Lunedì 24 Giugno 2019 ore 20:30
OGGI A FIUMICINO
Disagi all'aeroporto di Fiumicino per protesta NCC e allarme bomba
La protesta inscenata dai conducenti di vetture di noleggio ha determinato pesanti ripercussioni sulla viabilità aggravata anche da un allarme bomba

Nella giornata appena trascorsa, presso lo scalo aeroportuale di Fiumicino, si è determinato un fatto epocale. Dopo molti anni e diverse vicissitudini di natura giudiziaria, sono stati sgombrati gli occupanti di alcuni box - office, in più di una circostanza utilizzati da alcuni noleggiatori come base operativa per procacciare clientela in modo indebito. Nel corso degli anni, numerose inchieste di natura giornalistica hanno dimostrato come questa situazione presso il terminal degli arrivi internazionali del Leonardo Da Vinci, non fosse più accettabile per un paese che vuole definirsi civile. Naturalmente la protesta inscenata dai conducenti di vetture di noleggio ha purtroppo determinato pesanti ripercussioni sulla viabilità in sede aeroportuale, ulteriormente aggravate anche da un allarme bomba. 

Infatti, gli ex sub concessionari sfrattati da Adr, dopo aver inscenato una prima manifestazione nel salone degli arrivi internazionali, si sono spostati in strada per ostacolare il normale deflusso delle vetture, successivamente interrotto anche per far brillare un piccolo furgoncino abbandonato sul quale si pensava potesse esserci dell’esplosivo. A causa di questa concomitanza di eventi, nell’arco della giornata si sono dunque registrati alcuni disservizi e delle attese per prendere un taxi. Taxi che erano comunque in attesa da ore in prossimità dei terminal di arrivo senza poter raggiungere gli stalli. Servizio che si è poi svolto, come avviene quotidianamente presso lo scalo aeroportuale di Fiumicino, in modo regolare senza che si registrassero ulteriori criticità.

Leggi anche:

 


ARTICOLI CORRELATI
"Il Messaggero" riferisce di un'inchiesta che coinvolge noleggiatori, tassisti e dipendenti pubblici
Un 62enne americano deceduto mentre stava per imbarcarsi alla volta degli Stati Uniti
Autovetture incolonnate mentre si cerca di capire la reale attendibilità dell'allarme
I PIU' LETTI IN CRONACA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
4
Tre casi registrati tra Montesacro e il quartiere africano. Fatti che passano in secondo piano rispetto alle altre storie di cronaca nera
5
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
1
E' stata forte la scossa, avvertita anche nei piano terra delle abitazioni. A Colonna segnalate in alcune case del centro, crepe e distacchi di cornicione
2
La tragedia si è consumata intorno alle 2:00, quando il giovane con altri amici ha raggiunto la stazione
3
Il fatto è avvenuto nella mattinata odierna. Al momento si pensa a un cortocircuito
4
Inquinamento e diossina, sono ultra nocivi per la nostra salute ma evidentemente essere abituati a incendi di ogni genere, ci lascia quasi indifferenti
5
“Tale decisione è stata presa sia per motivazioni logistiche, sia per espressa volontà di svolgere le esequie a Rocca di Papa in modo tale da consentire a tutta la cittadinanza di partecipare, come il sindaco avrebbe voluto”
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
5
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]