosorveglianza
3
E così, da cinquant'anni pare non si possa essere di "sinistra", senza essere antifascisti...
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
5
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Il Quotidiano del Lazio è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]