Mercoledì 18 Settembre 2019 ore 19:41
Da una idea di Zuckerberg nasce Libra, la criptovaluta made in Facebook
La nuova moneta a partire dalla metà del 2020. Con Libra si potrà pagare e trasferire denaro su Messenger, WhatsApp, Facebook

Il fondatore di Facebook, Mark Zuckerberg, ha annunciato con un post la nascita ufficiale di Libra, la criptovaluta del social network. Con la quale, ha spiegato, "aspiriamo a rendere facile per tutti inviare e ricevere soldi proprio come si usano le nostre app per condividere istantaneamente messaggi e foto". Zuckerberg ha quindi spiegato che il denaro mobile "è particolarmente importante per chi non ha accesso alle banche tradizionali".  La nuova moneta farà la sua apparizione nella metà del 2020 e coinvolgerà una platea potenziale di due miliardi di persone, quanti gli utenti del social. Ma Librà potrebbe interessare anche alle "persone che non hanno accesso alle banche tradizionali - ha spiegato il fondatore di Facebook -. Ci sono circa un miliardo di persone che non hanno un conto in banca ma hanno un cellulare".

Con Libra si potrà pagare e trasferire denaro su Messenger, WhatsApp e Facebook, ma sono già 30 le aziende globali che hanno aderito al progetto - da Visa a Mastercard, da Paypal a Uber fino a Vodafone - e altri 70 nomi saliranno a bordo in futuro. La rete Libra "si baserà su una blockchain open source sicura, scalabile e affidabile. Questo contribuirà a far emergere un nuovo ecosistema finanziario con nuovi usi progettati per incoraggiare l'inclusione finanziaria e l'innovazione", ha ricordato Zuckerberg. Libra "sarà sostenuta da una riserva di beni reali che forniscono stabilità e preservazione dalla speculazione". Lo scopo dell'Associazione Libra "è fornire un quadro di governance per la rete Libra, facilitare il funzionamento della blockchain, gestire la riserva e aiutare l'ecosistema ad evolversi. Avrà il coordinamento della roadmap tecnica della Rete Libra, preparandosi per il passaggio a una piena blockchain senza autorizzazione assicurando che i membri fondatori mantengano lo stesso ruolo".

Nel suo lungo post Zuckerberg ha dato assicurazioni sulla privacy e sulla sicurezza. "Per rendere i pagamenti facili come l'invio di una foto, Facebook sta lanciando anche una filiale indipendente chiamata Calibra che costruisce servizi che ti permettono di inviare, spendere e risparmiare Libra, a partire da un portafoglio digitale". Calibra sarà regolamentata come altri fornitori di servizi di pagamento. "Tutte le informazioni che condividi con Calibra - ha spiegato - saranno tenute separate dalle informazioni che condividi su Facebook. Dall'inizio, Calibra ti permetterà di inviare denaro a quasi chiunque con uno smartphone con un costo che sarà o basso o nullo". In futuro dovrebbe essere possibile pagare le bollette, acquistare caffè o biglietti della metro. "La privacy e la sicurezza - ha quindi assicurato Zuckerberg - saranno costruite in ogni passo. Ad esempio, Calibra avrà un team dedicato di esperti nella gestione dei rischi, incentrato sulla prevenzione delle persone che utilizzano Calibra per scopi fraudolenti. Abbiamo la protezione delle frodi, quindi se perdi le monete, ti offriamo i rimborsi".

LEGGI ANCHE:

Maturità 2019, inizia la prima prova. Gli auguri del ministro Bussetti

Cisterna di Latina, lo denuncia dopo anni di maltrattamenti: arrestato


ARTICOLI CORRELATI
Le criptomonete rappresentano una tendenza che negli ultimi anni si è molto diffusa
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
"Ho 35 anni ma ho già una discreta esperienza. Ho sempre continuato a coltivare lo stesso sogno, contribuire dal basso a rendere migliore la mia città"
I PIU' LETTI IN ECONOMIA
GIORNO SETTIMANA MESE
1
L'istituto bancario passa all'incasso e affida a Christie’s la vendita di migliaia di pezzi, fra cui capolavori dei grandi maestri del Rinascimento
Data di pubblicazione: 2019-09-07 17:31:58
2
Se rimarranno reddito di cittadinanza e quota cento, è bene che qualcuno spieghi dove si andranno a trovare le risorse necessarie. La domanda è semplice
Data di pubblicazione: 2019-09-09 16:59:00
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]