Lunedì 19 Agosto 2019 ore 01:55
Morolo, schiuma nel fiume Sacco: sequestrato lo scarico di un'azienda
Il rappresentante della società è stato denunciato in quanto  la società scaricava i reflui direttamente sul suolo

Le attenzioni degli inquirenti si erano incentrate da tempo quell’azienda di Morolo. Ad insospettire carabinieri Forestali e Polizia Provinciale la densa coltre schiumosa provenire dallo scarico della società. In particolare  – sostengono gli inquirenti – i reflui dello scarico stagnavano in una pozza schiumosa direttamente sul suolo, per poi convogliare, senza tubazioni protettive, nel fiume Sacco. Le analisi dell’ ARPA LAZIO sui reflui hanno rilevato un superamento dei limiti imposti dalla legge per i parametri relativi ai solfiti e tensioattivi totali. Le verifiche sono state indirizzate al sistema di raccolta e depurazione delle acque di processo, domestiche e meteoriche della società, a valle della depurazione, nonché sullo stato autorizzativo dello scarico in oggetto.

Secondo la ricostruzione di Forestali e Polizia Provinciale la società avrebbe dovuto scaricare i propri reflui direttamente su acque superficiali, mentre nei fatti lo scarico avveniva a circa trenta metri dal fiume Sacco. Ciò è potuto accadere perché – ipotizza l’accusa –  il tecnico della società, nell’istanza autorizzativa, ha fatto figurare lo scarico come recapitante reflui direttamente sul fiume, mentre nella realtà la tubazione si fermava molto prima, scaricando i reflui sul suolo. Nelle scorse ore, pertanto, è stato eseguito il decreto di sequestro emesso dal Gip del Tribunale di Frosinone su richiesta della Procura.

Il rappresentante della società è stato denunciato in quanto  la società scaricava i reflui direttamente sul suolo. Ma lo stesso è finito nei guai, insieme al tecnico della società, con l’accusa di aver redatto dei documenti relativi ad ottenere l’autorizzazione allo scarico delle acque reflue industriali, domestiche e meteoriche, nei quali si attestava falsamente che lo scarico avvenisse sul corpo idrico.

*Foto in archivio del Fiume Sacco

LEGGI ANCHE:

Velletri, quattro feriti per un incidente frontale su via Nettunense

Cerveteri, uomo denunciato per aver pubblicato le foto della ex fidanzata nuda


ARTICOLI CORRELATI
Il provvedimento del ministro Galletti, è il primo del genere da quando nel 2006 è stato approvato il Codice ambientale
Ad avvistare la sostanza e a segnalare la notizia ai Vigili e al Comune alcuni residenti della zona
Per Legambiente la sostanza è di origine artificiale e provoca una grave reazione urticante
I PIU' LETTI IN CRONACA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
4
Tre casi registrati tra Montesacro e il quartiere africano. Fatti che passano in secondo piano rispetto alle altre storie di cronaca nera
5
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
1
Dopo una rissa ruba un'auto e in velocità attraversa l'isola pedonale sfiorando i clienti dei bar, ruba un coltello e ferisce 4 vigili
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
5
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]