Domenica 18 Agosto 2019 ore 23:09
Aism: "La sclerosi multipla era un mistero, oggi cerchiamo la cura"
Marco Togni, volontario Aism: "Giro l'Italia con zaino e bastone per informare le persone"

"La ricerca ha fatto passi da gigante in questi anni. Fino a qualche anno fa si parlava della sclerosi multipla come della malattia misteriosa, oggi molti di questi misteri sono stati indagati. Ad oggi abbiamo a disposizione molte armi come i farmaci e la riabilitazione. Non abbiamo ancora a disposizione, purtroppo, la cura definitiva: ecco perché raccogliamo fondi per far andare avanti la ricerca che per il 70% viene finanziata dalla fondazione italiana sclerosi multipla". Così alla Dire Angela Martino, presidente dell'associazione italiana Sclerosi multipla (Aism), oggi a Napoli in occasione di  uno degli appuntamenti inseriti nella Settimana nazionale della sclerosi multipla. L'iniziativa di oggi prevede un gazebo in via Scarlatti con la vendita di "erbe aromatiche il cui ricavato andrà interamente alla ricerca. Siamo - spiega Martino - in fase di promozione anche della giornata mondiale della sclerosi multipla che si celebra il 30 maggio e che ha come claim 'la mia sclerosi multipla invisibile', patologia a cui noi, invece, vogliamo dare visibilità". 

Tra i volontari e le volontarie impegnati nella raccolta fondi al Vomero, c'era oggi un ospite d'eccezione: Marco Togni, Osky per gli amici, il volontario Aism che sta percorrendo a piedi 6 mila km per sensibilizzare sulla sclerosi multipla. "In 259 giorni attraverserò- spiega alla Dire Marco - tutte le regioni peninsulari". Bergamasco di nascita, ma ligure d'adozione, non ha  avuto dubbi su quale dovesse essere il punto di partenza della sua sfida: "Sono partito il 17 marzo da Genova, precisamente da sotto il ponte Morandi che è crollato proprio quando stavo studiando il percorso da fare e ho capito che tutto doveva iniziare da lì". Ma non solo, perché il capoluogo ligure ospita anche la sede nazionale dell'Aism.  "Sono già arrivato - prosegue - a circa 1500 km, un quarto del mio cammino. Questo è un viaggio di comunicazione, sto portando avanti una campagna di sensibilizzazione: in ogni Comune in cui arrivo cerco sempre di parlare con sindaci, amministratori, pro loco e, quando presenti, con le sezioni dell'associazione". 

Tornado al percorso, da Genova, racconta, "sono sceso fino a Roma passando per Lucca, Pisa, Siena, Viterbo, per poi risalire in centro e andare a Rieti, Norcia, zone in cui tenevo a passare per il terremoto. Dopodiche' ho continuato a scendere fino a Cassino, Caserta e poi Napoli". Una delle difficoltà sta nel "trovare il punto giusto dove passare: proprio la tappa di ieri era costituita da molto asfalto e pochi sentieri, difficile passare tra un'automobile e un'altra. Se mi fermano quando passo? Sì, anche perché mi vedono in giro con zaino, cappellino, bastone e barba lunga, qualche domanda se la fanno. Anzi, a volte, quando passo davanti alle fermate degli autobus, iniziano a farmi domande e si finisce con un capannello che mi trattiene anche 10-15 minuti". 

Il viaggio di Marco proseguirà verso Salerno, la Calabria, e ancora Basilicata e Puglia, per risalire dalla costa adriatica. La tappa conclusiva sarà di nuovo Genova, il 30 novembre. Napoli, in questa settimana di preparazione alla giornata mondiale della sclerosi multipla, sarà anche sede di un convegno scientifico che si terrà lunedì 27 allo Stelle Hotel The Businest di corso Meridionale. Organizzato dal coordinamento regionale Campania, "vedrà la partecipazione - sottolinea Martino - di tutti quelli che, in qualche modo, sono interessati al fattore sclerosi multipla: che si tratti di lavoro, di riabilitazione, di inclusione sociale e, piu' in generale, di diritti - conclude - a 360 gradi". 

Leggi anche:

Reale Group e il camper "La salute in movimento" ad Albano Laziale

Spallanzani Roma, lavaggio mani 60 secondi allontana rischio infezioni


ARTICOLI CORRELATI
Ne ha parlato Angela Martino, presidente nazionale dell’Associazione italiana sclerosi multipla, al congresso di Aism e della Fism
Giovedì 25 gennaio si terrà un incontro per sensibilizzare, informare e soprattutto offrire un servizio di consulenza in materia successoria
Liberi tutti…di immaginare e costruire un mondo libero dalla sclerosi multipla, spettacolo promosso da AISM
I PIU' LETTI IN SALUTE E BENESSERE I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
La remissione completa e stabile di tumori della mammella e della prostata senza intervento chirurgico, chemio o radio
2
L’unica misura realmente efficace per contenere l’inarrestabile diffusione del cancro, è la prevenzione farmacologica
3
Il caso clinico: Un bimbo presenta alla nascita una neoformazione di 6 cm all’arto inferiore destro, asportata dopo soli 12 giorni di vita
4
Il ruolo cancerogeno svolto da fattori ambientali è sempre più rilevante
5
In 3 mesi con la cura Di Bella una riduzione della massa tumorale di oltre il 50%, dato certificato e firmato da un oncologo che consiglia il proseguimento del MDB
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
5
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]