Lunedì 19 Agosto 2019 ore 01:29
Abusata anche dopo aver perso i sensi una ragazza di 20 anni a Roma
Uno degli indagati è stato arrestato, si tratta di un ragazzo romeno di 25 anni, degli altri due gli inquirenti stanno ancora seguendo le tracce

Una violenza disumana quella subita da una ragazza romana di 20 anni. La studentessa, sabato 18 maggio 2019, si trovava a passare una tranquilla serata in compagnia delle sue amiche, nella discoteca Factory, ma l’uscita si concluse in maniera tragica, con uno stupro da parte di più uomini.

Dopo gli ultimi accertamenti risulta che la ragazza sia stata violentata da più di un uomo e che uno di loro avesse abusato di lei anche dopo che aveva perso i sensi. Uno degli indagati è stato arrestato, si tratta di un ragazzo romeno di 25 anni, degli altri due gli inquirenti stanno ancora seguendo le tracce.

Abusata anche dopo essere svenuta

Una violenza inaccettabile e disgustosa, secondo la fonte citata dall’articolo di Thesocialpost.it, Gabriel Pap Razavan, il violentatore romeno di 25 anni, è rinchiuso in una cella del carcere di Regina Coeli. Pare che il ragazzo si sia dichiarato più volte innocente ed estraneo ai fatti, ma le prove rimandano a lui.

A dare la conferma della sua colpa sono le tracce di DNA di Razavan trovate sull’intimo della vittima. In seguito alla ricostruzione degli agenti della Squadra Mobile della IV sezione, diretti da Pamela Franconieri e dalla coordinazione del procuratore aggiunto Maria Monteleone, Razavan avrebbe violentato la ragazza dopo che quest’ultima avesse perso i sensi.

La dinamica della violenza

Tra la notte di sabato 18 maggio e domenica 19 maggio, una ragazza romana di 20 anni, passava una serata in discoteca con alcune sue amiche, serata durante la quale viene avvicinata da un ragazzo con il quale si allontana fuori dalla discoteca.

Come premessa può sembrare tutto normale, tranne per il fatto che le intenzioni del ragazzo non erano certo quelle che la studentessa si aspettava. L’aggravante è stato che il ragazzo non era da solo, con lui c’erano i suoi amici che quando hanno visto il loro amico allontanarsi insieme alla giovane l’hanno seguito e non hanno provato a fermarlo durante la sua violenza ma addirittura si sarebbero uniti a lui in questo spregevole atto.

L’intercettazione che ha incastrato il 25enne

Nonostante lui si dichiari innocente, ci sono le prove schiaccianti del DNA e dalle ultime scoperte sarebbe uscita un’intercettazione sul telefono della fidanzata del presunto violentatore, la quale in un sms chiedeva se il suo fidanzato fosse in qualche modo complice dello stupro.

Oltre a queste due prove schiaccianti ci sarebbe anche la testimonianza della vittima che avrebbe rivelato dei dettagli utili sull’abbigliamento dei suoi violentatori.

Sono passate al vaglio tutte le immagini della videosorveglianza prese dalla polizia.

La decisione di sospendere la licenza al locale

In seguito a questo episodio, il questore di Roma, Carmine Esposito, ha deciso di sospendere la licenza al Factory, la discoteca nella quale c’era la ragazza.

Non sarebbe la prima volta che questo locale si vede revocare la licenza, ad aprile dell’anno scorso risale un altro episodio simile. Oltre a vari episodi di liti e alla somministrazione di alcolici ai minorenni risulterebbero irregolarità anche sugli addetti alla sicurezza del locale.


ARTICOLI CORRELATI
Il fatto è accaduto a Grotte Celoni, periferia est di Roma: quando la ragazzina ha chiesto aiuto nessuno l'ha ascoltata
Un commerciante ha molestato e abusato della figlia della sorella: condannato a 7 anni e 6 mesi
Le segnalazioni dei cittadini dichiarano che il Comune promuove la voltura alla società elettrica
I PIU' LETTI IN CRONACA I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA I PIU' LETTI
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
3
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
4
Tre casi registrati tra Montesacro e il quartiere africano. Fatti che passano in secondo piano rispetto alle altre storie di cronaca nera
5
Lo ha detto l'avvocato del marinaio accusato dello stupro a Radio Cusano Campus: "Ha cambiato versione troppe volte"
1
Dopo una rissa ruba un'auto e in velocità attraversa l'isola pedonale sfiorando i clienti dei bar, ruba un coltello e ferisce 4 vigili
1
In questi giorni si sta diffondendo su Whatsapp un comunicato, divenuto virale, con un lungo elenco di nuovi autovelox
2
La cultura, se patrimonio condiviso, è elemento di identità e coesione sociale, oltre a costituire il vero valore aggiunto
3
Chiamare prevenzione una mammografia è sbagliato, perché la vera prevenzione è nei comportamenti dietetici quotidiani
4
Il giovane falciato nelle prime ore del mattino da un'auto, il cui conducente si è fermato a prestare soccorso. Un'intera comunità è sotto shock
5
"Restituiamo finalmente un futuro a 6 milioni e mezzo di persone che fino ad oggi hanno vissuto in condizione di povertà"
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
info@ilquotidianodellazio.it

[ versione mobile ]