Lunedì 20 Gennaio 2020 ore 21:23
OPERAZIONE EFESTO
Albano, Pavona: uomo ridotto in fin di vita e casa incendiata, due arresti
L'operazione denominata "Efesto" ha permesso di porre fine a una serie di eventi criminosi ed atti intimidatori avvenuti nella frazione Pavona di Albano Laziale

Questa mattina, i Carabinieri della Compagnia di Castel Gandolfo hanno eseguito un provvedimento cautelare in carcere, emesso dal gip presso il Tribunale di Velletri su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di 2 persone, ritenute responsabili dei reati di lesioni personali gravissime ed incendio.

Avviata nel marzo scorso, l'operazione denominata 'Efesto', coordinata dal sostituto procuratore Giovanni Taglialatela e condotta dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Castel Gandolfo, ha permesso di porre fine ad una serie di eventi criminosi ed atti intimidatori avvenuti nella frazione Pavona di Albano Laziale, tra ottobre 2018 e marzo 2019, fatti di incendi, attentati ed aggressioni.

Il 7 marzo scorso, in via Roma, alcuni individui parzialmente travisati e armati, dopo aver atteso che un 57enne rientrasse in casa, hanno fatto irruzione e, dopo averlo colpito con vari fendenti al corpo ed al volto, procurandogli anche uno sfregio permanente sullo zigomo, gli hanno incendiato casa. L'uomo, benché ferito e sanguinante, è riuscito a scappare e chiedere aiuto.

La successiva attività investigativa, condotta con attività tecnica ed articolati servizi di osservazione e pedinamento, ha permesso di far luce sulla vicenda, identificando i principali autori del fatto in due giovani. Il primo, spinto da un forte risentimento ed una voglia di vendetta dovuta a pregresse relazioni sentimentali della moglie con il nipote della vittima, dopo alcuni avvertimenti fatti di minacce ed intimidazioni, ha deciso di passare alle 'maniere forti'.

Così, il 7 marzo, assieme al suo amico, pur essendo sottoposto al regime degli arresti domiciliari, è uscito da casa di via dei Papiri a Roma e si è diretto verso Pavona dove, dopo aver atteso che la vittima rientrasse in casa, ha fatto irruzione e l'ha colpita con varie coltellate sfregiandola per sempre sul viso. Subito dopo i due, non contenti, hanno cosparso di liquido infiammabile l'intera abitazione dandola alle fiamme.

Nel corso dell'indagine è stato altresì accertato che il secondo giovane nonostante fosse sottoposto al regime della detenzione domiciliare, è evaso in due circostanze grazie anche all'aiuto di vari 'fiancheggiatori', finiti anch'essi nella rete degli investigatori e denunciati per favoreggiamento, che gli fornivano protezione e assistenza, tenendolo nascosto in un'abitazione della periferia romana, nonché rifornendolo quotidianamente di soldi e cibo. E solo pedinando questi ultimi, oggi destinatari di varie perquisizioni, che i Carabinieri, ad aprile scorso, lo hanno arrestato per evasione portandolo in carcere dove è tuttora detenuto.
(Com/Acl/ Dire) 


ARTICOLI CORRELATI
Il sindaco Latini: “I cittadini pagano 261 mila euro di risarcimento per colpa di qualcuno che si è voluto divertire”
A Pavona un 34enne pregiudicato ha tentato anche di aggirare l'auto della Polizia con la sua moto
E’ un minore di Artena. La donna investita non ha riportato ferite gravi
I PIU' LETTI IN CRONACA
GIORNO SETTIMANA MESE
1
La Lav denuncia che molti animali usati nei circhi sono detenuti illegalmente e si tratta anche di specie protette come tigri, leoni, ippopotami e rinoceronti
Data di pubblicazione: 2020-01-20 13:04:51
2
L'OMICIDIO DI SERENA MOLLICONE NEL GIUGNO 2001 Delitto di Arce, l'Arma dei carabinieri si costituisce parte civile
Dopo 18 anni di indagini e depistaggi l'Arma dei Carabinieri prende posizione sul caso Mollicone
Data di pubblicazione: 2020-01-20 10:37:32
3
In corso le operazioni dei Vigili del Fuoco per mettere in sicurezza la zona e fare rilievi del caso. Un cedimento del manto stradale di circa 40 metri quadrati
Data di pubblicazione: 2020-01-20 11:51:24
1
In alcune aree, tra cui l'Europa occidentale, è impossibile inviare contenuti multimediali quali video e messaggi vocali
Data di pubblicazione: 2020-01-19 19:04:08
2
Il terribile scoppio in una palazzina in via Capo Soprano
Data di pubblicazione: 2020-01-20 10:04:52
3
Il blitz all'alba è ancora in corso su Viterbo, Frosinone, fino a Reggio Calabria
Data di pubblicazione: 2020-01-20 08:07:29
4
In corso le operazioni dei Vigili del Fuoco per mettere in sicurezza la zona e fare rilievi del caso. Un cedimento del manto stradale di circa 40 metri quadrati
Data di pubblicazione: 2020-01-20 11:51:24
5
L'OMICIDIO DI SERENA MOLLICONE NEL GIUGNO 2001 Delitto di Arce, l'Arma dei carabinieri si costituisce parte civile
Dopo 18 anni di indagini e depistaggi l'Arma dei Carabinieri prende posizione sul caso Mollicone
Data di pubblicazione: 2020-01-20 10:37:32
1
Il presidente del gruppo Goia: "Abbiamo creduto nel governo giallo-verde, ora siamo di nuovo spremuti come limoni"
Data di pubblicazione: 2020-01-10 12:30:56
2
I soccorsi sanitari hanno constatato lo schiacciamento degli arti inferiori, disponendo il trasporto attraverso l'eliambulanza al Policlinico Agostino Gemelli di Roma FOTO
Data di pubblicazione: 2020-01-11 19:27:55
3
Poco prima delle 6:00 un’abitazione in via Fontanelle è andata a fuoco, sembrerebbe a causa di un cortocircuito
Data di pubblicazione: 2020-01-01 13:04:10
4
Incidente stradale sulla Strada Statale 4, in cui sono rimaste coinvolte due autovetture
Data di pubblicazione: 2020-01-05 16:03:59
5
I Monti Prenestini sono molto ricchi di biodiversità. Oltre al ritorno del cervo, anche la presenza del gatto selvatico, dato quasi per estinto, è un segnale molto importante
Data di pubblicazione: 2020-01-12 17:50:49
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA
4
IL SINDACO SANNA: "COLLEFERRO DIFFERENZIA AL 70%, ROMA AL 46%"
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]