Martedì 21 Maggio 2019 ore 00:31
INTERVISTA
Milena Miconi: "Dopo 18 anni di convivenza e due figlie, mi sposo"
L'attrice si racconta "Instagram? Mi chiedono foto dei piedi, ma sono pudica"

L'attrice ha ripercorso alcune tappe della sua carriera: "Da piccola non avevo una idea precisa di quello che volessi fare, forse per quello poi mi sono ritrovata a fare un mestiere particolare. Sognavo, andavo alla ricerca di quello che poteva essere il mio futuro. Non sapevo che mi sarei ritrovata a fare questo mestiere. Sono entrata in contatto col mondo dello spettacolo per caso, per gioco. Ho iniziato a fare la modella andando a lavorare per una stilista. Era la fine degli anni '80. All'epoca era più semplice, si usavano ancora le vallette, frequentavo la Rai come modella, come valletta. La valletta è caduta un po' in disgrazia, non esiste più questo ruolo, ora ci sono le co-conduttrici. Quello di valletta potrebbe sembrare un titolo che sminuisce un po' il lavoro, ma in realtà descrive quello che si fa ancora oggi, anche se le chiamano co-conduttrici".

Milena Miconi è stata la prima donna del Bagaglino ed è stata tra le protagoniste di Don Matteo: "Il primo step è arrivato con i fotoromanzi, a fine anni '80 mi hanno dato una grande popolarità. Eravamo delle star, non esistevano le soap, eravamo diventati i beniamini delle signore che leggevano i giornali e della gente che stava a casa. Poi è arrivato il bagaglino, la televisione, il grande pubblico. Facevamo otto milioni, oggi la televisione non ce la fa a fare questi numeri, ci sono altre piattaforme, c'è più concorrenza, noi eravamo molto seguiti, il sabato sera facevamo degli ascolti incredibili. E' stata una grande esperienza di televisione, si lavorava in tempi ristretti, passavo dal pezzo cantato e ballato al pezzo recitato, insomma era veramente una grande scuola. Un'esperienza importante che mi ha permesso di interfacciarmi con dei grandi dello spettacolo. Poi è arrivato Don Matteo, dove ho interpretato il sindaco di Gubbio che alla fine si fidanza con il capitano interpretato da Flavio Insinna".

Sul #metoo: "Quando è esploso ho pensato che sicuramente quando ci sono violenze di ogni genere bisogna denunciarle. Credo però che la violenza e le avance siano due cose diverse. Ci vado piano, sono cose delicate, su cui non è facile esprimere un giudizio, ma un conto è la violenza, un altro la avance, un altro ancora uno scambio. Molte donne hanno dichiarato di aver ricevuto delle proposte indecenti, molte donne nella loro carriera hanno incontrato uomini che hanno fatto delle avance molto forti, però non è la stessa cosa rispetto alla donna che subisce violenza. Il ricatto ci sta, nel gioco delle parti, ma puoi rifiutarlo. Se una ragazza giovane, bella, si presenta in casa o in un albergo, sa o mette in conto che dall'altra parte potrebbe trovare qualcuno che magari non ha proprio delle intenzioni del tutto positive e pulite. Altrimenti ti incontrerebbe in un ufficio, con altra gente. Non voglio dire che chi ha denunciato non abbia detto la verità o che non ci sia stata una violenza psicologica, ma c'è stata un sacco di gente che ha parlato anche quando non ce ne era bisogno".

Sul rapporto con i social: "Ci sono i feticisti che chiedono foto di piedi o di scarpe. C'è un gruppo di ragazzi educatissimi, sempre carini, mi scrivono che mi vogliono bene, non sono invadenti o volgari, sono appassionati dei piedi e quindi spesso mi chiedono questo. Io sono un po' pudica, però non mi creano problemi, sono molto carini. Quando invece c'è qualcuno volgare o che insiste un po' troppo lo blocco. Non alimento mai certe situazioni, anzi".  

Milena Miconi è pronta a sposarsi: "Mi sposo, dopo diciotto anni di convivenza e due figlie abbiamo deciso di sposarci. Doveva essere una cosa per noi, privata, dovevamo semplicemente andare a mettere una firma, poi piano piano ha montato come la panna questa cosa. Sono molto semplice nelle mie cose, non amo i festeggiamenti per me, per gli altri sì, per me no, mi imbarazzano". 

Milena Miconi è intervenuta ai microfoni di Rai Radio2 nel corso del format "I Lunatici".

*Foto Facebook

LEGGI ANCHE;

Roma, altro duro colpo dei Carabinieri al clan Casamonica: 22 arresti

Dramma a Carpineto Romano, 29enne uccide la madre con manubrio palestra


ARTICOLI CORRELATI
L'anteprima nazionale del film mercoledì prossimo al Moderno
A meno 24 ore dall'annuncio del suo ex, Raffaella annuncia su twitter il matrimonio con Gianluca Tozzi
La cantante ha pubblicato alcune foto della sua vacanza alle isole pontine su Twitter e Instagram
I PIU' LETTI IN INTERVISTE I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
"Sono venuta a lavorare a Roma per pagare le cure di mio figlio. La vita in strada è un incubo, ma presto ne verrò fuori"
2
A "Un Giorno Speciale" su Radio Radio vivace scambio di vedute sulla caccia. Tozzi: "I cacciatori sono dei poveracci"
3
L’abitante delle zone colpite dal sisma ha portato alla luce cose impensabili, inimmaginabili
4
Al Quotidiano del Lazio il giornalista racconta la sua triste esperienza, descritta nel libro "Ho ucciso il Cane Nero"
5
Mario Tozzi: “Chi fa il rabdomante per lavoro è un imbroglione e chi si affida a un imbroglione è un cretino”
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
5
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Il Quotidiano del Lazio è un marchio di Vergovich Comunicazione Srls.
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.iva n° 12555091003
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]