Lunedì 24 Giugno 2019 ore 19:38
ZONA INSICURA
Stazione Frosinone, aggressioni e furti: sicurezza pendolari a rischio
Da segnalare che all'interno della stazione ferroviaria di Frosinone manca un sistema di videosorveglianza

Ancora un' aggressione nella stazione dei treni di Frosinone, diventata zona privilegiata dalla malavita. Lo testimoniano gli episodi di cronaca nera in aumento nei pressi e all'interno dello scalo ferroviario del capoluogo laziale. La scorsa settimana una donna è stata aggredita e scippata, il giorno precedente, un pendolare che lavora nella Capitale è stato vittima di un violento attacco nel sottopassaggio che porta ai binari.

L'uomo, un 37enne di Veroli, la sera di mercoledì 15 maggio, mentre si dirigeva verso il binario per il treno diretto a Roma, è stato assalito da due malitenzionati di colore: preso per il collo e sbattuto a terra, dopo aver incassato diversi calci e pugni, gli aggressori gli hanno sottratto lo smartphone e quindi sono fuggiti.

Il malcapitato, pure essendo turbato per l'accaduto e sofferente per i colpi subiti si è recato presso il pronto soccorso per essere curato e poi ha sporto una denuncia ai carabinieri. Da segnalare che all'interno della stazione ferroviaria di Frosinone manca un sistema di videosorveglianza che possa fungere sia da deterrente, che da supporto alle indagini attraverso l'identificazione dei responsabili di atti criminosi. 

La zona intorno lo scalo ferroviario è diventata una delle piazze scelte dai malfattori per svolgere il commercio di droga. Assuntori e venditori vengono sorpresi frequentemente nell'area. 


ARTICOLI CORRELATI
Un nuovo Servizio straordinario di controllo del territorio posto in essere dalla Polizia di Stato, si è svolto nello scalo ferroviario di Latina Scalo
Essere pendolare è una condizione poco invidiabile ai giorni nostri. E' divenuto un lavoro in più, oltre a quello che si va a compiere tutti i giorni
E' accaduto sulla corsa Roma-Rieti all'altezza di Osteria Nuova: i passeggeri, sbigottiti, costretti a restare fermi per 30 minuti
I PIU' LETTI IN CRONACA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
4
Tre casi registrati tra Montesacro e il quartiere africano. Fatti che passano in secondo piano rispetto alle altre storie di cronaca nera
5
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
1
E' stata forte la scossa, avvertita anche nei piano terra delle abitazioni. A Colonna segnalate in alcune case del centro, crepe e distacchi di cornicione
2
La tragedia si è consumata intorno alle 2:00, quando il giovane con altri amici ha raggiunto la stazione
3
Il fatto è avvenuto nella mattinata odierna. Al momento si pensa a un cortocircuito
4
Inquinamento e diossina, sono ultra nocivi per la nostra salute ma evidentemente essere abituati a incendi di ogni genere, ci lascia quasi indifferenti
5
“Tale decisione è stata presa sia per motivazioni logistiche, sia per espressa volontà di svolgere le esequie a Rocca di Papa in modo tale da consentire a tutta la cittadinanza di partecipare, come il sindaco avrebbe voluto”
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
5
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]